Utente 408XXX
Salve, sono una ragazza di 20 anni e da più di due anni soffro di secchezza oculare. inizalmente questo mi impediva di portare le lenti a contatto che prima portavo regolarmente (morbide), poi dopo aver terminato il loro utilizzo il problema è andato comunque peggiorando, tanto che ora non riesco a stare bene nemmeno con gli occhiali. Noto che il disturbo è sempre presente, ma si accentua nei periodi di stress.
Sono una studentessa e anche nei periodi meno stressanti ho comunque difficoltà a studiare, perchè la secchezza mi impedisce di focalizzarmi a lungo su un testo, devo continuamente fare pause e tenere gli occhi chiusi per qualche minuto per affievolire il fastidio. Nei posti con riscaldamento non riesco assolutamente a stare, tanto che negli autobus fingo sempre di dormire perchè mi è quasi impossibile tenere gli occhi aperti per più di qualche minuto.
Ho eseguito il test di Schirmer che risulta negativo e anche gli esami del sangue per gli anticorpi ANA risultano negativi (mia nonna soffre di Sindrome di Sjogren.. potrei averla anche io in uno stadio iniziale?).
Negli ultimi 6 mesi ho avuto due volte la congiuntivite.
Il BUT è 6 secondi e una analisi della superficie oculare ha mostrato una importante diminuzione delle cellule caliciformi mucipare.
Prendo la pillola anticoncezionale da poco più di un anno, so che può influire ed in effetti nell'ultimo anno è peggiorato il problema, ma essendo che si è manifestato ben un anno prima che iniziassi con la pillola non credo che l'anticoncezionale possa essere la causa prima..
Vi sarei gratissima se riusciste a darmi qualche consiglio, su cosa possa essere stato la causa e su indagini che potrei eventualmente ancora effettuare.
Grazie tante in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
La familiarita' incide negativamente su questo aspetto poiche ha una tendenza ereditaria.
Inoltre l'assunzione della pillola e' un altro fattore negativo.
L'utilizzo di lacrime artificiali in questa fase e' l'unica soluzione percorribile oltre ad una visita reumatologica completa magari non si tratta necessariamente di sjogren ma di qualche altra malattia autoimmune che provoca secchezza oculare.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 408XXX

Perfetto, allora finito questo blister proverò a sospendere la pillola e vedere se migliora!
Intanto richiederò un'altra visita reumatologica
Grazie mille, gentilissimo!