Utente 453XXX
Salve a tutti mi chiamo Andrea e ho 23 anni.
Da un e mezzo non sto più bene.
Tutto è iniziato da una semplice cervicobrachialgia che mi ha portato a fare controlli su controlli.
Ho iniziato ad essere ipocondriaco e accusando dei sintomi fisici ho iniziato a fare delle visite, tra cui:
-Rx rachide cervicale, negativa.
-Fisioterapia per la cervicobrachialgia
-Analisi del sangue, tutti i valori ok.
-2 visite neurologiche, esito negativo.
-rmn all’encefalo, negativo.
-ecg, esitivo negativo.
-Visita dentistica, riscontrata una piccola mal occlusione e gli ottavi inclusi orizzontalmente, ma il medico ha detto che posso tenerli cosi fino a quando non creano problemi e non è detto che ne creino.
-2 visite dall’otorino, esito negativo.
Durante l’arco di queste visite ho iniziato a soffrire di ipocondria e ansia che mi hanno scatenato vari attacchi di panico.
Ho cercato di convincerti di non avere nulla ma non ci sono riuscito e mese scorso sono andato da una psichiatra per i vari sintomi fisici che sentivo.
Mi ha prescritto inizialmente,
5 gocce di entact al mattino e 6 di levobren 3 volte al
Giorno 20 min prima dei pasti.
Poi me l’ha aumentato a 10 di entact al mattino e 8 di levobren.
Ora a distanza di un mese ha aumentato a 15 di entact al mattino, una di xanax da 0.25 al pranzo 10 di levobren, di pomeriggio xanax 0.25 e sera levobren 10 gocce.
Due giorni fa accusando sempre i sintomi la dottoressa mi ha detto di prendere 7 gocce di entact al mattino, xanax 0.25, al pranzo altre 7 di entact e levobren 10 gocce.
Di pomeriggio xanax e sera 10 di levobren.
Ora vorrei sapere perché nonostante questa cura io ancora mi sento tutto ovattato, sbandamenti, e ho sempre paura di avere qualche malattia che mi porti alla morte, o che i farmaci mi portino alla morte.
Aiutatemi.

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Buonasera a Lei,

mi sembra, valutato la inefficacia del trattamento in corso, che vi sia la indicazione nell'acquisire un secondo parere/una seconda opinione circa i suoi disturbi presso altro professionista saldamente formato ed edotto circa i disturbi che la fanno vivere così male in questo periodo della sua esistenza.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it