Emicrania con aura e dolore atroce

Gentili dottori dopo frequenti mal di testa forti mi sono rivolto ad un neurologo che visitandomi mi ha diagnosticato un emicrania cronica con aura.

Volevo porvi la mia terapia per capire se fosse adeguata o se devo rivolgermi ad un centro che si occupa di cefalee.

Dopo il primo attacco di emicrania con aura, il dottore mi ha dato 3 siringhe di soldesam il quale dopo poche ore mi ha fatto stare meglio, ma dopo qualche giorno si è ripresentata una nuova crisi emicranica sempre con aura ancora piu forte.

Oltre alle siringhe sto facendo una terapia di prevenzione con il seglor 30 cps 5 mg e poi con indoxen in caso di dolore alla testa.

Volevo un vostro parere, nel senso se devo rivolgermi ad un altra figura specialistica oppure no.

Ho sentito parlare che al san Raffaele di Roma hanno scoperto un nuovo metodo che consiste nell iniezione mensile di una molecola per gli emicrani cronici.

Vorrei davvero piu informazioni e consigli da attuare per venire a capo di questo dolore.

Un altra cosa, volevo sapere se l'alimentazione influisce, a me piacciono molto i dolci e la cioccolata, pero fino a qualche mese fa nn ho mai avuto problemi.

Potrei prendere altri farmici?
ho sentito parlare anche di aurastop.

Ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

Distinti saluti.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,6k 2,1k 23
Gentile Utente,

il seglor è indicato per la terapia dell’emicrania ma sinceramente esistono altri farmaci più nuovi con maggiore efficacia e potenzialmente minori effetti collaterali.
Sentirei un secondo parere neurologico presso un collega esperto in cefalee o presso un centro cefalee.
Riguardo i cibi, in alcuni casi possono rappresentare un fattore scatenante (non la causa che resta sconosciuta).
Deve fare attenzione se l’attacco emicranico si scatena sempre in corrispondenza dell’assunzione per es. di cioccolato o di qualche altro alimento.
Aurastop è un integratore, a volte funziona.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test