Artro-rmn anca

Buongiorno.
In attesa di visita specialistica (purtroppo non prima di Maggio) chiedo gentilmente, e consapevole dei limiti del consulto a distanza, un parere in merito all'esito dell'ARTRO-RM anca dx:

indagine effettuata previa distensione del cavo articolare con 20 l di soluzione di gradolino diluito (acido gadoterico). Vengono acquisite immagini T1 e T2 dipendenti, con e senza soppressione del segnale del tessuto adiposo, con acquisizioni assiali, coronali e sagittali, completate da acquisizioni radiali.

Buona la distensibilità della capsula articolare.
Come di norma appare l'orientamento della cavità acetabolare ed il grado di copertura della testa femorale.
Bump osseo si riconosce al passaggio tra testa e collo fmorale, nei piani anteriori (h 9). L'angolo alfa presenta valori lievementi superiori alla norma (circa 60°).
Il labbro fbro-cartilagineo in sede antero-superiore appare degenerato, con irregolarità dei profili marginali; banda lineare da h10 ad h1 circa compatibile con fissurazione ad iniziale disgiunzione labbro-cartilagine.
Attualmente appare preservato lo spessore delle cartilagini articolari; si documenta tuttavia la presenza di fini irregolarità del profilo marginale delle cartilagini articolari in sede antero-superiore, sia a livello della testa ma soprattutto dell'acetabolo contrapposto.
Come di norma la porzione postero-inferiore del labbro fibro-cartilagineo e la cartilagine acetabolare adiacente.
Non evidenti cisti paralabiali nè formazioni geodiche in corrispondenza delle tetto acetabolare.
Nelle sequenze STIR, non evidente edema intraspongioso dei segmenti schelettrici esplorati.
Note entesopatiche in corrispondenza dell'inserzione sul grande troncatere dei muscoli glutei.

Grazie e distinti saluti
[#1]
Dr. Emanuele Caldarella Ortopedico 1,8k 79 43
Caro utente,

Lei che disturbi ha?

In ogni caso, sia l'apparente conservazione della cartilagine sia la mancanza di edemi sono un buon segnale.
Purtroppo però i referti sono solo una descrizione: senza vedere direttamente le immagini e senza visitarLa, appare impossibile capire se possa essere utile una procedura chirurgica.

Distinti saluti

Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio