Anca a scatto bilaterale

eccomi finalmente di ritorno dall'ortopedico!

Ho 22 anni e come avete letto nel titolo ha confermato le mie ipotesi: anca a scatto bilaterale!

comunque devo fare i rx per vedere se è lieve e quindi procedere col semplice streching oppure se è più grave, anche capire se è congenito ecc...

nel caso in cui lo streching non funziona cosa si dovrebbe fare?

lui mi ha detto "dobbiamo intervenire", io non ho chiesto cosa intendesse, cosa voleva intendere?
[#1]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Si tratta di un intervento banale che si esegue in anestesia locale. Consiste nell'incisione trasversale della fascia lata con decompressione della borsa trocanterica e stabilizzazione della fascia lata a cavaliere del gran trocantere femorale.

Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

[#2]
dopo
Utente
Utente
buonasera,
ho ritirato i rx del bacino per le anche.

Questo il referto del radiologo:

"ASSENTI LESIONI OSSEE A FOCOLAIO A CARICO DEL BACINO.
LIEVE COXA VALGA BILATERALE, SENZA ALTERAZIONE D'AMPIEZZA DELLE INTERLINEE ARTICOLARI".

Il mio ortopedico mi ha detto che ho una deformazione congenita sia dell'acetabolo che della testa del femore e che questo mi porterà, a 60 anni, ad avere problemi di artrosi alle anche...

comunque per adesso mi ha consigliato dello stretching della fascia lata, potenziamento del medio gluteo e correzione posturale...da fare per almeno un paio di mesi e poi vedrò se migliora o no...

se la ''terapia'' non funziona dovrò ricontattarlo...ma a questo punto lei crede che dovrei fare l'operazione della risposta che mi ha dato?
[#3]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Dipende dalla sintomatologia: occorre essere certi che il disturbo da lei riferito sia solo ed esclusivamente dovuto allo "scatto" e non ad altri problemi da definire.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,

ammetto che forse è un po' troppo presto per tirare le somme ma dopo soli 3 giorni di "fisioterapia"(se così possiamo definirla) avverto lievi cambiamenti..

non se però considerarli positivi o negativi!

mi spiego...

mi sono resa conto che avverto scatti , e quindi le anche bloccate, più di frequente rispetto a prima ed inoltre avverto un bruciore e maggior affaticamento rispetto a prima....

posso considerarlo normale poiché sto "tirando" i muscoli?

oppure non è un buon segno?

premetto che faccio cyclette tutti i giorni e quindi ho i muscoli allenati , quindiu non si tratta di dolore tipico dell' allenamento muscolare...

la fisioterapista mi ha detto che a livello di movimento non ho problemi, nel senso che non sono impedita dalle anche a muovermi ma il è problema che avverto bruciore e dolore specie quando stimolo gli abduttori...

quando faccio esercizi sul fianco avverto come se sotto le anche ci sia qualcosa che mi da fastidio, come se mi pogiassi su qualcosa in quel punto...

io credo che tutto questo non mi risolverà il problema:(...ma speravo almeno che mi alleviasse il dolore!
[#5]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Ammesso che la terapia fisica sia un'indicazione corretta, per lo meno bisognerebbe evitare stress diretti sulla regione laterale dell'anca. Se dopo alcune sedute vede che non migliora o addirittura peggiora, va sospesa e il suo ortopedico deve rivalutare la situazione.
[#6]
dopo
Utente
Utente
salve dottore!
dopo 4 mesi dal riscontro del problema alle anche e la fisioterapia(inutile), sto riscontrando altri problemi non solo alle anche!
già la fisioterapista si meravigliò perchè mi scattano praticamente tutte le articolazioni(anche,ginocchia, polsi, caviglie, scapole)...proprio ultimamente, forse perchè ho fatto più sforzo fisico(specie alla destra perchè è il braccio dominante) ho riscontrato gli stessi sintomi delle anche alla scapola dex che mi porta quindi al bruciore ed alla stanchezza muscolare alla spalla, scapola, sotto l'ascella, insomma tutti i muscoli li attorno...poi sento che quando tiro i braccio piegato dietro il collo sento come , sempre sotto la scapola, come delle pietre che sfregano tra di loro!
alle anche penso che sia il problema maggiore e più doloroso perchè sono le articolazioni più grandi e comunque sostengono il peso del corpo...
ma è normale che a quest'età scattino così le articolazioni?
da cosa può dipendere?
calcio?le cartilagini? alle anche si è capito che il problema è congenito, per via della coxa valga, e le altre?
GRAZIE!
[#7]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Non e' normale che lei riferisca una sorta di "sinfonia" degli scatti. In questi casi e' sempre presente una condizione psicologica non ideale che il paziente tende a trasferire in un "ascolto" esagerato del proprio corpo e/o in una sorta di coazione a ripetere movimenti particolari che favoriscano la comparsa di "schiocchi", "scricchiolii" e "rumors" di varia natura.
Se Lei e' d'accordo potremmo avviare su questo stesso 3D un colloquio anche con i colleghi psicologi / psichiatri. Nell'anca a scatto, infatti, e' sempre associata una sindrome ansioso-depressiva di vario ordine e natura.
Che ne pensa?
[#8]
dopo
Utente
Utente
Oddio!
non voglio preoccuparmi, nel senso...è vero che soffro d'ansia in questo momento per via della situazione lavorativa, economica che sto passando ecc...ma alle anche come le ho già scritto è un problema fisico vero, non di certo psicologico!
per gli altri...forse potrebbe dipendere dall'ansia ma non sono l'unica a sentire questi scatti, sono avvertibili dall'esterno ed i miei genitori sono preoccupati per questo...
le lo ritiene necessario?
grazie!
[#9]
Dr. Antonio Valassina Ortopedico, Chirurgo vascolare 2k 65 79
Penso che si potrebbe parlarne se lei per prima desidera comunicare con noi i problemi di questo momento della sua vita. Il problema non sono gli scatti articolari o mio-fasciali.
Traduzione: se tutti, dico tutti, gli abitanti della nostra amata Terra cominciassero a sollecitare e ASCOLTARE le loro articolazioni, ebbene, tutti, ma proprio tutti noterebbero che moltissime delle loro "giunture" possono "suonare" come nacchere!
:)
Il problema in questi casi non e' il rumore delle articolazioni (normale in tutti questi abitanti della Terra), ma l'attenzione (e il peso) che loro si regala.
Traduzione ulteriore. Credo assolutamente e non metto affatto in dubbio che lei possa avere rumori articolari, ma penso anche che le sue articolazioni "suonino" come quelle di tutti noi.
Il "segreto" e' non dare peso a questi rumori e piano piano vedra' che questi rumori si ridurranno fino a scomparire.
Ma a volte serve un aiuto (normalissimo in questi casi) per uscire dalla "sindrome del click migrante".
Che ne pensa? Vogliamo parlarne di questi problemi di vita?
:)
[#10]
dopo
Utente
Utente
se riuscirebbe anche a sollevarmi un po' ed a farmi dormire senza extrasistoli...volentieri :D
perché sono diventata talmente ansiosa che ho anche questi tuffi al cuore:(
ascolto il mio cuore e sento che è regolare, poi faccio attività fisica regolare e non mi da problemi di affaticamento...è tutto psicologico, ed a volte mi arrabbio con me stessa per questo!
[#11]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Desidera ricevere un parere prettamente psicologico?

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#12]
dopo
Utente
Utente
se non vi reca disturbo e se comunque può aiutarmi a stare meglio, come scrivevo, volentieri! :)
come funziona...insomma comincia lei con le domande?
>.<
[#13]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Bene, ma dubito che qualsiasi risposta per email di uno psicologo l'aiuterà a stare meglio. Se fosse verificata la necessità di un aiuto psicologico, è solo di persona che possiamo svolgere il nostro lavoro in modo efficace:

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3551-psicologo-devo-proprio-andarci-di-persona-perche-non-potete-aiutarmi-online.html

Invece di farle molte domande, le suggerirò piuttosto alcuni articoli da leggere.

Al di là delle condizioni mediche che pure possono esserci, sembra presente nel suo caso anche una tendenza ansiosa che le sta facendo prestare troppa attenzione ai segnali emessi del suo corpo. Legga qua per capire cosa intendo:

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/378-ansia-e-sensazioni-strane.html

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Se riconosce di essere una persona ansiosa e se ormai si trascina dietro questo problema da tanto tempo, continuare a inserire altri consulti qui non la farà stare meglio. Sul momento magari sì, perché si sentirà rassicurata, ma alla lunga starà solo strutturando e alimentando la sua ansia. Perciò la raccomandazione è la stessa dell'altra volta: cercare un aiuto psicologico efficace per l'ansia.

Questo le risolverà il problema all'anca? Certamente no, ma l'aiuterà a preoccuparsi molto meno. Ogni individuo ha qualche problema fisico, magari non grave, ma in presenza del quale si vede subito se uno è ansioso o no.

E se, arrivata fin qui, fosse tentata di rispondere come nell'altro consulto:

>>> Lo so, è da anni che avrei dovuto affrontare tutto con uno psicologo ma è come se avere un aiuto, non avercela fatta da sola mi faccia sentire sconfitta...sono una persona abituata ad affrontare le cose
>>>

Allora l'articolo giusto sarebbe questo :)

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2109-ansia-depressione-problemi-sessuali-relazionali-c-posso-farcela-da-solo.html
[#14]
dopo
Utente
Utente
grazie per questi articoli...
li leggerò con attenzione!
:)
certo non pretendo di "guarire" con consulti online, ci mancherebbe, ma i consigli di un esperto, come i suoi in questo caso, possono magari darmi un pochino di forza anche per fare solo un po' il quadro della situazione!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio