Utente
Gentili Medici,
dopo anni di peripezie, ho scoperto finalmente di avere le tonsille criptiche, con conseguente formazione di caseum. Per pulire le tonsille, eseguo la spremitura, che mi causa fastidio alla gola, in quanto vado ovviamente a raschiare e stuzzicare; spesso ho quindi mal dic gola. Questo inverno ho fatto una tonsillite molto brutta.. L'otorino dagli esami del sangue ha escluso reumatismi o altre infiammazioni gravi, ma mi ha consigliato l'asportazione. Mi ha anche detto che all'età adulta le tonsille si possono asportare senza problemi, in quanto NON servono più a nulla (fungono da barriera da bambini).
Che ne pensate? Grazie infinite

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se lo Specialista che la tiene in cura ritiene opportuno l'intervento di tonsillectomia, vuol dire che le sue tonsille non possono essere curate farmacologicamente. Si accerti, pero', che tale intervento venga condotto per dissezione ed emostasi mediante elettrocoagulazione. Questa, infatti, è la tecnica piu' moderna e sicura. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
In effetti lo specialista mi ha consigliato di toglierle, in quanto potrei andare incontro ad altre tonsilliti acute o eventuali ascessi, ma non è detto. tra l'altro non capisco come mai sull'adulto non svolgano funzione alcuna di barriera. che ne dice?
ps: l'intervento di cui parla, in parole povere, come sarebbe?
grazie ancora

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Nell'età adulta, il sistema immunitario è efficiente e, pertanto, le tonsille, organo primario di difesa, hanno completato la loro funzione. L'intervento di tonsillectomia per dissezione ed emostasi mediante elettrocoagulazione consiste, in poarole povere, nello scollamento del tessuto dal tessuto tonsillare dalla capsula cui è avvolta e nella relativa emostasi, ovvero causticazione, di quei vasi che irrorano la tonsilla. In questo modo, i rischi post-chirurgici di una eventuale emorragia sono praticamente scongiurati.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
è strato chiarissimo; mi informerò perchè lo specialista mi ha invece messo davanti al rischio emorragico entro le 24 ore o entro i 10gg dall'intervento..
speriamo!
grazie ancora

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Stia tranquilla, tutto andrà bene. In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori