Utente 540XXX
Buonasera a tutti i professionisti che vorrano rispondermi.

Uomo, 26 anni, 4 anni fa ho avuto disturbi sensitivi alle ultime due dita della mano dx che sono refrediti spontaneamente.
1 anno fa ritorno dello stesso disturbo piu disturbi sensitivi anche alla coscia sn. Mi sottopongo ad rm emcefalo e midollo che documenta due lesioni mjdollari cervicali che prendono contrasto. Ricoverato per accertamenti, pev e pess nella norma, liquor negativo e bande profilo 0 assenti. Due rm di controllo a disyanza di 10 mesi mostrano lo stesso quadro con sfumata captazione amche dopo 10 mesi. Si paventa, oltre all ipotesi di sm, un'anomalia vascolare. Può essere possibile a vostro avviso? Inoltre, da circa un anno, prima di essere ricoverato noto un'ipotrofia alla base del 5 dito della mano dx. Puo essere causata dalle lesioni midollari in C4 C5 e C5 C6, o devo pensare ad altro? Durente il ricovero ho svolto anche ENG EMG AASS. per quanto riguarda la Eng i valori di conduzione motoria e sensitiva sono nella norma, per quanto riguarda la Emg rileva una sofferemza neurogena cronica C6 T1 bilaterale.

Grazie per le risposte

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
E' francamente difficile poter fornire una univoca risposta alla Sua richiesta di consulto, parallelamente allo stesso atteggiamento interlocutorio assunto dai Colleghi che la stanno seguendo. L'esordio clinico della sclerosi multipla potrebbe essere rappresentato dai disturbi sensitivi che ha descritto nel suo resoconto anamnestico, ma che non ha trovato pieno riscontro nelle indagini eseguite (PESS e bande oligoclonali nella norma). E' stata considerata l'ipotesi di un'angiografia midollare per escludere una MAV midollare?
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 540XXX

Buongiorno dottore,
L'ipotesi di anomalia vascolare è stata avanzata dal radiologo nell'ultimo controllo di fine gennaio. L'ha visionata sia il neuroradiologo interventista del cemtro sm di pozzilli, sia quello del san camillo di roma che hanno detto che per l'angiografia non vi è assolitamente indicazione, in quanto rimanevano scettici a riguardo, immagino per le caratteristiche morfologiche e le dimensioni subcentimetriche.