Utente 132XXX
Gentili Dott.

Vorrei poter chiarire questa storia del Colluttorio. Ho sentito più e più volte, che il colluttorio risulta essere dannoso, in quanto corrosivo dello smalto naturale dei denti...

Quando dico "colluttorio" mi riferisco al fatto di assumerlo, dopo ogni lavaggio dei denti (quindi nel mio caso, mattino e sera).


- Come stanno le cose veramente? E' un danno reale, oppure si può andare ad assumerlo tranquillamente ogni volta che si sono lavati i denti?

- Potrebbe dipendere molto dalla qualità del colluttorio? Magari alcuni prodotti di qualità migliore, (io la buttò li, per assurdo) sono meno nocivi.

- Quando sarebbe meglio assumerlo? Di mattina o di sera? (dato che non mi cambia nulla).

- Ho cercato nelle "miniguide" il colluttorio. Pensate sia possibile farne una proprio su questo prodotto? Mi sembra che molta gente come mè, sia piuttosto diffidente, riguardante questo farmaco.


Nel mio caso, dato che non sono sicuro del fatto che sia nocivo o meno, ho optato per assumerlo, una volta ogni 2 giorni, invece che due volte ogni 2 giorni.

Mille grazie!

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
-inutile usarlo senza adeguato motivo routinariamente
-vi sono colluttori a funzione diversa che devono essere assunti x motivi specifici ( sensibilità, post chirurgia, dopo curettaggi, etc,...), ma non c'è motivazione x usarli regolarmente anche perchè possono avere indicazioni e controindicazioni.
-l' essere scrupolosi con spazzolino e filo interdentale o scovolini se necessario è importante perchè permette la rimozione meccanica della placca
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Dr. Lorenzo Ricapito

24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Almeno che non contenga acidi decalcificanti (vedi Viakal) non credo che alcun colluTorio abbia mai creato danni allo smalto dei denti; e comunque non certamente più della bevanda più bevuta al mondo (C C) o di altre bevande particolarmente gassate.
Il peggio che un colluTorio possa fare è non servire a niente se non da tensioattivo (sapone) e da cosmetico (profumo) come buona parte di quelli da "supermercato" oppure creare irritazioni alle mucose, se troppo sensibili ai componenti medicamentosi, come per alcuni colluTori "farmaceutici"; ma sullo smalto proprio non potrebbero creare alcun danno.
Piuttosto, ben scelto, potrebbe essere di grande aiuto se utilizzato dopo lo spazzolamento serale: la sua efficacia disinfettante potrebbe essere di utile per combattere l'insorgenza della carie e delle malattie parodontali che proprio durante la notte trovano il loro massimo sviluppo (diminuita salivazione, secchezza per respirazione orale, poco movimento di lingua e guance che permette alla placca batterica di agire indisturbata su denti e gengive, ecc.).
Ovviamente è sempre un coadiuvante da utilizzare dopo gli INDISPENSABILI spazzolino e filo interdentale e/o scovolino e/o doccia orale (idropulsore) dopo ogni pasto.
Quindi cominci a spazzolare anche dopo pranzo,e anche senza dentifricio se crede (ATTENZIONE all'aggressività di alcuni dentifrici che sarebbero buone paste abrasive da "carrozzieri" magari utilizzati con uno spazzolino duro!!!!), e almeno la sera utilizzi un buon collutorio farmaceutico con fluoro e con bassa concentrazione di antibatterico, collutori che di solito sono gia pronti all'uso e che dopo non vanno risciacquati con acqua.
Cordiali saluti.
Dr. lorenzo ricapito.
Perfezionato in Pedodonzia.
Perfezionato in Odontoiatria dello Sport.

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Innanzitutto il colluttorio si utilizza e non si assume, poi non crea nessun danno ai denti, aldilà delle varie marche. Un utilizzo quotidiano alla sera può essere utile a mantenere la bocca "più pulita" durante la notte. Esistono varie tipologie di colluttori, sarà il suo odontoiatra, in base a quelle che possano essere le sue esigenze orali, a consigliarle quale utilizzare.
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4] dopo  
Utente 132XXX



Ok grazie Dottori. Ora è molto più chiaro.


Vorrei comunque porvi una domanda, che può sembrare banale, sempre riguardante l'USO ( e non l'assunzione!) del colluttorio.


- Ma come và usato esattamente?

Quando mi lavo i dentri prima di andare a letto, apro il mio colluttorio e ne verso nel tappino (del Listerine ad esempio). Ma quanto liquido và versato? Un cucchiaio da minestra ad esempio è sufficiente?

Dopodichè verso il contenuto in bocca. E comincio a risciaquare... Per quanto tempo? 30 sec circa?


Dopo averlo utilizzato, ed espulso nel lavandino, di solito risciaquo la bcca con acqua. Ma è sbagliato? Leggevo a proposito quello che mi ha scritto il Dott.Ricapito, a tale riguardo. Cioè di NON risciaquare dopo l'uso. Quindi sono io che ho sempre sbagliato? Dopo aver utilizzato il Colluttorio alla sera, non deve essere mai risciaquato?


Grazie!

[#5] dopo  
Utente 132XXX



Ok grazie Dottori. Ora è molto più chiaro.


Vorrei comunque porvi una domanda, che può sembrare banale, sempre riguardante l'USO ( e non l'assunzione!) del colluttorio.


- Ma come và usato esattamente?

Quando mi lavo i dentri prima di andare a letto, apro il mio colluttorio e ne verso nel tappino (del Listerine ad esempio). Ma quanto liquido và versato? Un cucchiaio da minestra ad esempio è sufficiente?

Dopodichè verso il contenuto in bocca. E comincio a risciaquare... Per quanto tempo? 30 sec circa?


Dopo averlo utilizzato, ed espulso nel lavandino, di solito risciaquo la bcca con acqua. Ma è sbagliato? Leggevo a proposito quello che mi ha scritto il Dott.Ricapito, a tale riguardo. Cioè di NON risciaquare dopo l'uso. Quindi sono io che ho sempre sbagliato? Dopo aver utilizzato il Colluttorio alla sera, non deve essere mai risciaquato?


Grazie!

[#6] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
la quantità va bene poi è in funzione del tipo di colluttorio
ovviamente non va risciaquata la bocca dopo
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#7] dopo  
Dr. Lorenzo Ricapito

24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Scusate se mi permetto ma vorrei innanzitutto sottolineare che il termine corretto è COLLUTORIO, con UNA "T".
Ma, a parte questa precisazione di ortografia, vorrei comunicarle, gentile utente, che in commercio esistono innumerevoli prodotti venduti come collutori e che ognuno di essi ha una indicazione più o meno specifica e va usato nelle modalità specificate dalla casa produttrice:
PERCHE' NON LEGGE LE ISTRUZIONI PRIMA DI UTILIZZARLO?
Tutti i prodotti dovrebbero averle e se non le avesse lo cambi.

Saluti.
Dr. lorenzo ricapito.
Perfezionato in Pedodonzia.
Perfezionato in Odontoiatria dello Sport.

[#8] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Mi accodo anche io alla discussione per aggiungere un ultimo consiglio che finora non mi pare sia emerso: il collutorio, se vuole usarlo tutti i giorni, non contenga alcool. L'alcool ha un'azione irritante sulle mucose e a lungo andare potrebbe creare dei problemi, basti pensare che insieme a fumo, traumatismi cronici, presenza di determinati virus (appartenenti alla famiglia dei papilloma virus) gioca un ruolo importante nella eziopatogenesi del carcinoma orale.
Quindi niente alcool nel collutorio per uso quotidiano, legga bene tra gli ingredienti.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Essendo il colluttorio per l'igiene orale né benefico né dannoso, ma sostanzialmente inutile, le domande circa il suo uso sono inutili.

Dato che la sua funzione fondamentale è quella di profumare l'alito e non far sentire agli altri quello che si è mangiato, oltre a naturalmente mantenere dei posti di lavoro delle maestranze che li producono, lo usi come le pare.
Tanto per la salute della sua bocca non cambia nulla.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#10] dopo  
Utente 132XXX



Quindi insomma, mi sembra di capire che se non viene usato per una causa specifica, è alquanto inutile assumerlo regolarmente come sistema di pulizia generico.

Sbaglio?


No perchè alla fine se è COMPLETAMENTE INUTILE, per la pulizia generale dei denti, allora è stupido buttare dei soldi nel cesso per comprarlo quando non c'è nè alcuna ragione specifica. Anche perchè mi sembra di capire che il banale e commerciale "Listerine" non mi sembra proprio il meglio del meglio no?

Ancora grazie per tutte queste delucidazioni sul... COLLUTORIO.

[#11] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La sua deduzione è assolutamente logica.

Le parole "informazione pubblicitaria" sono un controsenso, e si negano a vicenda.
Informazione è una cosa, pubblicità contiene già i presupposti della bugia detta per vendere.

QUI facciamo informazione, e non vendiamo nulla.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#12] dopo  
Dr. Lorenzo Ricapito

24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Mi sembra che l'unico che abbia detto che il collutorio sia "acqua fresca" è il collega che mi ha preceduto: ho capito male io o il collega si riferiva solo a quelli da "supermercato"? Gradirei sapere se anche altri colleghi siano certi dell'inutilità del fluoro e degli antibatterici topici presenti in particolari collutori, senza sbarazzarsi così superficialmente dell'argomento facendo di tutta l'erba un fascio, o forse dando adito a dei malintesi.

A riguardo della presenza dell'alcool, e ringrazio il dr.Iorio per aver sottolineato questo aspetto, aggiungerei un particolare che in alcuni casi ha creato notevoli inconvenienti:
l'utilizzo di collutori con alcool porta ad alti valori di test alcoolemico realizzato dalle autorità competenti ai guidatori che ne hanno utilizzato poco prima di mettersi alla guida.
Dr. lorenzo ricapito.
Perfezionato in Pedodonzia.
Perfezionato in Odontoiatria dello Sport.

[#13] dopo  
Utente 132XXX


Hmmm, A questo punto allora, la situazione non mi è più così chiara.

Dunque, facendo il punto della situazione:


- Il Dott. Formentelli è dell'idea che il Collutorio, sia Totalmente inutile, (specifichaiamo bene però, il fatto che stiamo parlando SOLAMENTE di pulizia GENERICA,cioè il collutorio che viene usato quotidianamente, e non di effetti mirati, ) quindi inclusi sia di quelli "da supermercato" che di quelli "da farmacia".


- Gli altri dottori invece, mi sembra di capire che sicuramente non lo ritengono un processo assolutamente essenziale, quanto lo spazzolino, e il filo interdentale, però sono dell'idea che un buon collutorio**, usato dopo aver lavato i denti prima di andare a letto, possa essere d'aiuto per prevenire porcherie varie, in quanto durante la notte, la bocca è più vulnerabile.

- Siete inoltre d'accordo sul fatto che NON è un prodotto nocivo, che può danneggiare lo smalto dei denti, o provocare tumori. Mi sembra di aver compreso che il peggio sia l'effetto irritante che POTREBBE presentarsi in alcuni casi.


- ** e qui secondo me quando si parla di Collutorio, siete tutti daccordo sul fatto che NON debba essere un prodotto di tipo commerciale (Listerine), ma un prodotto di buona qualità, Che abbia almeno queste principali caratteristiche: Senza alcool, e con la presenza di Fluoro.



Quindi arrivando alle conclusioni...
Vale la pena acquistarlo... o no? :)

[#14] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
No.

Per l'igiene orale quotidiana, naturalmente.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)