Fascicolazioni ed intorpidimento gamba sn paura sla e sm

Salve gentili Dottori, richiedo questo consulto in quanto è da qualche settimana che ho delle fascicolazioni prevalentemente alla gamba sn (ma anche talvolta alla destra, glutei e arti sup) localizzate per lo più sulla coscia anteriore ad al polpaccio, percepite come guizzi del muscolo della durata di circa un secondo. Queste si presentano in più momenti della giornata ma principalmente quando sono a riposo o, ci ho fatto caso, dopo che prendo il caffè ma diminuiscono se assumo ansiolitici; inoltre di notte dormo serenamente senza percepire alcun fastidio e, almeno mi pare, di non avere alcun problema se sono distratto. Percepisco inoltre uno strano senso di intorpidimento ed affaticamento all'arto in questione ma senza effettivi deficit di forza in quanto riesco a fare tutti i movimenti e gli spostamenti senza problemi. Anche alcune procedure neurologiche da me effettuate come il Babinski, camminata su punte e talloni, equilibrio sono perfettamente normali, così come gli arti sup stesi davanti a me in posizione eretta o degli inferiori in posizione supina con questi ultimi sollevati, rimangono paralleli senza nessuno slivellamento tipico di una malattia del motoneurone. Aggiungo inoltre che a questi sintomi talvolta si associa una sensazione di stanchezza oculare, principalmente all'occhio sinistro, con sensazione di vedere delle ombre in visione periferica ma credo che sia una mia soggezione in quanto quando sono distratto non accuso nessuno dei problemi sopra citati. Essendo infermiere in un centro diagnostico mi feci fare da dei colleghi tecnici di radiologia una rm encefalo senza mdc per vertigini risultata negativa, se pur su una con campo 0, 4 tesla (ma a detta dei colleghi venne incredibilmente nitida, con sorpresa degli stessi). Ritengo fondamentale riferire che sono un soggetto ansioso e decisamente ipocondriaco (forse proprio a causa del mio lavoro purtroppo), in cura presso uno psichiatra ed in terapia con Zoloft 100mg e Zarelis 75mg. Alla luce di quanto da me scritto e con i limiti del consulto a distanza, gradirei cortesemente un vostro parere in merito in quanto vista la mia ansia sono terrorizzato dal pensiero di avere una SLA o la SM.
Grazie dell'attenzione.
Saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non vedo alcun motivo di preoccupazione riguardo le malattie che teme. Le caratteristiche che descrive infatti non orientano in tal senso. La sintomatologia sembra tipicamente ansiosa, peraltro il tentativo di autodiagnosi mediante delle prove è un chiaro sintomo ansioso di per sé.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta Dottore.
Si infatti avevo precisato che sono un soggetto patologicamente ansioso. A tal proposito, posso chiederle come può l'ansia generare questi guizzi continui ai muscoli riguardanti princioalmente una sola gamba? E come mai percepisco proprio la stessa più affaticata e pesante nonostante non pare che io abbia effettivi deficit motori?
Aggiungo che ho effettuato analisi ematici per elettroliti e cpk (viste le fascicolazioni) risultati nella norma e vitamina D a 26 con range di normalità tra 30-100, insufficienza 21-29 e carenza <20, può essere una causa?
Mi scuso per il tedio, la ringrazio in anticipo per l'attenzione e l'eventuale risposta.
Saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

il meccanismo con cui s'instaura il sintomo non è chiaro, c’è un aumento dell'eccitabilità neuromuscolare.
Il deficit di vitamina D può essere una causa di fascicolazioni.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno, mi scuso per il disturbo, la sintomatologia non è ancora regredita! Continuano le fascicolazioni alla gamba sn che mi accompagnano per buona parte della giornata e si acutizzano nei momenti di maggiore ansia localizzate prevalentemente al polpaccio e coscia, talvolta, anche se molto più raramente alla dx, agli arti superiori ed ai glutei. Persiste anche il senso di debolezza e stanchezza muscolare sempre al polpaccio ed alla coscia della solita gamba sn, molto meno all'arto superiore destro, ma senza comunque problemi effettivi nel compiere azioni quotidiane o sollevare pesi. Se ci fosse stato un segno di malattia del motoneurone i test di Mingazzini sia in ortostasi che supino avrebbero dovuto alterarsi giusto? Compresa la positività al Babinski!? Per non parlare dell'effettivo deficit motorio non solo di una percezione di debolezza e dell'intermittenza della sintomatologia. Sono abbastanza nel panico, pertanto chiedo il suo parere per una eventuale tranquillizzazione in prospettiva di prenotare una visita sia con un neurologo (per sicurezza) che con il mio psichiatra per una rivalutazione di questa sintomatologia.
Grazie ancora dell'attenzione
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi pare di averLa tranquillizzata già nella prima risposta.
Il fattore tempo, capisco che possa creare preoccupazioni, dal nostro punto di vista non cambia nulla, potendo il disturbo durare anche settimane e mesi.
Effettui la visita neurologica.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Si ha ragione Dottore, cercavo solamente una risposta più precisa alle mie domande al solo scopo di poterci fare riferimento e tranquillizzarmi in caso di nuovi attacchi acuti di ansia in attesa della visita neurologica. Grazie ancora per la risposta e rinnovo le scuse per il disturbo
[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore mi perdoni nuovamente, ma sono, ahimé, di nuovo nel panico, non sa quanto speri che venga settimana prossima per poter effettuare una visita neurologica il prima possibile. Praticamente nei miei erronei e quasi sicuramente mal eseguiti test neurologici per cercare "prove" di tranquillità ho riscontrato un Hoffman positivo in entrambe le mani ed un Babinski nel quale le dita nè si estroflettono nè si "arricciano" bensì si allineano per così dire, oggi invece si piegavano normalmente verso il basso (ma forse perché oggi ho decisamente sovrastimolato la pianta del piede).
Per quanto sia perfettamente a conoscenza del meccanismo e spirale dell'ansia nella quale le rassicurazioni possano peggiorare la situazione, quando sono in queste condizioni non riesco proprio a vivere serenamente senza un parere costruttivo e motivato in attesa della visita definitiva. Per questo le chiedo cortesemente di assecondare un'ultima volta questa mia richiesta di spiegazione dei sintomi e del perché tale sintomatologia (nei limiti del consulto online) non orienti verso le diagnosi così tanto temute, anche alla luce dei test e di quanto descritto in questa e nelle precedenti repliche.
Nello scusarmi per la tediosità e pesantezza causate dalla mia tanto odiata condizione psicologica, la rinrazio di cuore per l'attenzione e la pazienza.
Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Dottore ho prenotato una visita neurologica tra due giorni ma non riesco a tranquillizzarmi abbastanza se non facendo ricorso ad ansiolitici. Potrebbe cortesemente rispondere alle mie domande precedenti? Non voglio disturbarla ma un Suo parere più approfondito mi sarebbe incredibilmente di supporto.
Grazie ancora
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non rispondo ad autovalutazioni che non hanno alcun senso e alcun valore scientifico e rappresentano solo un sintomo ansioso, mi spiace.
Se vuole può farmi sapere l’esito della visita neurologica.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione Dottore chiedo scusa, ma come sicuramente saprà in caso di attacchi acuti di ansia si perde la freddezza e una parte di razionalità purtroppo. Comunque mi sono recato dal mio medico di famiglia in attesa della visita specialistica che mi ha fatto, per mia tranquillità, i test di Mingazzini ed il Babinski, risultato negativo ma iporeattivo e con alluce muto; inoltre ha valutato i riflessi osteotendinei patellari risultati abbastanza vivaci ma, vista l'assenza di deficit e, a detta sua, di segni piramidali evidenti, ha imputato il tutto a questa mia forte ansia(fascicolazioni comprese, che adesso si estendono anche alla gamba destra oltre che coscia e polpaccio sn). Lei che ne pensa? La sua ipotesi è compatibile con i reperti da lui rinvenuti in visita? Posso quindi aspettare in tranquillità la visita neurologica?
Grazie ancora per la disponibilità e soprattutto per la pazienza!
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Certamente, può aspettare tranquillamente la visita neurologica.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve gentile Dottore ho eseguito la tanto attesa visita neurologica risultata nella norma tranne per i rot osteotendinei che il Suo collega ha attribuito al forte stato d'ansia. Inoltre ha rinvenuto un Babinski muto reputandolo comunque negativo ed un Hoffman bilaterale che ha sempre collegato all'ansia non avendo trovato segni piramidali degni di nota come cloni o deficit di forza oggettivi ai Mingazzini. La diagnosi del Neurologo è stata pertanto di ansia con disturbi ossessivi compulsivi confermando la mia situazione psichiatrica.
Persistono comunque le fascicolazioni(associate alla debolezza soggettiva alla gamba sn) anche se di minor entità adesso più presenti oltre che nelle solite locazioni su coscia e polpaccio sn anche a destra, sui glutei, sull'addome e sul mento.
Quindi alla luce di ciò:
1)Concorda, per quanto possibile alla mia descrizione dei sintomi, con il giudizio del Dottore che ha avuto la possibilità di visitarmi?
2)Anche riguardo ai rot vivaci arti inferiori, all'Hoffman bilaterale attribuito all'ansia ed al babinski muto ritenuto comunque negativo!?
3) potrebbe quindi trattarsi di fascicolazioni benigne esacerbate dall'ansia?
- Preciso che faccio queste domande per un semplice riscontro secondario unito a curiosità, in quanto mi sono decisamente tranquillizzato in seguito alla visita diretta -
Grazie ancora per la sua pazienza e disponibilità.
Cordiali saluti
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

