Utente 523XXX
Buonasera dottori,
So già di essere probabilmente nella categoria sbagliata, ma vi supplico di aiutarmi. Sono in Erasmus in Germania e non posso andare dal mio medico di base al momento. Sono in un periodo di forte ansia a causa degli esami, e premetto anche di essere una persona estremamente ipocondriaca che tende a somatizzare. Da un mese non vivo quasi piú, da un leggero dolore muscolare al polpaccio (per l'ansia??) sono entrata in un tunnel buio, i sintomi (che suppongo siano psicosomatici) sono scoppiati da lí, all'avambraccio destro, alla gamba, alla schiena e per un paio di giorni ho sofferto di formicoli in tutto il corpo quando stavo sdraiata, il bolo isterico alla gola che non mi lascia mai e passo troppo tempo a deprimermi e non trovo le forze di studiare. Ogni giorno ce n'è una nuova. Oggi mi terrorizza l'avabraccio destro, sembra tipo intorpidito, non formicolante. Io non so piu cosa fare.

Penso sempre a malattie estreme e il mio dottore di base mi aveva già consigliato lo psicologo per questa ipocondria, ma non l'ho fatto.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Cara ragazza,
dalla descrizione della tua vaga quanto estesa sintomatologia emerge in maniera evidente che tu sia affetta da un disturbo d'ansia di malattia, come viene attualmente definita la vecchia "ipocondria". Posso solo rassicurarti dicendoti che una malattia neurologica è molto più definita ed orientata su precisi segmenti scheletrici. Placa la tua ansia e ti consiglio di leggere questo mio articolo al riguardo e di cui ti allego il link.
Cordialmente.
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-la-paura-delle-malattie-neurodegenerative-fa-male-al-cuore.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 523XXX

Buonasera,
Grazie dottore per la tempestiva risposta. Sarà che trovandomi qua in Germania lontana dalla dalla famiglia (e dottore!!!!) mi sento cosí vulnerabile. Purtroppo sono a conoscenza della mia forte ipocondria e tedenza a sintomatizzare, ma non avevo mai "sintomatizzato" (spero) i muscoli, ed è una situazione del tutto nuova per me e non so come reagire.

Per il momento mi consiglia di stare piú tranquilla? Quando torno in Italia andró sicuro dal medico di base se la cosa non migliora.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Brava!
Impegnati nello studio e cerca di trarre il massimo beneficio da questa esperienza formativa, senza somatizzare. Per il dolore al muscolo, che può avere una banalissima causa di fatica, può essere sufficiente anche un semplice antalgico.
Auguri per i tuoi studi
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 523XXX

La ringrazio infinitamente dottore, già dopo le sue risposte sembra anche essersi leggermente attenuato questo dolore al braccio! Spero di trovare le energie necessarie per andare oltre questo blocco. Ancora grazie infinite e buon lavoro!

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Seher gut!
Buona permanenza in Germania
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 523XXX

Dottore aiuto!!!! Non ce la faccio piu!!!!!! Questi formicoli continuano soprattutto se si penso, è un misto tra un prurito e tipo il morso di un insetto, non saprei. Non vivo piú, ogni giorno un sintomo diverso, sparisce uno e ne viene un altro. Non sono cose invalidanti, è solo che io le sento e mi deprimo. Ho chiamato il mio medico per il polaccio (se ricorda) e ha detto di mettere il voltaren............. da ieri ho anche difficoltà a digerire e inappetenza. Non che io sia nuova alle somatizzazioni, ma io non ce la faccio piu! Sono in vacanza in un'altra città e penso sempre al peggio.

Scusi dottore, so che sono esagerata ma non vivo piú.
Grazie mille

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara ragazza,
sei di nuovo con il tuo disturbo di ansia di malattia!
Non è del tutto da escludere che alla base vi possa essere qualche disturbo organico che è amplificato dalla tua iperestesia emotiva. Per esempio, il prurito potrebbe avere un'origine su base allergica così come il dolore alla gamba potrebbe essere legato ad una forma leggera di sciatica. Comprendo che nella situazione in cui ti trovi attualmente non ti sia semplice ricorrere ad un'assistenza medica, ma penso di poterti tranquillizzare dicendoti che l'insieme dei disturbi che hai riferito non esprimono nessuna definita malattia neurologica di cui preoccuparsi.
A proposito in che città tedesca ti trovi?
Un affettuoso saluto
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 523XXX

Buona sera dottore!
Ultimamente sto cercando di tranquillizzarmi che in cuor mio so di essere in ansia e basta, ma è come se dentro la mia testa ci fosse qualcuno a dirmi "e se non fosse cosí?".
Ero in vacanza a F ssen per vedere il castello di Neuschweinstein, e dottore, doveva vedere come scarpinavo tra i sentieri innevati in scioltezza, e tutti i miei sintomi sparivano! Poi tornavo in hotel e le fisse tornavano, e giù di formicolii!!!
Grazie ancora comunque, sempre disponibilissimo e gentile, grazie :-)

[#9] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
E tu prova a dire a questo qualcuno che ti suggestiona in maniera negativa: Non c'è nulla...non rompere! e ripensa a quando scarpinavi disinvolta lungo i sentieri innevati, perché le malattie non vengono a scatti comparendo e scomparendo!
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it