Utente 463XXX
Buongiorno e grazie se vorrete rispondermi. Alla vigilia di un nuovo tentativo di pma (fra circa tre mesi) ho purtroppo la necessità di eseguire due impianti in due denti incapsulati non più salvabili. Il ginecologo mi ha detto che posso fare tutte le cure dentarie necessarie, comprese le radiografie e le anestesie. Ma forse non ha capito a fondo la portata di queste cure. Il dentista si è reso disponibile ad agire tempestivamente e fare il più grosso subito e giostrarsi dopo il tentativo per la conclusione definitiva dell'impianto. Questo tipo di intervento ai denti è secondo voi compatibile con un tentativo di fecondazione assistita? Avete mai avuto un caso simile? Oppure una paziente che a metà dell'iter per un impianto è rimasta incinta?
Sono molto stanca di tutto, depressa e disperata perché ho 42 anni, diversi tentativi di pma falliti alle spalle e non posso perdere tanto altro tempo. D'altra parte ho ovviamente paura di restare senza denti... Anche questa dei denti proprio adesso non ci voleva.
Grazie
A.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
prima della eventuale gravidanza può sottoporsi ad implantologia e relativi esami radiologici, durante ovviamente è sconsigliabile.
Faccia comunque tutte le necessarie valutazioni del caso, promuovendo anche un eventuale confronto tra odontoiatra e ginecologo che la seguono.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Grazie per la sua risposta. Questo però per me vuol dire dover rimandare i tentativi. E questo è purtroppo il mio problema.
Chiederò comunque consiglio ad entrambi gli specialisti.
Grazie
A.

[#3] dopo  
Utente 463XXX

Buonasera, la situazione si complica. Sono sempre in attesa di un tentativo di pma. Ho tolto un premolare e in attesa che l'osso guarisca il mio dentista mi ha dato il nulla osta per fare questo tentativo di pma. Adesso però mi dà fastidio anche un incisivo superiore centrale, devitalizzato quando ero ragazzina e successivamente incapsulato. Alla radiografia non risultano granulomi né infiammazioni né fratture. La radice è stata in parte sondata e non sembra ci siano fratture.Il dente non mi duole né mi fa male alla pressione o ad addentare ma lo 'sento' ed è come se lo sentissi gonfio dentro pur non provando dolore. Il dentista dice che la radice è molto piccola e il perno della capsula è molto grande perciò, se dovesse metterci mano dovrebbe estrarlo perché il perno è troppo grosso e si romperebbe la radice...Io non voglio estrarre un dente davanti! Possibile che non si possa ritrattare in altro modo?
Quando gli ho parlato di questa sensazione di fastidio per prima cosa mi ha limato la capsula perché c'era un contatto forte con il dente sotto.. All'inizio ho provato giovamento ma poi il fastidio è continuato. Adesso sono quasi tre settimane. Questa sensazione potrebbe derivare ancora dall'infiammazione dovuta al precontatto?
Scusate la confusione ma sono terrorizzata e non ci dormo la notte....
Grazie se qualcuno mi vorrà rispondere