Utente 509XXX
Buongiorno , ho 37 anni e da qualche giorno, riscontro una sensazione di scosse elettriche nel corpo ( non saprei come definirla meglio) sento uno stordimento, scuotimento al livello generale quando cammino, questa cosa la sto accusando da circa 5 giorni e l'avevo collegata all'arrivo del ciclo mestruale,
Il modo per descrivere questa sensazione? Cone quando si fa vibrare una corda di violino che trema e poi si ferma.
In realtà nn sapevo se scrivere nella sezione ortopedia, perché da un Po di tempo accuso un forte dolore al piede che nn ho ancora fatto esaminare ma potrebbe essere un tunnel tarsale dai sintomi e il dolore che sento.

Fatto sta che ieri sera durante il lavoro ho sentito per tutta la sera queste scosse che durano 1 secondo e mi stordiscono, un paio di volte ho avuto la sensazione di perdere l'equilibrio e mi sono dovuta attaccare per nn cadere o sensazione di cadere.

Sono stata al pronto soccorso e dopo i test di base con controllo della pressione, cuore ecc mi hanno detto che nn dovrebbe essere un sintomo neurologico o cardiaco quindi escluso cose più serie.

Ora ovviamente dovrò andare dal medico per approfondire questa cosa, ma volevo un parere a riguardo, capire se queste scosse possono dipendere dal piede, dalla schiena ( al quale ho un' ernia espulsa, dolori lombari e contratture dolorose) o nn so.

Fatto sta che queste scosse le sento in tutto il corpo durano pochissimo e sento che includono dai piedi alla testa anche in bocca , infatti ho pensato che potesse essere anche dovuto ai denti.

Non riesco ad essere più precisa perché non mi era mai capitato e nn so bene come descrivere i sintomi.

Grazie per le eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
la sensazione che lei ha descritto intanto non dipende dall'ernia discale evidenziata a livello lombare, ma non sembra neppure, per la sua fugacità, evocare alcun sintomo neurologico definito. L'ipotesi che più immediatamente si può suffragare è che si tratti di un fenomeno psico-somatico. Ma questo scaturisce da un'attenta visita mirata ad escludere ad altre cause come ad esempio ipotensione arteriosa. Pertanto, consulti il suo medico di famiglia e ove mai il disturbo persista potrebbe rivolgersi ad uno Specialista.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Grazie dottore per la sua risposta, sarà mia premura andare dal medico, anche perché sta diventando una sensazioni davvero fastidiosa.