1. con i limiti del consulto a distanza concordo col collega.
2. con RM negativa sono state escluse problematiche piramidali.
3. Sì

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#14]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta Dottore ma non ho capito mi scusi, al punto 2) dice di essere stati esclusi problemi piramidali con RM ma io non ho eseguito risonanze eccetto quella di circa 3 mesi fa all'encefalo, si potevano escludere anche solo con quella?
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Sì, mi riferivo a quella.

Dr. Antonio Ferraloro

[#16]
dopo
Utente
Utente
Ah ok quindi intendeva eventuali aree di demielinizzazione presumo o lesioni visibili al sistema piramidale ma tutte estranee alla SLA essendo essa stata esclusa con la visita neurologica, è corretto?
Con questa ultima domanda la ringrazio infinitamente per il supporto che mi ha dato e la sua davvero rara disponibilità.
Cordiali saluti e le auguro un buon proseguimento.

Simone
[#17]
dopo
Utente
Utente
Ah ok quindi intendeva eventuali aree di demielinizzazione presumo o lesioni visibili al sistema piramidale ma tutte estranee alla SLA essendo essa stata esclusa con la visita neurologica, è corretto??
Con questa ultima domanda la ringrazio infinitamente per il supporto che mi ha dato e la sua davvero rara disponibilità.
Cordiali saluti e le auguro un buon proseguimento.

Simone
[#18]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la sla è stata esclusa dal neurologo, la RM non è un esame utile per questo tipo di diagnosi.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#19]
dopo
Utente
Utente
Prima di tutto grazie ancora della risposta, comunque si mi riferivo proprio a ciò che ha affermato lei, essendo la Sla stata esclusa con la visita neurologica tramite risonanza sono state escluse altre problematiche piramidali come una eventuale SM o altre patologie centrali giusto?
Tra l'altro oggi ho effettuato una massiccia attività fisica per via di un trasloco che sto facendo a casa mia sollevando infissi abbastanza pesanti e facendo sù e giù 4 piani di scale svariate volte anche facendo scalini a 2 a 2, o 3 a 3; altra prova "quotidiana" che le mie sono tutte paranoie e sensazioni soggettive, in quanto, purtroppo, una SLA o una patologia piramidale, pur essendo in fase iniziale, non permetterebbero mai di compiere tali attività. Ci tenevo a farglielo presente come ulteriore conferma per chi dovesse leggere questo consulto che lei, gentile Dr. Ferraloro, aveva ragione fin dall'inizio.
[#20]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
La ringrazio per la Sua testimonianza.

Buona giornata

Dr. Antonio Ferraloro

[#21]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore la disturbo nuovamente per una indicazione, più o meno da quando sono iniziate queste fascicolazioni percepisco a volte un dolore sordo ma non forte con un lieve intorpidimento nella zona lombosacrale sinistra, precisamente all'interno del gluteo con irradiazione alla gamba omolaterale. Questo dolore non è invalidante però è fastidioso e si presenta sporadicamente sia da seduto, sia in piedi ma maggiormente quando sono supino a letto appoggiato allo schienale.
1)Potrebbe essere magari l'eventuale causa delle fascicolazioni, aumentate dall'ansia, e dei sintomi da me espressi nelle repliche precedenti?
2)Mi consiglia una Rm lombosacrale?
3)Secondo la sua esperienza e la sintomatologia da me descritta ha qualche sospetto diagnostico? Pur sempre considerando tutti i limiti del consulto online e l'assenza di esami specifici.
Grazie dell'attenzione.
Buona Domenica
[#22]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

il dolore che descrive solitamente indica problematiche alla colonna lombosacrale per cui la RM è indicata.
Le discopatie sono tra le cause di fascicolazioni.

Buona domenica anche a Lei

Dr. Antonio Ferraloro

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa