Spasmo continuo facciale

Buonasera,

da ormai 10 giorni ho notato un micro spasmo pulsante ad un muscolo del lato destro del mio viso.
Si tratta di un movimento che va dalla narice all'inizio del labbro.
Io non "sento" lo spasmo, che ho notato solo guardandomi allo specchio.
E' un movimento davvero molto piccolo, che non riuscirei a fare spontaneamente.
La pulsazione è abbastanza continua.
Ci tengo a sottolineare che non si tratta di un tic nervoso, ma di un micro movimento spontaneo e continuo che non controllo assolutamente.


Preciso che:

- non ho nessun altro sintomo, di nessun tipo
- nel 2015 e nel 2018 avevo avuto due episodi di spasmi ai muscoli intorno alle labbra, dallo stesso lato del viso.
Erano spasmi che però "sentivo", erano meno continui nel tempo ma più forti ed evidenti.
Entrambi gli episodi erano però rientrati nel giro di 3 o 4 giorni.

- è stato un periodo stressante
- a differenza del solito, nei giorni precedenti all'insorgenza dello spasmo, mi sono rasato con la lametta, pelo e contropelo.

- mi sta spuntando un dente del giudizio dallo stesso lato del viso
- ho sofferto di acne e ogni tanto mi si gonfiano/infiammano ancora piccole cisti che ho sotto pelle, anche nella zona intorno alla mandibola.
Nei giorni precedenti all'insorgenza dello spasmo ho avuto un dolore sottocutaneo da quel lato del viso, ancora più evidente alla masticazione, che ho associato ad una infiammazione e che è rientrato nel giro di poco.

- ho effettuato una visita da un medico, che mi ha fatto un esame neurologico di base, non riscontrando nulla di significativo tranne lo spasmo.

-sto assumendo da quattro giorni un integratore commerciale di potassio e magnesio, senza risultati apprezzabili.


Potrebbe trattarsi di contatto vaso sanguigno/arteria con nervo, visto anche il carattere pulsante continuo dello spasmo (sembra quasi che sotto la pelle batta un piccolo cuore)?


Grazie
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Buongiorno,

esprimendomi nei limiti di un consulto a distanza e rammentando come il medesimo non possa sostituirsi ad una buona visita specialistica,

qualora sia certo, così come dice, che non si tratti solo di un tic nervoso ma di un movimento involontario ben visibile di stiramento nella regione "...che va dalla narice all'inizio del labbro..." potrebbe trattarsi di un emi-spasmo facciale per come Lei lo descrive.

SI, potrebbe trattarsi di un conflitto neuro-vascolare tra una arteria cerebellare (solitamente in caso di conflitto con la emergenza del nervo facciale si tratta della AICA=arteria cerebellare antero inferiore) che giunge in contatto e "stira" la emergenza/origine del nervo facciale dal tronco-encefalico (in particolare a livello del ponte di Varolio).

Ciò è verificabile mediante una Angio RM Encefalo per lo studio sia del parenchima Encefalico che della Circolazione Endocranica, con particolare attenzione al circolo posteriore o vertebro-basilare.

Eseguita la Angio RM Encefalo, se crede, mi tenga aggiornato.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno e grazie della risposta,

Eseguirò visita specialistica.

Le vorrei chiedere:

-è possibile che condizioni di stress particolari facciano emergere il sintomo in presenza di un conflitto Neuro vascolare?

- è possibile un peggioramento della sintomatologia? Mi spiego: immagino che la soluzione chirurgica di un eventuale conflitto si applichi solo nei casi di sintomi gravi. Per ora questo non lo è.

- data l'attuale situazione di emergenza, è possibile temporeggiare per una visita neurologica oppure vi sono rischi immediati legati a tale sintomatologia?

Grazie
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Il conflitto neuro-vascolare è una condizione anatomica.
Lo stress è una questione psicogena.

Certamente un elevato livello di stress può amplificare la percezione della sintomatologia.

La soluzione neurochirurgica si applica solo in maniera mirata ai casi severi e refrattari al trattamento che va valutato dopo una visita neurologica effettuata di persona.

Considerata la disgraziata situazione nel Paese e nel mondo può ovviamente attendere.

In realtà non sapremo neanchè se Lei ha un vero conflitto neuro-vascolare fino ad esecuzione della Angio-RM Encefalo.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

Ho effettuato una visita neurologica. Non sono emersi deficit all'esame clinico se non ROT vivaci simmetrici.

Ho prenotato una rmn con contrasto che potrò fare tra più di un mese se va bene.
A distanza di un mese lo spasmo permane 24 h su 24h e si è esteso per breve tempo alla palbebra inferiore.

Sono molto preoccupato perché ho letto che sebbene non abitualmente questo sintomo può essere indicativo di sclerosi multipla o tumore nell'area pontina.
Ho letto anche che l emispasmo facciale è più tipico dell'età avanzata. Inoltre dovrebbe essere più evidente e parossistico e non visibile solo in certe condizioni di luce.
So che solo l'esame diagnostico darà risposte, ma sono preoccupatissimo.

Grazie
[#5]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Non sapremo quale sia la causa fino a che non avrà effettuato una Angio-RM Encefalo con mdc per lo studio sia del tessuto cerebrale.
Potrebbe trattarsi solo di un conflitto neuro vascolare tra una arteria cerebellare e l'origine del nervo facciale... come già scritto.

Preoccupato per il disturbo è normale ma le cause possono essere molteplici.
Internet... fa paura lo so.
Si legge solo di tumori dell'angolo ponto cerebellare (usualmente neurinoma... neoplasie benigne) o SM o altre malattie neurodegenerative.

Ma il Collega che la ha visitata ha rilevato questo emispasmo facciale?
Giacché lei dice di averlo 24 ore al giorno e poi riporta una visita neurologica dalla quale non è emerso nulla.

