Parkinson in eta' intermedia

Salve, vorrei alcune delucidazioni riguardo al Parkinson, vascolare o meno.
Premetto che mio nonno era ahime' afflitto da Parkinson.
Sono un ragazzo di 27 anni.
Ho cominciato a individuare strani segnali del mio corpo da un mese a questa parte, cominciando con uno strana parestesia rapida e passeggera della mano dx in un particolare momento della giornata.
A cio' si e' aggiunta un facile "addormentamento" delle gambe e dei piedi, specialmente sul lato dx (sul piede dx sono presenti anche delle petecchie).
Inoltre, la palpebra inferiore del mio occhio dx tende a sbattere ripetutamente durante la giornata.


Da piu' di un mese invece soffro di disfagia, che all'inizio avevamo collegato con la mia dottoressa di famiglia ad un reflusso gastroesofageo effettivamente presente, poi curato.
Oggi ho cominciato a notare che effettivamente che la maggior parte dei disturbi e' situata sul lato dx del corpo (sopratutto la situazione della palpebra).
Presente anche qualche mal di testa in zona nuca, specialmente nelle ore prossime al riposo notturno ed al risveglio e sbalzi d'umore che mi porto tuttavia dietro da tempo. Cosi' come da tempo ho notato un tremore durante i miei sbadigli ed ultimamente sto andando spesso al bagno per urinare.


Ho effettuato qualche giorno fa una visita cardiologica e non e' stato riscontrato alcun problema.
Vorrei a questo punto effettuare un esame neurologico ed uno del sangue.
Da quale cominciare?
Cosa mi consigliate?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

innanzitutto Le dico che non c’è nessun sintomo che possa fare sospettare anche minimamente un Parkinson, su questo può stare tranquillo.
Riguardo la domanda che pone Le consiglierei di effettuare prima la visita neurologica in modo che eventuali esami diagnostici siano richiesti in maniera mirata ai riscontri della visita stessa, altrimenti il rischio sarebbe di effettuare esami inutili.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta dottore.
Come si svolge un esame neurologico?
E volevo chiedere se possa ricondurre questa sintomatologia ad altro, anche al di fuori del sistema neurologico
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
L’esame neurologico si esegue, dopo un’accurata anamnesi iniziale, con una serie di prove e test per studiare la forza, il tono, il trofismo muscolare, i riflessi, la motricità, l’equilibrio, la coordinazione, le varie sensibilità, ecc.
In base ad una sintomatologia eterogenea non è possibile avanzare ipotesi attendibili senza una visita diretta.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore, buonasera ancora. Negli ultimi giorni ahime' pochi progressi per quanto riguarda la visita neurologica (nessuno specialista risponde alle nostre telefonate). In compenso domani effetuero' gli esami del sangue.

Purtroppo sono un soggetto ipocondriaco ed al presentarsi, tre giorni fa, di quelle che sembravano essere fascicolazioni muscolari o spasmi muscolari che dir si voglia ho scoperto che una malattia che accomuna queste fascicolazioni e la disfagia e' la SLA. Fortunatamente questi spasmi sembrano essere svaniti quasi del tutto, placando la mia preoccupazione.

Tuttavia persistono una leggera disfagia, la parestesia degli arti inferiori al minimo accavallarsi delle gambe (genere che si addormentano dopo 2 secondi), la palpitazione della palpebra dx e da due giorni ho riscontrato un battito cardiaco invariato alla frequenza ma di intesita' maggiore (sento il cuore battere in testa sporadicamente). Infine oggi e' tornato in quantita' importante un tipo di espettorato bianco e schiumoso che sembravo aver quasi del tutto eliminato.

Cosa mi consiglia? Scusi l'eventule disturbo.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
La maggioranza dei sintomi descritti è tipicamente ansiosa, ovviamente con tutti i limiti del consulto a distanza.
Sull'espettorato deve parlarne col medico curante e stabilire se sia veramente di origine bronchiale o sia salivazione abbondante.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore.

Le scrivo perche', dopo qualche giorno di generale alleviarsi dei sintomi, negli ultimi giorni ho notato un leggero peggioramento della situazione. Ho effettuato esami del sangue e visita neurologica. I primi non sembravano evidenziare alcun valore esageratamente alto o basso tranne i CK e gli LDH. Effettuata la visita neurologica, dalla quale il dottore non ha riscontrato alcun disturbo sebbene non abbia effettuato moltissimi test. Ha attribuito quei valori sanguigni alti allo sforzo muscolare che avevo effettuato sollevando pesi qualche giorno prima (nei giorni seguenti avevo avuto anche difficolta' a stendere il braccio, probabilmente avevo forzato un'articolazione) ma per esserne certo ha consigliato altri esami del sangue a 10 giorni di distanza dai primi, proprio per osservare l'oscillazione di questi valori. Ha concluso prescrivendo del magnesio standard e del Sirdalud.

Tornando ai sintomi, negli ultimi giorni sono tornati abbastanza evidenti gli spasmi muscolari. Molto frequenti questi "battiti" che sembrano random a gomito ma sopratutto alla pianta del piede. In piu', probabilmente complice la stagione di allergie sto starnutando molto spesso e la produzione di catarro bianco e schiumoso e' aumentata. Il prurito alle gambe notturno e' insopportabile.

Ieri sera probabilmente sbagliando mi sono imbattuto in tale Discinesia, che da ignorante ho pensato possa essere tirata in ballo vista la mia recente situazione di reflusso e di parestesia varia.

Adesso vorrei sapere: gli esami che ho effettuato potrebbero gia' escludere questa patologia?

Grazie della risposta anticipatamente.
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non mi pronuncio riguardo la discinesia esofagea, posti la domanda in "Gastroenterologia" in questo stesso sito.
Sicuramente non ha discinesie neurologiche.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa