Utente 468XXX
Salve mia madre ha eseguito una tac cranio. Il referto è il seguente.
Aspecifica piccola iperdensità pallidale sinistra.
Cenni di iniziale leucomalacia in periventricolare e nei centri semiovali.
Cosa significa? Sono preoccupata. Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

dovrebbe specificare gentilmente l’età della Mamma e il motivo per cui ha fatto l’esame. Importante pure conoscere se la Signora è ipertesa e/o diabetica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 468XXX

La tac è stata eseguita senza contrasto. Mia madre ha 71 anni e prende un medicinale per la pressione.
Riporto il referto.
Non sono evidenti significative alterazioni tomodensirometriche focali a carico del parenchima cerebrale con carattere di attività.
Aspecifica è piccola iperdensità pallidale SN.
Cenni di iniziale leucomalacia in periventricolare e nei centri semiovali.
Minimo ampliamento su base atrofica degli spazi corticali frontali.
Sostanzialmente nella norma i restanti spazi liquorali ciateeno corticali.
Strutture mediane in asse.
Mia madre ha eseguito la tac per una cefalea che ha peggiorato, sbandamenti e dolore dietro l orecchio sinistro,nell osso.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i reperti riscontrati alla TC non sono responsabili della cefalea, che avrà altre cause.
Tutto sommato non c’è nulla di particolarmente grave ma è chiaro che debba rivolgersi ad un neurologo sia per fare visionare le immagini dell’esame sia per avere una valutazione clinica diretta.
Infatti la minuta iperdensità è aspecifica, nulla d’importante.
Iniziale "leucomalacia" significa, iniziale sofferenza della sostanza bianca dovuta generalmente a lieve deficit di ossigenazione di quelle aree citate nel referto.
Il neurologo Le dirà tutto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 468XXX

Grazie Dottore per la sua risposta. Purtroppo il medico da cui sono stata non è riuscito a veder tutte le immagini contenute nel cd. Ha visto solo la parte frontale e la testa vista dall alto.. Le immagini laterali no. Mi consiglia di far veder il cd ad un altro medico? Quella minuta iperdensità non merita un approfondimento con la risonanza? Grazie in anticipo

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

qualora non sia stato un neurologo a vedere le immagini dell’esame è consigliabile farlo, l’esperienza con questi esami è certamente maggiore.
Riguardo un approfondimento con RM sarà il neurologo stesso a consigliarlo o meno. In base a quanto recita il referto non sarebbe necessario, ovviamente lo dico senza vedere le immagini.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 468XXX

Si il cd l'ha visto un neurologo. E ha dichiarato la presenza di una sofferenza vascolare.
Io non essendo del mestiere, non so se siano sufficienti le immagini che ha visto, come le ho detto è riuscito a veder solo la parte frontale e dall alto. Le immagini laterali invece no.
Per questo motivo chiedevo se fosse necessario far vedere le immagini ad un altro Specialista. Grazie Dottore per la sua disponibilità.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le immagini vanno viste in maniera completa, se ha l'opportunità di farle visionare ad un altro neurologo è preferibile, altrimenti, in base al referto, potrebbe stare tranquilla, nel senso che non vengono descritte immagini dubbie.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 468XXX

Grazie mille Dottore. Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 468XXX

Salve Dottore. Scusi se la disturbo ancora. Per una maggior sicurezza farò visionare la tac ad uno altro Specialista. Volevo chiederle se era possibile farla visionare da un neurochirurgo. Siccome i prezzi dei neurologi qui sono molto più alti rispetto ai neurologi e ha dovuto affrontare già diverse spese, volevo saper se andava bene anche rivolgermi ad un neurochirurgo per la visione delle immagini. Grazie Dottore per l attenzione..

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

potrebbe andare bene anche il neurochirurgo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 468XXX

Salve Dottore. Ne approfitto un'altra volta della sua disponibilità. Ho fatto vedere la tac ad un neurochirurgo e sostiene che le immagini sono in linea con il cervello di una settantenne. E per quanto riguarda l'iperdensita riscontrata alla tac sostiene che non sia nulla di preoccupante, che potrebbe trattarsi di una calcificazione o un angioma. Consiglia una risonanza tra 4/5 mesi. Nel momemto in cui ho fatto presente che la paziente era molto ansiosa e se si poteva far ora l' esame per escludere qualsiasi dubbio, ha risposto che ora non serviva farla ma che era opportuno eseguirla tra 4/5 mesi.
Lo so che lei non può entrare nella testa altrui, ma perché farla ora non servirebbe? Non si potrebbe eseguire ora l esame e poi ripeterlo a distanza di qualche mese? Grazie per l attenzione Dottore.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

probabilmente il neurochirurgo ha dato quella risposta perché in effetti non c'è urgenza considerati i reperti della TC, mentre tra 4-5 mesi l'esame è utile anche per evidenziare eventuali differenze con l'esame attuale.
Poi nulla vieta di effettuare una RM ora e una tra 4-5 mesi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 468XXX

Grazie mille Dottore per la risposta. Buona giornata.

[#15] dopo  
Utente 468XXX

Salve Dottore, volevo farle un ultima domanda. Mia madre è un soggetto ansioso e soffre di claustrofobia perciò ho chiesto in un centro se fosse possibile fare la Rmn encefalo con la risonanza aperta ma mi hanno risposto dicendo che la risonanza all cefalo va eseguita con il macchinario chiuso perché solo la risonanza chiusa è ad alto campo. Ho fatto delle ricerche e in un altro centro hanno a disposizione la risonanza aperta ad alto campo siemes magnetom espree 1.5 e mi hanno preso l appuntamento. Quindi volevo un suo parere. Non so se il primo centro ha voluto tirare l acqua al suo mulino o se effettivamente è consigliabile l esecuzione Dell esame con la risonanza chiusa. Grazie in anticipo.

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

in effetti la maggioranza delle RM aperte è a basso campo magnetico e non sono molte quelle "aperte" ad alto campo per cui noi consigliamo le macchine "chiuse" ma se Lei è riuscita a trovare una macchina aperta ad alto campo va benissimo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 468XXX

Grazie Dottore per la sua risposta. Il medico ha prescritto una risonanza Senza contrasto, il mio timore perché ci sono gia passata in prima persona, é che magari non sia sufficiente per capire la natura della piccola formazione e che debba rieseguire l esame e qui da noi i tempi di attesa sono veramente lunghi. Il medico di base ha fatto capire che sarebbe stato meglio eseguirla col mezzo di contrasto. Quindi non so se riandare dal neurochirurgo per chiedere la modifica Dell impegnativa o se eseguire semplicemente ciò che ha consigliato lui. Vorrei un suo parere.. Grazie per la pazienza.

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

una RM con mezzo di contrasto sarebbe preferibile per chiarire definitivamente la natura della piccola iperdensità riscontrata alla TC, tuttavia il neurochirurgo ha il vantaggio di avere visionato le immagini per cui è sicuro dell'entità del problema.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 468XXX

Grazie Dottore. Cordiali saluti