Utente 417XXX
buonasera dottore sono giulia ho 26 anni, le scrivo perchè da ormai qualche anno soffro di paradontite anche abbastanza grave con mobilità dei denti davanti i 4 davanti ai quali mi è stato applicato uno splintaggio, sono in cura tt' ora ogni due mese, ora l'ultimo controllo è stato a settembre con nuovo appuntamento a luglio in quanto le gengive erano tornate rosa e continuando la cura con curasept 3 volte al di... ho notato però da qualche giorno 4 giorni un leggero rigonfiamento subito dopo il mento dalla parte destra proprio sull' osso sembrerebbe , sono andata dal mio medico curante in quanto pensassimo fosse un linfonodo ma nessun segno di tumefazione , non ho dolore forte solo un pochino di fastidio ma mi preoccupa il gonfiore anche se lieve, oggi la farmacista mi ha dato un colluttorio naturale per le gengive e sempre il curasept 3 volte al giorno, ho notato che le gengive sono molto rosse e in corrispondenza del gonfiore all' interno si vede proprio il dente sotto , siccome sono molto ipocondriaca mi spavento subito ho il terrore dei tumori e il mio dentista fino all 8 gennaio non ce, il gonfiore non è aumentato è sempre lo stesso , potrebbe essere un osteosarcoma alla mandibola ? mi devo preoccupare ? è proprio poco prima che inizi il mento dalla parte destra mi è stata fatta la radiografia a settembre ed era tutto apposto, ho affettuato visite otorinolaringoiatriche con laringoscopia negativa, non capisco proprio cosa possa essere .. e inoltre mi capita anche di sentire il clik quando apro la bocca ma la cosa che piu mi preoccupa è questo gonfiore, posso continuare con la cura e con l' oki ?

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Dalla sua descrizione è verosimile una parodontite e probabilmente il gonfiore potrebbe essere un ascesso parodontale.Ovviamente a distanza è impossibile senza poterla visitare ed avere report clinici essere esaustivi.Per la diagnosi di parodontite innanzitutto l'obiettivita' deve evidenziare la presenza di gonfiore gengivale,presenza di placca,sanguinamento spontaneo ed al sondaggio.Il sondaggio serve per misurare la presenza di tasche e va fatto su tutti i denti e sulle 4 facce.Importanti sono l'indice di placca,il grado di retrazione gengivale,la mobilità dentale(e lei evidentemente ne ha data la presenza di splint),la valutazione del riassorbimento osseo orizzontale e verticale tramite una rx full endorale(la panoramica non è utile).
Una volta fatta la diagnosi parodontale si istituisce un piano terapeutico che può essere non chirurgico,chirurgico o l'insieme dei due.Lo specialista di riferimento non può essere "il farmacista",
né il dentista generico,ma lo specialista Parodontologo.
La presenza del click inoltre va indagata ed è uno dei sintomi del disordine temporo-mandibolare,e lo specialista di riferimento è lo Gnatologo.
Quindi non si preoccupi inutilmente di avere malattie gravi,ma faccia riferimento alle figure indicate

Legga il link informativo



https://www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/5333-la-parodontite.html



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia