Utente
Il mio problema è il seguente:
Ho messo degli impianti da un dentista di cui ora non sono più paziente. Il mio nuovo dentista non ua la medesima tipologia di impianti del vecchio. In questi giorni ho avuto dei problemi a tre corone montate su tre impianti e per risolvere il problema le corone adrebbero tolte, dovrebbe essere fatto un provvisorio e poi successivamente andrebbero rifatte delle altre corone e posizionate sugli impianti.
I mio nuovo dentista dice che il solo togliere le corone è una cosa molto difficoltosa in quanto non è in possesso della componentistica degli impianti.
Premetto che ho comunicato al mio nuovo dentista tramite un "petentino" rilasciatomi dal mio vecchio dentista la tipologia di impianto usato.
La cosa che mi sembra strana è che pensavo che la componentistica dell'impianto fosse fondamentale per rifare le corone ma non per togliere le vecchie e mettere un provvisorio...Secondo voi il mio dentista sta esgerando con le complicazioni o è veramente così? Ed inoltre se io ho delle corone che provocano un fastidio enorme me lo devo tenere fino a quando il dentista non trova la componentistica o si può fare qualche cosa?

[#1]  
Dr.ssa Laura Anna Melone

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, da ciò che scrive non è ben chiara la ragione per cui dovrebbe rifare le corone. Che tipi di fastidi ha?In linea di massima comunque se l'impianto ha una marca anche tutta la componentistica deve essere della stessa marca.
Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.
Perfezionata in Odontoiatria Pediatrica
Perfezionata in Ortodonzia Intercettiva
Perfezionata in Innovazioni Tecnologiche in Ortognatodonzia

[#2]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Al nuovo dentista occorre innanzitutto il cacciavite della linea implantare che è stata usata per la sua riabilitazione, poi se dovrà rifarle la protesi su questi impianti occorre che lui abbia i transfer da impronta e i monconi (che posson esser calcinabili con cui l'odontotecnico realizzerà le fusioni o prefabbricati).
Questo è il minimo indispensabile.
Non è tantissimo ma non è neanche poco,è chiaro che queste cose avran il loro costo tenendo presente anche che poi difficilmente il suo dentista riutilizzerà cacciavite e transfer visto che non usa quella linea implantare.
Quanto detto è valido solo se il dentista deve rifare anche i monconi su cui son cementate le capsule, se deve rifare solo le capsule e se i monconi non si son svitati non occorre niente che non abbia già, van riprese solo delle normali impronte di precisione.
Spero di non esser stato troppo tecnico e di non averla confusa troppo.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#3]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Un implantologo esperto si sa tirare fuori da ogni difficoltà.

Questa capacità è direttamente proporzionale con l'esperienza.

Non essere in possesso della componentistica è possibile.
Non riuscire a trovarla è possibile, per gli impianti meno usati o fuori produzione.

L'implantologo esperto riesce comunque a trovare una soluzione.



www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente
Innanzitutto ringrazio sia il Dr. Di Iorio che il Dr. Formentelli per le loro risposte chiare ed esaustive.
Ma mi piacerebbe capire quanto segue:

Secondo voi gli impianti INTRA-LOCK sono impianti molto rari? Ne avete mai sentito parlare?

Ed inoltre gli "attrezzi" eventualmente necessari per togliere le corone sopra gli impianti, se mi fossero addebitati in toto dal mio dentista, mediamente quanto potrebbero costare? Questo indipendentemente dalla marca dei miei impianti, chiedo solo una valutazione in linea di massima in base alle vostre esperienze.Si parlerebbe di cifre "stratosferiche"?

[#5]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gli impianti di cui parla non sono affatto rari (non perchè li utilizzi anch'io!!). Poi sarebbe utile, per una corretta risposta, sapere con esattezza il motivo della sostituzione delle sue corone:
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#6]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Impianti comuni.
Ottimi impianti.
Spesso i cacciaviti sono intercambiabili fra le diverse marche.
A volte vanno bene, in casi di emergenza, anche le microbrugole della ferramenta.

Un problema potrebbe essere la forza di serraggio della vitina.
Ma un bravo implantologo se la cava comunque.

I cacciaviti, a parte le chiavi dinamometriche, utili ma non indispensabili, costano alcune decine di euro.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Gentile utente non si parlerebbe di cifre stratosferiche siamo nell'ordine della centinaia di euro (poco più poco meno) tra cacciavite e transfer da impronta (sempre che occorrano anche questi per rifare la protesi sugli impianti)
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#8]  
Dr. Elia Nakhle

24% attività
8% attualità
12% socialità
GONZAGA (MN)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Avendo a disposizione il patentino degli impianti, ottima cosa, e' decisamente facile reperire la componentistica minima per rifare le corone, e comunque in genere si sfruttano gia' i monconi esistenti. Il cacciavitino in genere piccolo o grande apre quasi tutti gli impianti presenti sul mercato.
Nakhle Dr. Elia

[#9] dopo  
Utente
Sentendo i vostri pareri sono decisamente più tranqilla riguardo al problema della sostituzione delle corone.
Comunque, per completezza di informazione, vorrei anche spiegare la motivazione che porterebbe a toglire le corone degli impianti. Premetto che nell'arcata superiore sinistra ho 4 impianti (anzi veramente 3 poichè uno mi è stato tolto, mi faceva venire la sinusite) che partono dal dente dopo il canino e vanno fino ai molari in fondo(scusatele mie espressioni impacciate per definire i denti....).
Da parecchie settimane sento i denti (le capsule sopra gli impianti) grossi, larghi, alti tanto che col passare del tempo questa sensazione risulta insopportabile.
La sensazione è quella di avere residui di cibo tra un dente e l'altro e non riuscire mai a toglierli.
Il mio dentista pensa che io sia un pò "invasata" e mi ripete che è impossibile che gli impianti diano una sensazione del genere pertanto pensa che sia un problema semplicemnte protesico e da qui poi la sua necessità di trovare la componentistica per togliere le corone.
Anche voi trovate questo fastidio (che ormai però sta diventando insopportabile) una cosa così strana?

[#10]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Si, abbiamo capito, ma il motivo della sostituzione?
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#11] dopo  
Utente
Il motivo della sostituzione è che le corone sono state cementate dfinitivamente dal precdente dentista e devono essere tagliate per essere rimosse. Riporto la siegazione che mi ha dato il mio attuale dentista.

[#12]  
Dr.ssa Laura Anna Melone

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, dovrebbe vedere se il punto di contatto tra gli impianti c'è ovvero se quando passa il filo interdentale il filo fa un piccolo "scatto". Se non dovesse farlo il cibo si insinuerebbe nello spazio tra i 2 denti. Per quanto riguarda la dimensione dei denti se sono lunghi è possibile che questo faciliti la deposizione del cibo stesso; in questo caso per l'igiene interdentale le consiglio degli scovolini o l'idropulsore. L'altezza dei denti è determinata dalla sua occlusione e dalla quantità di osso residuo sotto gli impianti. Il fastidio che ha è del tutto normale, purtroppo nulla al mondo può sostituire la sensazione di avere i propri denti...
Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.
Perfezionata in Odontoiatria Pediatrica
Perfezionata in Ortodonzia Intercettiva
Perfezionata in Innovazioni Tecnologiche in Ortognatodonzia

[#13] dopo  
Utente
In realtà il filo interdentale non passa nemmeno tra un dente e l'altro...o meglio non riesce a scendere.
Mi spiego meglio:il filo entra nella fessura alta tra un dentee l'altro e poi le due capsule sono così strette l'una con l'altra che il filo anche se tirato in scivola giù.
Le assicuro comunque che il fastidio non è normale, anche perchè è da un mese che lo provo, non da quando ho gli impianti e a volte è così intenso che mi mette ml di testa.

[#14]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Verosimilmente le corone sono tutte unite fra di loro, come è buona norma fare nella protesi su impianti.
Il filo non passerà mai fra una corona e l'altra.
Occorrono altri strumenti di igiene orale, idropulsori e scovolini, oppure fili particolari.

La soluzione cementata è un'ottima soluzione.
Prima di tagliare le corone, si possono fare dei tentativi di rimuovere il ponte, nonostante la cementazione "definitiva".

Se poi occorresse tagliare effettivamente le corone, va fatto senza danneggiare la componentistica originale sottostante.

Tutte cose che un dentista implantologo (ma spesso anche se non fa impianti) di ordinarie capacità è in grado di fare tranquillamente.

Personalmente, non capisco tutte le difficoltà che ci racconta, a meno che ci sia qualche dettaglio che ancora ci sfugge.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#15]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Gentile utente, come le ha giustamente fatto notare il dr Formentelli, probabilmente il filo non passa perchè le corone sugli impianti son unite tra loro e questa è "cosa buona e giusta" in quanto i carichi masticatori si distribuiscono meglio. Se i denti li vede lunghi dalla gengiva al piano occlusale è perchè l'osso nel quale son stati inseriti gli impianti era riassorbito, una nuova protesi non risolverà questo problema, diverso è il discorso se le corone son larghe in senso palato-vestibolare (dal palato alla guancia), se si è ecceduto in tale dimensione, in una certa misura magari è possibile una certa correzione.
Se il dentista taglierà le corone e manterrà i pilastri e se questi non si son svitati non occorre nessuna componentistica protesica specifica, andranno semplicemente rilevate delle impronte di precisione come si fa di solito su denti naturali.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#16] dopo  
Utente
Grazie di nuovo ai dottori Formentelli e Di Iorio per le risposte come sempre "azzeccate".
Volevo solo precisare che le mie corone no sono unite, ho tre impianti con tre corone separte, questo poichè gli impianti sono stati fatti in tempi differenti.
E nonsotante siano 3 corone divise, due corone sono così strette che il filo non passa nemmeno ed è proprio queste de corone che sento grosse e che stringono una con l'altra.
Per quanto invece al fatto che il mio attuale dentista mi sta un pò creando difficolà inutili, la motivazione, dopo aver sentito le vostre confortanti opinioni, credo sia solo una:
purtroppo ci sono dentisti che desiderano un guadagno sicuro e facile. I casi un pò più difficoltosi e probabilmente meno remuneativi non vale la pena seguirli.... Questo perchè troppi badano più al loro guadagno che al benessere del paziente....
Parlando con voi capisco invece che ci sono ancora dei professionisti seri ed appassionati.

[#17]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Grazie a lei per le belle parole.
E' proprio per passione per la professione che io come credo tutti gli altri iscritti al sito, utilizziamo il poco tempo che separa la visita di un paziente a quella del paziente successivo, per rispondere ai vostri quesiti sperando di rendervi un servizio utile.
Tornando al suo problema non sarebbe male prima di imbarcarsi in un lavoro che già in partenza le fa sorgere tanti dubbi, consultare un altro profesionista esperto in implantologia (anche solo per sentirne il parere)in modo di poter decidere più serenamente sul da farsi.
La saluto cordialmente
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#18] dopo  
Utente
Ha proprio ragione Dr. Di Iorio.
Lunedì ho un appuntamento con un altro dentista che spero proprio faccia parte della razza in estinzione dei medici ancora appassionati (me ne hanno parto bene).

Poi, se ha piacere, le farò sapere come è andata sempre tramite questo sito.

Un cordiale saluto

[#19]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mi scusi signora, anche se la discussione oramai si è quasi conclusa, solo per unamia curiosità, ma il fastidio l'ha avuto subito dopo la cementazione delle corone o a distanza di tempo?
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#20] dopo  
Utente
La sensazione di denti alti e grossi non è stata da subito. E' comparsa dopo due anni dalla cementazione.

[#21]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Potrebbe non essere necewssaria la sostituzione delle corone.
Potrebbe bastare un semplice ritocco.

Dipende da molte cose.

Probabilmente l'assetto masticatorio si è modificato due anni dopo la cementazione.
Come mai?
Sono state effettuate altre prestazioni protesiche in altri settori della bocca?

Tutte cose che non sappiamo.

Non faccia lei la diagnosi:
"le corone devono essere rifatte".

La faccia fare da uno specialista.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)