Utente 400XXX
Buongiorno,vi scrivo in merito ad un mio problema. Ho il ciclo sempre regolare di circa 27-30 giorni. A febbraio mi sarebbero dovute venire il 26, ma sono arrivate in anticipo il 16 e durate si e no due giorni (il 18 le ultime macchioline). L'anticipo l'ho attribuito al periodo di cambiamenti e alla conoscenza molto coinvolgente del mio attuale ragazzo. Il problema è il seguente: il 19 e il 20 ho fatto petting con lui, con strusciamenti tra pene e vagina ma senza penetrazione in quanto sono vergine. Ha usato solamente le dita (e qui il dubbio che possa avere trasportato liquido preeiaculatorio all'interno) ed è venuto molto dopo i momenti di vicinanza tra i genitali e soprattutto lontano dalla vagina. Il giovedì 22 mi sono svegliata con male alle ovaie, leggero mal di schiena e forte irritabilità. Il 23 è andata meglio. La nausea è sparita, e mi sono comparsi sintomi di cistite come leggero bruciore quando urinobe a volte mi escono gocce di urina come se non riuscissi a contenerla, ma non stimolo continuo. L'unico sintomo che si è mantenuto costante da giovedì 22 ad oggi è la pressione / male al basso ventre più o meno forte e costante. Martedì 27 sono andata da una ginecologa in consultorio per esprimere il problema, e toccandomi la pancia nei punti in cui doleva mibha detto che sembra essere legato a questioni gastrointestinali. Da un paio di giorni ho infatti flatulenza, l'altro giorno ho avuto crampi addominali che ogni tanto mi capitano un paio di settimane prima del ciclo e la flatulenza mi viene spesso in vari periodi del ciclo, quindi magari non è connesso.
La ginecologa mi ha detto che non è assolutamente possibile, ma io ci credo poco perché su internet si leggono casi di donne rimaste incinte con "nulla" quindi potrebbe benissimo capitare anche a me. Da ieri sera jo anche male al seno se lo tocco ma per ora non è gonfio. Sottlineo se serve, che il mese scorso il seno mi si era ingrossato tantissimo circa 18 giorni prima del presunto ciclo ed infatti mi sembrava troppo presto e soprattutto era molto gonfio, ed infatti dopo pochi giorni mi è venuto il ciclo anticipiatamente senza avere il minimo sintomo (di solito non sto male, ma "sento" il momento in cui mi vengono, un piccolo fastidio alla pancia, sta volta nulla).Vorrei fare le beta hcg il prima possibile, pensavo il lunedì 12 che sarebbe qualche giorno prima l'ipotetico giorno del ciclo.. Ma le vorrei fare il prima possibile per essere in tempo ad interrompere la gravidanza con la ru468 e non con il raschiamento.. Questi malesseri sono dovuti ad altro o ad una gravidanza? Sono molto preoccupata...
Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono d'accordo con la Collega ginecologa.
Troppo precoce l'insorgenza di una gravidanza , direi quasi impossibile .
Già per le coppie che praticano il coito interrotto la percentuale di insuccesso si aggira sul16/18 % , nel suo caso è quasi impossibile se non c'è stata penetrazione vaginale.
Se vuole tranquillizzarsi può eseguire il dosaggio delle beta-HCG
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Bongiorno,
Intanti la ringrazio per la tempestiva risposta. Il giorno 10 mi è arrivato il ciclo, perdite scarse la mattina, poco più abbondanti la sera del 10 e la mattina dell'11 per poi essere già praticamente scomparse ieri pomeriggio. Il ciclo mi è arrivato 5-6 giorni in anticipo. Non è che fossero perdite da impianto? Seppur scarso era un flusso rosso vivo, e di solito il mio flusso è scarso ma comunque un paio di giorni più lungo. Essendo che il mese scorso mi è venuto 10 giorni prima e della stessa "quantità" e avendo avuto questi dolori strani che ho descritto nel primo post del consulto (e aggiungo che è la seconda volta che il seno si ingrandisce di circa una taglia, fa male e sembra nodoso) non è che ci sia qualche altro problema?
Grazie
Cordiali saluti