Tracce di sangue dalle narici

Salve dottori,
da metà febbraio ho il seguente problema: ogni giorno mi sveglio con varie fastidiose croste verdi nel naso e, soprattutto, sul fazzoletto rimangono piccole tracce di sangue (chiaro o scuro) quando soffio, da ambedue le narici.
Senza avere, tuttavia, raffreddore.

Ad inizio/metà marzo, su consiglio del medico di famiglia, ho preso per 5 giorni l’antistaminico, in quanto in passato ho sofferto di (leggera) allergia in primavera, ma da tanti anni non avevo più problemi, e poi ho iniziato ad utilizzare un olio per la secchezza delle mucose.

Per 20 giorni non ho avuto più problemi (continuando ad usare l’olio per la mucosa), se non in 2-3 situazioni, ma da fine settimana scorsa mi sono tornati leggeri filamenti di sangue quando soffio e un po’ di fastidio alle narici, bruciore, oltre che formazione continua di croste e sensazione di naso chiuso, soprattutto di notte, quando mi stendo (senza però muco o catarro).
E anche prurito in gola, ma penso si tratti dell’olio/spray sopracitato che cola dietro.

Ho ricominciato, sempre su sollecitazione del medico, l’antistaminico, ma dopo 4 giorni, questa volta, ancora non vedo effetti.
Aggiungo che ho il setto nasale deviato e in passato ho sofferto di marcata ipertrofia dei turbinati inferiori, senza mai aver avuto episodi di vera e propria epistassi.
Secondo voi è così scontato che si tratti di rinite allergica?
Sono sintomi per cui debbo preoccuparmi?
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,4k 1,1k
La presenza di croste di color verde mi possono fare pensare ad una infezione batterica. Consiglio, quindi, un tampone nasale per la ricerca di germi patogeni e miceti con antibiogramma.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa