Chiarimenti morbo di crohn

Salve sono affetta da artrite secondaria a morbo di crohn, e da piu' di 10 anni ho
"problemi " alle articolazioni.
Alle spalle ho lesione ai tendini sovraspinoso e sottospinoso seguo saltuariamente fisioterapia, e alla spalla sx ho dovuto fare 3 infiltrazioni di cortisone per uscire da una fase acuta.
Alle ginocchia ho eseguito circa 3 anni fa una RMN dove risultava una discreta condropatia femoro-rotulea, mentre alle anche risultava alla rx una sclerosi delle superfici acetabolari e alla RMN una lieve sacroileite ed un condroma nell'area iliaca di dx, ma il reumatologo mi ha comunque diagnosticato una entesite cronica.
Premetto che fino a circa 5 anni fa praticavo nuoto 3 volte a settimana, ma ho dovuto dapprima rallentare e poi sospendere per i dolori ricorrenti alle spalle, e successivamente alle anche.
Attualmente quando posso faccio solo delle camminate.
Il giorno di Pasquetta, quindi 20 giorni fa, ho fatto un paio di km in bicicletta e da allora ho dolore al ginocchio dx ed alle anche,( sia da movimento, che da ferma) non posso prendere antinfiammatori, solo saltuariamente il paracetamolo.
Quello che vorrei gentilmente sapere è se nel mio caso, con i limiti del consulto on-line, il movimento peggiora la situazione, oppure dovrei insistere anche se con dolore....
Il mio dubbio è visto che il mio problema principale è un'usura delle cartilagini, (dovuta appunto all'artrite) lo sfregamento dovuto al movimento non peggiora il tutto?
Ringrazio anticipatamente. Saluti
[#1]
Dr. Gianni Nucci Ortopedico 4.4k 120
Gentile utente,
lei dà per scontato che l'usura delle cartilagini nel suo caso sia dovuta all'artrite.
Ci sono degli esami e delle visite specialistiche che attestano questo?
Perché lei potrebbe anche benissimo avere un consumo delle articolazioni nono collegatio all'"artrite".
Un bravo ortopedico saprà capire quanto dei suoi dolori deriva dall'artrite e quanto da altre cose, e consigliarle l'attività fisica e le terapie fisiche più corrette.
Saluti cordiali.

Gianni Nucci, Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini T.
Riceve a Lucca, Montecatini, Pistoia, Follonica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.le Dott. Nucci
ho cominciato ad avere "problemi" alle grandi articolazioni gia' a 30 anni e non so se in cosi' giovane eta' inizia un consumo fisiologico delle articolazioni.
La situazione è poi peggiorata circa 12 anni e da li' è iniziato il mio girovagare tra ortopedici, non solo della mia citta' , ma mi sono spinta anche piu' lontano ( mezza Sicilia orientale...) e mi è stato detto di tutto, dalla natura psicologica ad altro che non sto qui ad elencare..
Premesso questo, l'ennesimo ortopedico sospetta una sofferenza reumatologica e da li' una serie di accertamenti ed analisi,ed il reumatologo mi diagnostica una enteso-spondilo artrite (sieronegativa) secondaria a sospetto crohn.
Mi reco da un gastroenterologo e si arriva ad una diagnosi di "quadro compatibile per morbo di crohn".
Inizio una terapia, che sto seguendo da circa 2 anni e mezzo e la situazione è molto migliorata, ma essendo una malattia cronica, io noto comunque che facendo nuoto, oppure come ultimamente, un po' di bicicletta i dolori si ripresentano,
da qui il mio quesito nel consulto precedente se il movimento fa bene oppure devo continuare le semplici passeggiate.
Capisco che adesso ho 46 anni ed è fisiologica un inizio di artrosi...in piu' da 5 anni sono in cura per osteoporosi e finalmente alla MOC che ho effettuato oggi risulta un miglioramento della situazione, al contrario di quello dello scorso anno.
Capisco che on-line non è possibile inquadrare tutta la situazione....comunque seguiro' il suo consiglio di affidarmi ad un ortopedico, ma se volesse aggiungere qualcosa, la ringrazio anticipatamente.
SALUTI