Utente 509XXX
Buonasera, sono a chiedere un consulto in merito al problema di mio marito. Lui soffre da otto anni di epilessia con crisi generalizzate, è in cura con Depakin ben tollerato. Ogni anno esegue esami del sangue ed elettroencefalogramma.
Dall'EEG fatto nel 2017 l'esito era il seguente:"I tracciati sono caratterizzati da un'attività di fondo a 8-9 c/s di medio voltaggio, stabile, regolare, simmetrica e reagente, frammista ad attività theta bitemporale. Isolati parossismi di attività più lenta ed ampia con aspetti aguzzi sulle regioni temporo-parietali bilateralmente con incostante prevalenza destra. L'IPN e la SLI non modificano significativamente il tracciato. "

L' EEG ultimo fatto la scorsa settimana dava il seguente esito :"Tracciati a riposo caratterizzati da un'attività di fondo a 7-9 c/s di media ampiezza prevalente sulle regioni posteriori, stabile,regolare, reagente, asimmetrica per migliore organizzazione sull'emisfero di destra ed eccesso di attività lenta di banda theta -delta con aspetti aguzzi sull'emisfero di sinistra in particolare sulle regioni temporo-parietali. L'IPN tende ad accentuare tali aspetti mentre la SLI non modifica significativamente il tracciato. " Il neurologo ha deciso di fare una risonanza magnetica dato che l'ultima risale al 2014.
Quello che voglio capire è se dato il problema di mio marito è normale fare la risonanza magnetica? I tracciati dell'EEG sono molto diversi tra loro?
Attendo un gentile riscontro, e ringrazio di cuore chiunque mi risponda, purtroppo spesso l'ansia dei risultati negli anni non passa.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

l'ultimo EEG è un po' peggiorato rispetto al penultimo, però questo non necessariamente significa un peggioramento dell'epilessia. I tracciati spesso variano in base a diverse varianti anche fisiologiche, come problemi di sonno, affaticamento fisico o psichico, emozioni, ecc.
Importante è che Suo marito non abbia crisi e che i valori di valproato nel sangue siano nel range terapeutico.
La RM del 2014 era negativa?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Buongiorno Dottore, la ringrazio molto per la sua tempestiva risposta.
La risonanza fatta nel 2014 dava il seguente esito :" non depositi emosiderinici o calcificazioni con caratteristiche di sospetto, non segnali alterati per restrizione della diffusione, nei limiti girazione e solcazione sostanza grigia. Regolari e simmetrici gli ippocampi e giri paraippocampali. Nei limiti i solchi collaterali e dei solchi temporo -occipitali ".
Il dosaggio ematico dell'acido valproico 68,7 mcg/ml ammoniemia 66 mcg/ml. Il dottore scrive inoltre modesta tendenza alla piastrinopenia ultimo valore è di 158.000.
Fortunatamente a parte sporadici episodi di intontimento e capogiro della durata di pochi secondi ai quali oramai non fa più caso, dal 5 febbraio 2011 non ha più avuto crisi.
È quindi un iter normale far rifare una nuova risonanza? Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la precedente RM era perfettamente normale.
In effetti in questi casi alcuni colleghi, prudenzialmente, consigliano un controllo RM.
Fondamentale è l'assenza di crisi ormai da più di 7 anni ed il livello normale del valproato nel sangue.
Mi sentirei di tranquillizzarvi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 509XXX

Buongiorno Dottore, non voglio assolutamente sobbarcarla di responsabilità con le mie domande, ma le sue opinioni mi aiutano in questo momento.
Secondo lei l'RM richiesto è per scongiurare il ritorno di una crisi?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

no, la RM non è richiesta per scongiurare una crisi ma per valutare se ci sono variazioni rispetto alla precedente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 509XXX

La ringrazio già da ora per la sua disponibilità e se avrà piacere le farò avere esito della RM, con la speranza che vada tutto per il meglio.

Buon pomeriggio.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

certamente, se vorrà potrà postare l’esito della RM.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 509XXX

Buonasera Dottore, sono nuovamente qui a chiederle un informazione in quanto malauguratamente ci hanno rinviato la RM tra due settimane. L' ansia purtroppo rimane e quindi le vorrei chiedere un parere su un informazione data dal neurologo a mio marito, il dottore infatti al momento della visita gli ha riferito che la RM richiesta sulla base dell'ultimo EEG fatto ha voluto fargliela fare per vedere che non ci fosse qualcosa di più importante rispetto alla patologia di cui già soffre (non ripeto il termine esatto perché preferisco per una questione mia personale) so che ovviamente da medico uno deve dare tutte le informazioni che pensa senza star la a non ledere la sensibilità del paziente, ma non trova che la stessa probabilità di ammalarmi c'è l'abbia anch'io pur non soffrendo dello stesso disturbo? Io non pretendo che lei vada contro a un suo collega ma non crede che le sue parole potessero essere poste diversamente dato che cmq l'esame gli è già stato prescritto altre volte? Capisco che noi purtroppo siamo solo dei pazienti ma.spesso le.ansie che ci vengono create possono essere davvero dolorose da sopportare! Scusi ancora per il disturbo.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non conoscendo il disturbo a cui si riferisce non posso darLe una risposta, mi spiace.
Non stia in ansia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 509XXX

Buongiorno Dottore, ho l' esito della risonanza magnetica di mio marito che qui di seguito le scrivo :" non sostanziali variazioni, non significative alterazioni dell'intensità di segnale a carico delle strutture encefaliche in sede sopra e sottotentoriale. Non depositi emosiderinici nella sequenza di suscettibilità magnetica. Non segni di eterotopia corticale
Normale e simmetrica l'aspetto delle regioni temporo mesiali.
Struttura della linea mediana in asse.
Nei confronti della precedente indagine del 2014 appare un po' più evidente la cisti da ritenzione mucosa a livello del seno mascellare sn attualmente con diametro massimo di 26 millimetri (precedente controllo 19 mm)."
Cosa ne pensa?
Nel precedente esame la.cisti non era stata menzionata. È un problema?

Attendo suo gentile riscontro. Grazie!

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la cisti da ritenzione del seno mascellare è di competenza otorino e non ha nulla a che vedere con l’epilessia ed il cervello essendo il seno mascellare al dì fuori dell’encefalo.
Faccia vedere le immagini dell’esame ad un otorino.
Per il resto, stando a quanto recita il referto, la RM è immodificata rispetto alla precedente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 509XXX

La ringrazio Dottore per il suo gentile riscontro seguirò il suo consiglio.
Le auguro una buona serata.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla,

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro