Utente 173XXX
Buongiorno a tutti I dott dello staff e grazie come sempre per il bel servizio che offrite.

Premetto che ho sempre avuto una cura molto maniacale dei miei denti, arrivando all'eta che ho e che vedete dal profilo senza avere mai una carie, questo almeno è quello che pensavo fino a una settimana fa.

Mi.sono usciti da ragazzo I denti del giudizio superiori, quello di sinistra, il 28, nel tempo è quello che è uscito peggio, un po' in diagonale, e che ogni tanto 'si faceva sentire' con qualche doloretto, mai avuto ascessi importanti con gonfiore guanciale ecc.

Circa due settimane fa, pero, dopo un lungo periodo di silenzio, è tornato a duolermi per piu giorni consecutivi. Da premettere che dove mi trovo a Roma sono per lavoro ma il dentista che mu segue fin da ragazzino è giu a Taranto. Pertanto non sapendo da chi andare mi sono prima fatto un'ortopanoramica e poi mi son recato a un PS odintoiatrico, dove mi hanno dato da fare solo risciacqui con CURASEPT per una settimana senza voler aggiunger antibiotici perche anche stavolta non c'era ascesso o febbre, e mi hanno consigliato di estrarre il dente.il referto della lastra riporta quanto segue:
ESITI DI LESIONI CARIOSE. MINIMA OSTEORAREFAZIONE PERIAPICORADICOLARE A CARICO DELLE RADICI MESIALI DEL 28. MODESTO RIASSORBIMENTO DELL'OSSO ALVEOLARE.
Che vuol dire tutto cio? È un quadrio.clinico grave? La cosa che mi lascia interdetto innanzitutto è questa presenza di lesioni cariose, dato che faccio visite per la pulizia dei denti una o.due volte l'anno, l'ultima fatta a aprile dell'anno scorso, e il mio.dentista non ha riscontrato nulla, non vorrei dover cominciare a pensare di non potermi fidare piu di lui.

Il resto credo sia un quadro infettivo cronico del dente del giudizio 28, che presumo sarà da togliere. I primi di febbraio riscendo a casa, e ho gia prenotato.col mio dentista. Chiedo, pur coi limiti di un consulto a distanza, un.vostro gentile parere. Purtroppo non posso allegare la lastra se no l'avrei fatto.volentieri.
Grazie anticipatamente, un abbraccio a tutto lo.staff.

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buongiorno.
Il referto conferma l'indicazione all'estrazione, che penso sarà molto semplice, come quasi sempre sono le estrazioni dei denti del giudizio superiori, anche perchè il riassorbimento osseo la renderà ancora più agevole.
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gentile utente.,
Da quanto si deduce leggendo il referto della radiografia, dovrebbe esserci una infezione periapicale attorno a una delle radici del 28.
Già questo risultato di per sè depone per l'estrazione del dente, considerando anche il fatto che solitamente si preferisce non devitalizzare i denti del giudizio, a meno che non sia necessario a tutti i costi mantenere il dente perché lo si vuole rendere pilastro di una protesi fissa.
Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#3] dopo  
Utente 173XXX

Vi ringrazio entrambi, cari dottori, per le risposte.

Approfittandone della Vs gentilezza, Volevo porvi un paio di ulteriori quesiti:

1)Innanzitutto quali siano i tempi di recupero di una "normale" estrazione del dente 28.. Ho la brutta esperienza "indiretta" di una mia ex fidanzata, che quando stavamo insieme, dovette fare una osteotomia per un 48 incluso, e il post operatorio non è stato proprio una passeggiata (dolori forti e gonfiori per 2/3 settimane), propaggini di dolore anche per qualche mese, anche perchè ebbe una alveolite che poi rientrò per fortuna. Credo e spero che la mia operazione sarà di natura diversa.

2) Riguardo il fatto del riassorbimento osseo, lessi tempo fa (forse proprio su questo sito, non ricordo) un articolo di un Vs collega, che suggeriva sempre di reimpiantare un dente estratto, perchè il riassorbimento osseo che consegue all'estrazione (nel mio caso già c'è un po', immagino che dopo l'estrazione col tempo peggiorerà) può nel tempo dare diversi problemi, anche a livello estetico (tipo che l'osso si deforma influendo sull'impatto estetico, col tempo di una deformazione di guancia/mascella ecc...chiaramente forse la sto raccontando in modo piu "tragico",essendo un profano e non ricordando esattamente la terminologia scientifica contenuta in quell'articolo, ma son sicuro che abbiate inteso di cosa sto parlando). Una indicazione all'implantologia, è indicata anche per il dente del giudizio? Che succede nel tempo se lo si toglie e non lo si impianta piu (cosa che nn so manco se sia fattibile)?

Grazie ancora di cuore!

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
L'esperienza che ha avuto la sua conoscente non è paragonabile perché in quel caso si trattava di un dente del giudizio inferiore che ha nell'estrazione delle difficoltà nettamente superiori al superiore.
Perciò a meno che non ci siano particolari difficoltà che da qui non possiamo sapere perché non vediamo la radiografia, dovrebbe bastare una settimana perché la guarigione della ferita sia ben avviata.

Dopo un'estrazione In effetti è molto probabile che la quantità di osso vada incontro a un parziale riassorbimento. Per cui sicuramente una soluzione potrebbe essere quella di inserire un impianto post estrattivo.
Cioè nella stessa seduta dell'estrazione si toglie il dente e si inserisce l'impianto.

Un'altra soluzione potrebbe essere quella di preservare l'alveolo con la relativa quantità di osso, attuando un innesto di osso sintetico coperto da membrana riassorbibile e seguito da sutura.
In questa maniera si mantiene la quantità di osso e si può eseguire l'impianto anche a distanza di qualche mese.
Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#5] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Concordo con gli argpomenti tecnici del Collega, ma sottolineo che comunque la zona dell'ottavo non ha motivo di prevedere l'inserzione di un impianto.
Ceredo che tutto si chiuderà con l'estrazione: non mi farei nessuna preoccupazione.
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#6] dopo  
Utente 173XXX

Grazie ancora a entrambi, e speriamo bene! Un abbraccio!!