Mi sembra ci sia una contraddizione in quanto scrive.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Si lo ha osservato. È stata definita miochimia ma ormai su questi termini sono completamente in confusione anche perché mi pare non ci sia accordo nello stesso mondo scientifico perlomeno non tra anglofoni ed italiofoni tanto per dirne una. Qui non si tratta del cd occhio che balla o qualcosa di passeggero, a cui si associa spesso in italiano il termine miochimia, ma di un movimento regolare presente tutto il giorno, una facial myokymia in inglese. Il neurologo ha detto che si potrà valutare in futuro la tossina botulinica. Direi quindi che si propende per una causa idiopatica, un conflitto Neuro vascolare o, al più, una distonia, piuttosto singolare da quello che leggo.

Ovviamente devo fare l'esame... purtroppo sì, ha ragione, da quello che vedo sulle fonti specie anglofone, come dice lei, si tratta di scegliere tra un tumore e la SM.. . Mi creda, ho una buona conoscenza della medicina, della biologia, riesco a leggere con dimestichezza articoli scientifici in più lingue distinguendo l'autorevolezza delle fonti, dei peers, delle revisioni. Non mi informo su siti divulgativi, che pure hanno la loro funzione.

Il fatto che ci siano stati due episodi precedenti cinque anni fa ed un anno e mezzo fa durati molto meno e meno costanti può in qualche modo fare capire qualcosa in più? Potrebbero essere stati attacchi di SM più lievi? O di un emispasmo facciale soggetto a remissione temporanea? Certo, se fosse SM, è strano che non siano comparsi sintomi legati a lesioni in altre zone del snc. Non so!

Grazie della gentilezza, lei mi pare un ottimo medico.
[#7]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
C'è una grande differenza tra miochimia ed emispasmo facciale !!

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#8]
dopo
Utente
Utente
Quindi, come immagino, la miochimia facciale è cosa assai più suggestiva di patologie neurologiche...
[#9]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
La miochimia è una contrattura muscolare parcellare sovente stress correlata.

Cerchi sul web anche la definizione anche di miochimia e le relative cause.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#10]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Legga, ad esempio, "Tremore delle palpebre: Miochimia", fermo restando che le cause possono essere molto differenti tra loro.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#11]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore,

Le riporto l'esito della rmn. Non ho effettuato un angio rmn che forse sarebbe stata più indicata. Le confermo nel frattempo che i piccoli spasmi sono ancora presenti e costanti in diversi muscoli del lato destro del viso senza effetti parossistici ma simili a costanti miochimie.

"Non si documentano significative alterazioni dell'intensità di segnale a carico del tessuto nervoso encefalico.
Sistema ventricolare in asse, di normali morfologia e dimensioni.
Regolare rappresentazione e contenuto liquorale degli spazi subaracnoidei sovra e sottotentoriali.
Allo studio di dettaglio della fossa cranica posteriore si documenta decorso tortuoso della arteria cerebellare
antero-inferiore di destra, che all'altezza del meato acustico interno giunge a contatto con il profilo superiore del VII n.c.,
in assenza di apparente effetto distorsivo sul nervo.
Omolateralmente ulteriore struttura venosa confluente nel seno petroso superiore giunge a contatto con il margine
superiore del tratto cisternale del VII n.c.
A sinistra si documenta normale aspetto della cisterna dell'angolo pontocerebellare, del condotto uditivo interno, del
pacchetto acustico-facciale e dei labirinti membranosi cocleo-vestibolari.
Dopo somministrazione di m.d.c. ev non si documentano aree di enhancement a carattere patologico."

Mi sono un po preoccupato quando qualche medico ha detto che con questo quadro gli spasmi potrebbero anche non essere provocati dal contatto coi nervi, visto che non sono compressi. Mi sono quindi messo a pensare che questi spasmi siano gli episodi iniziali di una grave malattia del motoneurone o del snc, considerato che avevo avuto i primi episodi di spasmi 5 anni fa e 2 anni fa rispettivamente, poi risoltisi spontaneamente.
[#12]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
SI certamente una Angio RM Encefalo sarebbe stata più indicata.

Concordo con il Collega giacchè, seppur suggestiva, il reperto di "...decorso tortuoso della arteria cerebellare
antero-inferiore di destra, che all'altezza del meato acustico interno giunge a contatto con il profilo superiore del VII n.c.,
in assenza di apparente effetto distorsivo sul nervo..." indica una contiguità o un contatto ma non la distrazione o lo stiramento dell'origine del nervo facciale.
Ma ciò non esclude che la causa possa essere cmq la contiguità/il contatto anatomico.

Il che non può far parlare di conflitto neuro vascolare propriamente detto secondo le linee guida.

Ma è altrettanto vero come delle miochimie palpebrali come definite dal neurologo che la ha visitata nulla abbiano a che fare con "...una grave malattia del motoneurone o del snc..." anche per quello che Lei ora scrive ossia "...considerato che avevo avuto i primi episodi di spasmi 5 anni fa e 2 anni fa rispettivamente, poi risoltisi spontaneamente...".

Una malattia neurodegenerativa come una Sla nel tempo progredisce e non si si comporta come uno "stop and go" mentre in alternativa di una eventuale SM non sembrerebbe esserci traccia alla RM encefalo tant'è che il referto recita "...Non si documentano significative alterazioni dell'intensità di segnale a carico del tessuto nervoso encefalico..." e "...Dopo somministrazione di m.d.c. ev non si documentano aree di enhancement a carattere patologico...".

Questa è la opinione esprimibile nel contesto di un consulto a distanza che non per sua natura non può sostituire una buona visita specialistica effettuata di persona.

Ponga il medesimo quesito al Collega che la ha già visitato.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa