Utente
Buongiorno gentili Dottori,
vi scrivo per chiedere un vostro gentile parere.
Diagnosi: ansia generalizzata e ipocondria.
Sono in cura (fase finale) con tcc, presso uno psicoterapeuta.
Ho fatto visite presso neurologi entrambi non hanno riscontrato nulla. Tac e RM encefalo eseguite pochi mesi orsono: negative.
Esami sangue e endocrinologici (eseguiti pochi mesi fa) i: negativi.
Gastroscopia e eco addome: negativi.

I miei sintomi sono: stanchezza e sonnolenza anche improvvise (pomeriggio, sera presto, nonostante io dorma regolarmente le mie 8 ore a notte)
ansia con paura delle malattie soprattutto psichiatriche e neurologiche, accompagnata da inappetenza, vertigini, derealizzazione o senso di irrealtà che perdura anche tutto il giorno/i/mesi soprattutto se ci penso. Mi spavento tantissimo e temo di essere in preda alla perdita di controllo e di stare per impazzire.. per cui si instaura un circolo vizioso.
Che si alimenta anche del timore di avere crisi epilettiche, forse. E qui arrivo al punto.
Nel corso della mia vita, ricordo che il sintomo di derealizzazione, l'ho sempre avuto, sin da bambina. Molto raramente. Ma lo avevo già. Inoltre, ho avuto in vita mia circa 3 o 4 episodi in cui improvvisamente avvertivo come un senso di svenimento, con forte derealizzazione, disturbi visivi come lucine fluorescenti o visione piu scura, senso di debolezza gambe e come sonnolenza "sugli occhi", stordimento e confusione. Paura e terrore. Dopo pochi secondi/minuti, questi sintomi scemavano lasciandomi una tremarella dalla paura. Non ho mai perso conoscenza. A volte pensavo fosse emicrania con aura, ma non avvertivo il dolore alla testa. Per contro, forte derealizzazione, quella si.
Ho sempre pensato fossero piccole crisi epilettiche.
I miei dottori, hanno sempre escluso la cosa dicendo che erano semplici cali pressori dovuti anche allo stress e ansia.
Secondo voi, potevano essere crisi epilettiche?
Ultima, pochi mesi fa, improvvisa crisi di derealizzazione, durata pochi secondi, in cui mi sentivo svenire tanto era forte. Scemata in alcuni secondi dopo che sono uscita a prendere aria fresca.

Che ne pensate?

Grazie mille in anticipo per le vostre gentili risposte.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

è difficile dare un parere a distanza in merito al quesito legittimo che pone.
Come impressione generale gli episodi che ben riferisce non sembrerebbero di tipo epilettico, sembrerebbe più probabile l’origine psichica, tuttavia da questa postazione non è possibile dare certezze.
Questa impressione però è confermata dagli specialisti a cui si è rivolta, è questo è fondamentale. Mi pare che non abbia mai effettuato un EEG, probabilmente perché non è stato ritenuto utile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dott. Ferraloro,

la ringrazio infinitamente per il suo prezioso parere! Grazie mille! Lei è bravissimo e anche molto molto gentile!!

In effetti non hanno ritenuto opportuno, farmi esami come eeg.
Solo il mio psicoterapueta, me l'ha consigliato, per tranquillizzarmi. Ma ho troppa paura del risultato. Lui mi ha assicurato che sarebbe stato negativo. Ma io non voglio farlo perché mi agiterei tantissimo e i valori sono sicura sarebbero tutti sballati!
Ma io mi chiedo, questa benedetta derealizzazione, che a volte mi viene cosi forte e improvvisa per pochi secondi (che sembrano non finire mai), non è grave? Anche su questo punto, medico, psichiatra e psicoterapeuta, non hanno mai dato importanza.. Ma io muoio di paura.. Temo che siano mini crisi epilettiche (le ho pensate tutte, a dire il vero). Sono fortissime, sembra realmente come di essere in un film, anche i colori sembrano piu marcati.. tutto perde di familiarità, è terrificante!! Poi altre volte è meno intensa ma perdura per piu tempo, ore giorni o mesi, lasciando spazio a momenti di spensieratezza in cui mi sento bene. Altri sintomi, poi sono per esempio che a volte, sento come un gusto di qualcosa da mangiare. Tipo appena sveglia, avevo il gusto di un dessert. Nel pomeriggio, di un'altra cosa da mangiare.. oppure un altro sintomo è sentirmi a volte come se caldo alla pelle, come se avessi preso molto sole.. queste cose mi spaventano perchè penso che siano sintomi da ricondurre ad episodi epilettici. Non sono mai seguiti da svenimenti o altro, però.
In ultimo, ho sofferto di paralisi del sonno, e simili. Nel senso che nel dormiveglia, avevo un movimento involontario della bocca (di cui mi rendevo conto), come spasmi, il movimento era come se dessi un bacio, per intenderci, ed era veloce e come incontrollabile, come uno spasmo. In quel periodo ero nella fase critica dell'ansia ed ero molto stressata. Anche qui, nessuno diede importanza. Ma io pensavo che forse potevano essere anche queste, come piccole crisi epilettiche..
Questo è il mio triste quadro della situazione.
Tralascio ovviamente la lista infinita di sintomi come mal di stomaco, nausea, vertigini (diagnosi otorino, vppb), senso di confusione, tachicardia, acufeni e mille paure varie..

La ringrazio di tutto cuore per il suo prezioso ascolto e se vorrà dirmi che ne pensa di tutti questi sintomi che mi terrorizzano.

Un cordiale saluto!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

proprio la molteplicità dei sintomi fanno escludere la loro natura epilettica, infatti un'epilessia focale senza perdita di coscienza si può manifestare con un solo sintomo e sempre con quello.
La stessa derealizzazione di tipo epilettico non può durare "ore, giorni o mesi", non esiste un'epilessia con questa durata.
A questo punto non escluderei una forma ossessiva.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio tanto, Dottor Ferraloro.

La mia paura nasce proprio per la rapidità con cui queste "crisi" di derealizzazione si esauriscono. Sono brevi ma intensissime. Di colpo tutto sembra come irreale e ci si sente impazzire per la paura. Poi iniziano i sintomi del panico, con tremori ecc.
A volte, alcuni sintomi come sentirsi svenire e avere "aura" visiva, precedevano di poco questi momenti intensi di derealizzazione.

Mentre "l'altra" derealizzazione che mi perdura per ore, giorni o mesi, è meno intensa, ma sempre bruttissima. Ci si sente come distaccati, ma è non è cosi "improvvisa e intensa", diciamo. Rimane comunque il peggior sintomo mai provato in vita mia. Sarà pure innocuo come dicono, ma ci si sente proprio impazzire.

Per la natura ossessiva, ci ho pensato anch'io, solo che io non mi faccio domande "esistenziali". La "vivo" e la sopporto pregando che passi. Perchè tutto è irreale e mi spavento da morire. Non mi godo niente, nè un'uscita, nè una serata a casa.. è terribile. Non bastano tutte le rassicurazioni da medici e da amiche che hanno provato la stessa cosa.. Spero mi passi alla svelta e che il mio psicoterapeuta sappia bene quello che fa, terminando il nostro percorso, con me in queste condizioni..

Dottore lei è davvero bravissimo. Leggo le sue risposte anche in altri consulti, e le faccio i miei complimenti per la sua bravura, gentilezza e per il garbo che mette sempre nelle sue risposte.

Un grazie infinito ancora e mi scusi se l'assillo con le mie mille precisazioni..Ho sempre la paura di spiegarmi male e che vengano sottovalutati i miei sintomi.. L'ipocondria ... se solo passasse!

Un cordiale saluto

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, grazie a Lei per le parole di stima.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dottor Ferraloro,

torno da lei per chiederle ancora una volta un suo gentile parere in merito alla sintomatologia sopra descritta.
Oggi, ho avuto nuovamente questi momenti (secondi 10 / 15 circa) in cui mi sono sentita veramente un forte senso di irrealtà che aumentava sempre piu fino a scomparire una volta mi sono "mossa" per cercare di distrarmi (ma non so se scemava per questo o perché doveva andar via comunque).
È iniziato in modo leggero, diciamo. Io ci pensavo e "entravo" sempre piu nel sintomo di derealizzazione sino alla paura di non saper piu gestirlo e infatti mi sentivo completamente staccata dalla realtà, gli oggetti, mio marito, tutto era estraneo, come di un altro pianeta, è difficile da spiegare ma ho avuto molta paura (come sempre, pensi che io, ipocondriaca, per un mal di stomaco immagino e temo già il mio funerale, pensi con una crisi di derealizzazione cosi intensa!), ho avuto molta paura anche perchè poi avevo -forse- fotosensibilità, vedevo una lumino rosso una volta passata la crisi e poi tremarella e scarica di dissenteria, sensazione di senso di irrealta nella giornata, soprattutto se ci penso e mi ci fisso.
Ho provato a non dar peso non essendo la prima volta che mi capita, e tutte le rassicurazioni ricevute da medici ecc ecc.. ma ora temo davvero si trattasse di mini crisi epilettiche coscienti parziali.
Lei che è un bravissimo medico, che ne pensa?
L'eeg lo farò, farò anche questo milionesimo esame ( se il dottore accetterà di prescrivermelo).
Ma nel frattempo, lei cosa ne pensa?

Grazie infinite e un augurio di buona serata.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

a me il disturbo sembra di origine ansiosa, tuttavia, essendo questo solo un parere a distanza, un EEG è senz'altro indicato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Ferraloro,
ancora un grazie infinito e con tutto il cuore per la sua gentile risposta.

Ieri sono stata dal mio medico di base e mi ha detto la stessa cosa. È per lui di origine ansiosa. Che il giorno in cui smetterò di spaventarmi e capirò che non sono sintomi allarmanti e di malattie gravi, tutto pian piano si dissiperà.
Gli ho chiesto di prescrivermi un eeg, ma lui, come immaginavo, non ha ritenuto opportuno e anzi secondo lui sarebbe anti terapeutico vista la mia ipocondria.
È sicuro che i milioni di sintomi che ho, compreso questi momenti di "distacco" per me terrificanti, sono tutti espressioni di ansia e ipocondria. Anche perchè tutti gli esami effettuati (tra cui anche visita neurologica e rm encefalo) sono perfetti. O almeno, evidenziano ansia e ipocondria e nient'altro.
Per cui il mio medico mi ha detto, se dovesse ricapitarmi (e succederà perché se ci penso, torna!) devo cercare di non spaventarmi, di ricordarmi che è "solo" ansia anche se sembra che stai letteralmente impazzendo, non catastrofizzare, distrarmi con cose manuali e fisiche (sport, cucinare..) e una volta passato, non pensarci piu.
Io ci proverò, anche se ogni volta è come se fosse la prima e muoio di paura.

Lei è un bravissimo medico, la ringrazio per il tempo che mi dedica ogni volta (e devo dire anche che ci azzecca sempre!!).

Un cordiale saluto, le auguro buona giornata!

[#9] dopo  
Utente
Mi scusi dimenticavo di aggiungere che, questa mia paura che fossero mini crisi epilettiche, è sempre esistita in quanto, fin da piccola (10-15 anni) oltre ad aver avuto qualche episodio di senso di irrealtà, avevo anche (pochissime volte) flash o luci come scotomi, gialli, che prendevano gran parte del campo visivo, per alcuni minuti (10/30) e non avevo altri sintomi. Pensavo a un'emicrania con aura, ma non ricordo di aver avuto mal di testa. E le ultime volte che mi successe, 20 e 10 anni fa, questi flash visivi che occupavano quasi tutto il campo visivo, venivano accompagnati da queste fortissime derealizzazioni o senso di irrealtà, per poi sparire e stare bene dopo alcuni minuti circa 10 o 20 minuti. L ultima volta, ebbi anche un calo dell'udito con dei fischi e senso di forte debolezza. Visione piu "scura" e bisogno di sedermi o coricarmi.
Il dottore anzi i dottori hanno sempre escluso la mia tesi e hanno sempre dato la colpa a cali di zuccheri o sbalzi pressori che poi piu in la con l'eta venivano amplificati dalla mia ansia e divenivano come dei mini attacchi di panico. E ci può stare.. Ma ci tenevo avere anche un suo parere su questi punti!

Ancora un grazie sentito.

Buona giornata!

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

come informazione in generale Le posso dire che esistono anche le aure visive senza cefalea, con questo non voglio dire che sia il suo caso però potrebbe essere un’ipotesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Grazie mille Dottor Ferraloro per la sua pazienza e per le risposte ai miei mille quesiti sui miei milioni di sintomi!
Quindi, se fossero stati episodi di TIA o simili, e se avessi il fpo si sarebbero visti dalla RM fatta 5 mesi fa e dalla tac alla testa fatta 6 mesi fa?
Come si diagnostica il fpo?
Io dal cardiologo, un paio di mesi fa ho fatto visita completa con ecg, eco al cuore ed alle vene principali collo e ventre. Ed era tutto ok.
Questi flash luminosi possono essere sintomo di:
indigestione
disidratazione
ansia
stanchezza
sonnolenza
epilessia?
Perchè spesso venivano accompagnati fa fortissimo senso di irrealtà e sensazione di svenimento o di impazzire o di morire.. Mi spaventano da morire.

Grazie di cuore, poi non farò più domande. Devo darmi una calmata.
Ma questo sito, per chi è ipocondriaco, è favoloso!! Voi siete davvero bravissimi avete tanta pazienza!

Un cordiale saluto e un augurio di buona giornata!

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la diagnosi del PFO non si fa con la RM encefalica ma con l'ecocardiogramma, meglio se per via transesofagea. Un'ottima alternativa non invasiva è il doppler transcranico con mezzo contrasto gassoso.
Riguardo i TIA, spesso la RM encefalica è pulita ma ciò non esclude la loro presenza la cui diagnosi diventa clinica, cioè con visita neurologica ed anamnesi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
La ringrazio tantissimo Dottor Ferraloro, lei è davvero molto, molto gentile a dedicarmi un pò del suo tempo!

Secondo lei, quindi, se la mia visita neurologica è stata negativa, può escludersi un pfo o una tia?
Qual'è la sua idea in generale in merito a tutti i miei sintomi sopra descritti?
E se dovesse venirmi di nuovo l'aura visiva o scotomi?
Sono un sintomo grave? A cosa possono essere dovuti?

Grazie di cuore Dottor Ferraloro.
Buona giornata

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

purtroppo una visita neurologica negativa non esclude un PFO o un TIA, questa come informazione generale.
Le aure visive non hanno una causa nota, spesso possono essere scatenate da stress psicofisico.
Nel Suo caso la componente ansiosa è predominante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Neanche dalla tac che ho fatto 6 mesi fa, si vedrebbe una tia o un problema del genere?

GRAZIE INFINITE

[#16] dopo  
Utente
Dottore mi scusi io due mesi fa dal cardiologo ho fatto anche l'ecocardiogramma. Si sarebbe visto? Faccio questa visita ogni anno e mezzo circa.

Comunque ha ragione e anzi, lo riconosco che l'ansia e la mia ipocondria sono sicuramente alla base di tutti questi sintomi che ho.
Stasera sono andata a camminare.. se sapesse, Dottore, le vertigini, senso di instabilità, mi sembrava di essere ubriaca e di camminare sul morbido.. un senso di confusione... Io che non bevo, non fumo che sono attenta a tutto!! E sto cosi.
Mi faccio coraggio e vado avanti, cerco di non pensare a cause gravi.. ma è una lotta quasi continua. E un giorno ho attimi di scotomi, e un altro giorno tachicardia, un altro giorno ancora nausea e vomito, un altro ancora senso di irrealtà e ubriachezza, poi paralisi del sonno, poi vertigini, poi dissenteria, poi paura di qua, paura su, paura giu..se non ho sintomi il mio corpo se li inventa.. ormai spero di aver esaurito le idee su nuovi sintomi o malattie perchè veramente è molto stancante oltre che spaventoso. Arrivo a sera che sono sfinita. Come tocco il letto, dormo come un sasso sino al mattino. E mi sveglio stanca.. Dottore mi scusi lo sfogo!!

Grazie infinite ancora e le mie scuse per le infinite domande!

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

solo raramente gli esami di neuroimaging come TC o RM possono evidenziare un TIA, solitamente questi non lasciano traccia.
Al cardiologo deve specificare la ricerca del PFO, poi sarà lo specialista ad indirizzare verso l’esame più appropriato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
La ringrazio. Secondo lei, dai sintomi da me elencati, puo' essersi trattato di un TIA?

Grazie e un cordiale saluto

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sembrerebbe poco probabile l'ipotesi di un TIA.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
La ringrazio, Dott. Ferraloro.
Quindi a cosa sarebbero dovuti i miei sintomi tremendi che ho descritto, secondo il suo parere? Sempre ad ansia? Ma se davvero cosi, può l'ansia farti sentire cosi male con sintomi cosi forti che ti sembra davvero di impazzire e perdere il controllo?

Grazie, davvero grazie di cuore.

Buona giornata!

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

i medici che l’hanno visitata concordano tutti sull’origine ansiosa dei Suoi disturbi.

"può l'ansia farti sentire cosi male con sintomi cosi forti che ti sembra davvero di impazzire e perdere il controllo?" in generale certamente è possibile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
La ringrazio tantissimo.
Ha ragione.
E io devo mettermelo nella zucca e smetterla di cercare e stare attentissima a tutti i sintomi e di farmi (involontariamente) venire ansia e andare nel panico. Ce la metterò tutta.

Lei un medico davvero eccezionale, sempre molto gentile e tanto, tanto paziente!

La ringrazio con tutto il cuore, davvero.
Le auguro uno stupendo fine settimana.

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie, buon fine settimana anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro