Cefalea nummulare

Buongiorno, in breve da diciamo agosto ho sulla sommità del capo e spostato a sinistra una sorta di zona di pressione / fastidio sempre fissa del diametro di 4-5 cm.
Ci sono dei momenti intermittenti in cui il fastidio aumenta e diventa un forte bruciore di durata variabile (circa un'ora) per poi regredire da solo e lasciare la zona indolenzita.
capita anche per qualche giorno di non avere nulla mentre in maniera completamente casuale questa sorta di dolore si ripresenta sempre nella stessa identica zona e modalità.
Un neurologo tramite consulto online (causa covid vorrei evitare visite fisiche al momento) di episodi di cefalea trafittiva.
Facendo delle ricerche in letteratura ho trovato la cefalea nummulare i cui articoli più recenti si associano a origini prevalentemente vascolari (anche se nel 2007 è stato riportato un caso singolo di meningioma) e a parte acufeni costanti non ho segni particolari di aumentata pressione intracranica (pressione sangue 123/84).
Per il resto non ho altre patologie, 35 anni e mi alleno una volta ogni due giorni in bici.
Vorrei evitare una visita fisica almeno fino a fine covid, cosa mi consigliate?
Grazie
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Egregio Paziente,
la descrizione della sintomatologia con cui il suo disturbo si presenta (posizione ricorrente e caratteristiche del dolore) evoca abbastanza la diagnosi di cefalea nummulare, che indica appunto nella forma della moneta l'area interessata dal dolore. E' una forma rara di cefalea ed è considerata una variante di dolore neuralgiforme di pertinenza del trigemino. Dalla sua richiesta deduco che fisicamente non sia ancora stato visitato da un neurologo, ma ritengo che appena ne abbia la possibilità sarebbe utile farlo, perché per una corretta definizione diagnostica è necessaria una valutazione clinica e spesso anche un approfondimento diagnostico con Risonanza Magnetica.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore per la risposta rapida. In effetti leggevo che si tratta di una diagnosi di esclusione. Quello che volevo magari capire era se secondo la sua esperienza in assenza di ulteriori sintomi significativi (gli unici sono gli acufeni) posso evitare di dare massima urgenza e aspettare la fine dell'emergenza covid (che equivale a dire per me non appena possibile) e se in generale ha mai visto qualche condizione grave il cui unico sintomo era proprio quello descritto (a me risulta solo un caso nel 2007 di meningioma e un paio di una sorta di proliferazione ossea di cui sinceramente non ricordo il nome anche perché non sono medico ma ho semplicemente letto degli articoli in maniera ingegneristica essendo ingegnere). Grazie in anticipo
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Egregio Utente,
essendo un Ingegnere implicato lavorativamente in materie scientifiche lei comprende perfettamente che si può formulare appropriatamente una diagnosi solo attraverso riscontri concreti che supportino quello che è suggerito dall'anamnesi e dall'esame clinico.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi rendo perfettamente conto, grazie comunque per il suo tempo e buone Feste.
[#5]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
La ringrazio e ricambio gli auguri

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa