Utente
Buongiorno

vi scrivo in quanto 1 mese fa ho avuto una piccola paralisi di Bell o paralisi del ViII nervo cranico (così diagnoisticate) dopo TAC (negativa) deramatologo (per escludere Herpes) otorino, il nerugoloro mi voleva trattenere in PS per risonanza e anisocoria, ho comunque preferito andare a casa e fare i dovuti accertamenti/esami.


L'oculista ha detto anisocoria fisiologia, fondus oculi nella norma, tutto negativo insomma.


Ecco l'esito della ANGIO-RM INTRACRANICA - ANGIO RM TRONCHI SOVRAORTICI CON MDC

Esame eseguito in condizioni basali e ripetuto dopo somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto
paramagnetico (Dotarem, 14 ml) Lievissima ectasia dell'infundibolo dell'arteria oftalmica destra rispetto al controlaterale.


Assottigliata all'origine la PICA sinistra rispetto alla controlaterale.
Regolare calibro e decorso dei restanti vasi del poligono di Willis.
Regolare opacizzazione dei tronchi sovraortici.


Si completa l'esame con sequenze mirate allo studio dell'encefalo (TSE T1, T2, FLAIR, GE, DWI, T1 vibe 3D),

Lo studio di diffusione non mostra alterazioni di segnale di significato patologico recente.
Non significative alterazioni di segnale della sostanza encefalica in sede sovra o sottotentoriale

Regolare sede, morfologia e dimensioni del sistema ventricolo-cistemale sovratentoriale: cisterna magna varieta' ampia in fossa cranica posteriore, regolari le dimensioni del IV ventricolo

Normorappresentati per l'età gli spazi liquorali superficiali.


Regolare posizione delle tonsille cerebellari Non significative patologiche impregnazioni contrastografiche della sostanza encefalica dopo somministrazione

MDC si segnala sottilissima anomalia di sviluppo venoso a livello della corona radiata sn.


Ispessimento del turbinato medio ed inferiore a destra.
iperintenso verosimilmente flogistico a livello della parete

Al limiti anteriori del campo d'esame materiale superiore di entrambi i seni mascellari.


Ho concluso dunque con visita neurologo la quale ha detto che la visita è negativa.



A distanza di 1 mese appunto ho ancora qualche segno formicolio, qualche dolore alle spalle, avambraccia etc...gambe a volte quasi paralizzate/pesanti...volevo escludere insomma malattie "brutte" precisando che sono state settimane di tremenda ansia.


Grazie mille

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
dalla sua descrizione anamnestica e dal novero degli esami praticati si desume che lei abbia riportato una paralisi "a frigore" del nervo facciale che, da quanto riferisce, sarebbe anche in buona parte regredita. Escluda che i fenomeni che riferisce a carico dei quattro arti abbiano qualsiasi relazione patogenetica con la pregressa paralisi del facciale, come d'altro canto induce a ritenere sia la negatività delle indagini eseguite che la stessa valutazione da parte del neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno grazie mille per il riscontro..per cui è possibile escludere malattia tipo sclerosi multipla etc? I sintomi percepiti (dolori muscolari nche vanno e vengono, gambe pesanti, formicolii) li riconduce ad uno stato ansioso o da somatizzazione? Grazie ancora

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La fenomenologia che lei descrive, torno a ripeterle, prescinde completamente dalla pregressa paresi del facciale e può escludere che sia espressione di una malattia neurodegenerativa essendo la sua RM del tutto normale.
A questo punto, rassicurato sulla genesi non organica dei suoi disturbi, può a buon diritto essere considerata l'ipotesi dell'ansia somatizzata.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore mi spiace disturbarla nuovamente ma mi sono svegliato nel corso della nottata con la gamba che sembrava paralizzata...senza forze...diversa dall'altra.... diciamo addormentata..
La cosa è durata poco.

Il mio percorso psicologico sembrava progredire, per cui non mi spiego questi sintomo, teoricamente figlio di un discorso psicologico.

Ho fatto degli esami del sangue e sono bella norma, al netto di una piccola carenza di acido folico.

Il mio sospetto è sempre quello di avere la SM.

GRAZIE mille saluti

[#5]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Quando le sovviene questo dubbio, rilegga questa frase inserita nel referto della Risonanza da lei effettuata:
"Lo studio di diffusione non mostra alterazioni di segnale di significato patologico recente.
Non significative alterazioni di segnale della sostanza encefalica in sede sovra o sottotentoriale".
Questo indica che non si rilevano segni attuali o pregressi di infiammazione, che è sostanzialmente la base con cui si produce questa malattia ed a cui fa seguito la retrazione cicatriziale, ossia la sclerosi.
Chiaro?
Sia sereno.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore
a questo punto però mi chiedo come è possibile svegliarsi nel sonno con gamba e braccio sinistro intorpiditi..

dormito male ?
può essere sempre e solo ansia ?
non è possibile che qualche dottore abbia dimenticato qualche causa ?

Grazie

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno scusi ancora per il disturbo, ma stamattina mi sono svegliato e ho notato che, fissando un oggetto, la testa ruotava da sola a sinistra...da cosa può essere dipeso?
Grazie

[#8]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Quello che lei riferisce non è un sintomo di significato neurologico, essendo una sua sensazione soggettiva.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it