Utente 509XXX
Gentili dottori, sono una ragazza con una bambina di 10 mesi. Alla fine del mese di giugno(ancora allattavo al seno la bambina), ho iniziato ad avvertire una sorta di formicolio in testa, come se vi fosse qualche animaletto che camminava qua e la. Successivamente avvertiii formicolii alle mani e ai piedi...non continui, che si risolvevano in poco tempo. Questi formicolii sporadici e passeggeri sono durati 2/3 giorni e dietro consulto del mio medico ho assunto qualche integratore di vitamina b magnesio ( visto che i sintomi erano passati li ho assunti solo per qualche giorno). Alla fine di agosto si sono ripresentati i sintomi, stesse modalità e più o meno stessa durata. Sono un tipo ansioso e se la prima volta non diedi peso alla cosa, la seconda andai letteralmente nel panico...crisi di ansia ed attacchi di panico( mai avuti prima), ossessionata dal pensiero di avere qualcosa di serio. Giorni pessimi, ossessionata da questi pensieri, continui alti e bassi di umore...che persistono tuttora e che mi hanno portato alla consultazione di un neurologo oltre che a scrivere a voi. Dalla valutazione neurologica è emerso un forte stato di stress ed ansia, motivo per cui mi è stato prescritto il laroxyl. È vero, una bimba piccola, ritmi diversi, notti insonni, organizzazione del matrimonio, scrittura della tesi, qualche discussione di troppo con quello che ora è mio marito...alimentazione scorretta magari...ma è possibile che i miei sintomi siano scaturiti da ciò? Dimenticavo di aggiungere che, dopo il secondo episodio, mi è capitato di svegliarmi la notte e non sentire proprio le mani, una notte entrambe ed una volta una sola mano...ma questo giusto per qualche secondo...o ancora il formicolio di qualche secondo... quest'ansia e questi pensieri riguardo i formicolii avuti non passano ed io non riesco a vivere" spensierata". Cosa ne pensate? Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

si tranquillizzi, infatti la breve durata dei sintomi non fanno pensare malattie neurologiche, peraltro ha pure una visita neurologica con esito negativo.
Concordo perfettamente con quanto detto dal neurologo, infatti una sintomatologia con le modalità che ha descritto è tipicamente di origine ansiosa.
Non pensi malattie importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la sua attenzione. Mi scusi, ma non pensavo tali manifestazioni potessero esser sintomo di ansia/ stress, anche perché come le dicevo, è vero che la mia vita è particolarmente impegnativa ora, ma non credevo di esser così "stressata". Le volevo inoltre dire che nei giorni in cui si sono manifestati i formicolii, giugno ed agosto, mi è capito due notti di svegliarmi per la bimba e nello stendere lo stesso braccio per arrivare al comodino per prendere il ciuccio, è come se non riuscissi ad arrivarci...non so come spiegarle...però ripetendo subito il movimento, sono riuscita senza problemi. C è da prestare attenzione a ciò? Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Assolutamente no, stia tranquilla, Signora.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 509XXX

La ringrazio, è solo che il braccio per un attimo in quegli episodi è come se non compisse quel movimento...però ripetendolo tutto ok...e stranamente nei giorni dei formicolii. Mi scusi ancora. La ringrazio.

[#5] dopo  
Utente 509XXX

Scusi ancora se la importuno, ma sa, la mia ossessione è nata dal momento in cui ho iniziato a cercare in internet i sintomi...come può immaginare è uscito fuori di tutto e l incubo della sm. Leggevo anche di persone cui spesso è stata scambiata proprio con somatizzazioni e diagnosticata solo anni più tardi. Beh non vorrei fosse così. Ho paura temporeggino poiché è difficile diagnosticare. Un altro episodio che non le ho detto è il fatto che dietro consiglio di mio marito assunsi per 2 giorni, al mattino e alla sera, del magnesio completo disciolto in acqua...beh il terzo giorno di continuo diarrea, senza quasi mi accorgessi di avere lo stimolo...può esser dovuto al magnesio? Non so, non mi era mai successa una cosa del genere. Sono ossessionata dal pensiero. Cosa mi consiglia? E come se vivessi aspettando qualche episodio che spero non ci sia. Grazie ancora.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

vedo in Lei una forte preoccupazione e una paura che andrebbero affrontate adeguatamente per non peggiorare ulteriormente la qualità della vita e non fare cronicizzare il problema.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottore, riflettendo sulle sue parole ho contattato uno psicoterapeuta che incontrerò lunedì per la prima volta. Avrei però un ultima domanda da farle...anni fa mi è capitato di avvertire sporadicamente dei forti picchi appena dietro le orecchie,in basso verso il collo...pochi secondi ma forti...come se il sangue non passasse, non so...episodi sporadici, di cui però me ne ricordo perché forti anche se attimi... Sono riconducibili a qualcosa di serio? Ho sentito parlare di trigemio... crede possa bastare un terapeuta o necessito di ulteriori visite? Grazie infinite.

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

da quanto scrive non siamo nel territorio d'innervazione del nervo trigemino. Cosa intende per picchi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 509XXX

Dei dolori, delle fitte...gliela posso descrivere come la sensazione di sangue che non passasse oltre...non so... che ne dice?

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

fitte dolorose possono essere delle nevralgie, nel Suo caso non del trigemino. Però è una cosa di diversi anni fa che si è risolta spontaneamente. Non vedo pertanto motivi di preoccupazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 509XXX

Si, risolta spontaneamente ma sporadica, non ricordo bene gli episodi, quasi attaccata all'orecchio.Con la descrizione dei formicolii che le ho fatto in precedenza, a volte di minuti,a volte magari di mezz'oretta...non continuativi...pensa si possano escludere patologie serie? Spero il percorso con lo psicoterapeuta funzioni per questi pensieri negativi. Grazie infinite per i consulti.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

dal contenuto dei post di questo consulto ritengo che possa stare tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottore, parlare con uno psicoterapeuta aiuta e fa bene, anche se probabilmente ci vorrà un po. Riguardo gli episodi sporadici di probabile nevralgia che si presentava una tantum dietro l orecchio, più o meno dietro il lobo, verso la gola, fitte forti, passeggere, che mi prendevano improvvisamente e irregolarmente, ripeto, una tantum e a volte a dx e a volte a sx...ritenga sia il caso di indagare? Mi scusi ancora ma avrà capito la mia preoccupazione e sicuramente esagerazione. Altra cosa che ho avvertito ultimamente è di avere ogni tanto il collo teso e dolorante nel girarlo e abbassandolo in avanti è come se tirasse e se arrivo a far toccare il mento allo sterno sento un forte picco in basso alla schiena che mi costringe a rialzarlo immediatamente. Cosa ne pensa? Scusi ancora, credo finalmente di aver finito di elencarle i sintomi. La ringrazio infinitamente per la sua cortesia.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

dei sintomi avuti anni fa e poi regrediti spontaneamente non vedo motivi di preoccupazione, non li pensi più.
Riguardo i sintomi attuali, l’ipotesi di una tensione o di una contrattura muscolare mi sembra concreta, tuttavia va verificata con una visita dal Suo medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottore, scusi se mi rivolgo ancora a lei. Le vorrei chiedere un ulteriore opinione. Su indicazione del neurologo ho assunto il laroxyl (10 gocce)per un paio di mesi, il primo mese mi sembrava di peggiorare, ma poi credo abbia avuto gli effetti desiderati...ansia/ agitazione ridotta, mente libera... Dopo di ciò l ho sospeso, i primi giorni tutto ok...ma dopo una settimana ho iniziato ad avvertire ogni tanto una sorta di sensibilità maggiore in testa, leggera e sporadica... e i giorni successivi di nuovo ansia/ agitazione continua...malumore... Mi è stato detto di reintrodurlo, magari scendendo a 7 gocce visto che le 10 precedenti avevano fatto effetto....ora è un settimana che l ho reintrodotto ma ancora avverto ogni tanto questa agitazione e stanotte svegliandomi, di nuovo per qualche attimo le prime tre dita della mano come se non le sentissi...poi passato..stamani invece una sensazione strana alla pianta dei piedi...probabilmente se fossi distratta neanche la avvertirei, ma c è... cosa ne pensa? Mi scusi, ma il mio timore è sempre quello di poter avere qualche malattia neurologica e che magari questi possano essere sintomi iniziali... non so come definirli e quindi mi spaventano. La ringrazio ancora.

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ancora è presto per vedere i benefici apportati dal farmaco, consideri pure che adesso il dosaggio è ridotto rispetto a quello precedente.
La sospensione è stata graduale?
Comunque non vedo elementi che possano fare pensare malattie neurologiche importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 509XXX

Grazie ancora. Il laroxyl l ho assunto per poco più di due mesi e l ho interrotto di colpo...non mi era stato detto di toglierlo gradualmente, forse visto il basso dosaggio. Dopo una settimana dalla sospensione questa sorta di "sensibilità"maggiore in testa e nei giorni successivi forti episodi di ansia/agitazione durante la giornata e stanotte di nuovo quella sensazione alle dita della mano per qualche secondo. È una settimana che l ho reintrodotto. Vede, sono sempre stata un po ansiosa, ma non come gli ultimi mesi...mi prende all'improvviso e fortemente. In seguito agli episodi di formicolio descritti nei consulti precedenti sono andata in tilt,mi sono "fissata" e la mia ansia la fa da padrona. Il fatto è che non so spiegarmi il perché di quei formicolii e la testa fa il resto...mi sono spaventata... era un periodo intenso,stressante, molto nervosismo...ma possono esser dipesi da ciò? Carenze vitaminiche etc?Non so... Vorrei chiederle inoltre se magari l assunzione di qualche integratore possa esser utile...magari vitamine b e magnesio...? Grazie infinite

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il laroxyl andava sospeso gradualmente, un'eventualità della ripresa dell’ansia potrebbe consistere nella brusca interruzione del farmaco.
Non posso sapere se la somministrazione di qualche integratore possa recare benefici, di questo deve parlarne col medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottor Ferrarolo, scusi se mi rivolgo ancora a lei. Dal contenuto dei post magari ricorda la mia storia. Ad oggi continuo con il laroxyl (10 gocce) e con l aiuto di uno psicoterapeuta. Le cose vanno un pochino meglio, per lo meno non sono il allarme costante, ma alterno alti e bassi. Ed in questi "bassi" mi ritrovo a fare un autoanalisi dei sintomi avuti. Sbagliatissimo lo so, ma cerco di mettere la parola fine a ciò. Sono riuscita ad ammettere che i formicolii siano stati segno di somatizzazioni di ansia e stress, ma la mia domanda ora riguarda, come le avevo accennato una delle ultime volte, quelle fitte brevi ma dolorosissime avvertite in passato appena dietro le orecchie, in basso, verso la gola. Sono stati episodi sporadici che avvertivo ogni tanto, magari un periodo li ho avvertiti per qualche giorno consecutivo, forse 2 o 3 volte al giorno...o forse più, forse meno...non ricordo...poi magari ripresentati a distanza di tempo...ma non mi è stato necessario prendere farmaci, evidentemente come sono venuti se ne sono andati...però mi destano preoccupazione, sempre perché ho paura di malattie neurologiche...non devo dargli peso? Possono capitare? La ringrazio infinitamente.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

delle fitte dolorose sporadiche che regrediscono spontaneamente non destano preoccupazione.
Non vada a rimuginare il passato dopo che la sintomatologia è regredita, viva serenamente la Sua vita.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro