x

x

Otite, come risolvere il problema? (sono in Cambogia)

Gentilissimi, sono una donna di 37 anni, in Cambogia da circa 4 mesi.
Ho fatto regolarmente il bagno in piscina varie volte (mettendo la testa sott'acqua) e qualche giorno fa ho accusato una sensazione strana all'orecchio sx ma non le ho dato peso.
Ieri mattina mi sono svegliata con dolore all'orecchio, alla mandibola, in generale alla parte sx del viso e gengive gonfie.
Siccome ho i denti del giudizio pensavo il problema partisse da lì (anche se poi ho notato che l'orecchio è gonfio e arrossato in alcuni punti) ma il dentista di qui mi ha visitata e ha detto che sì, le gengive sono un po' gonfie, ma non c'è infezione (infatti non ho mal di denti o altri disturbi).

Penso che la colpa sia dell'acqua della piscina, che probabilmente non viene mai cambiata.
In farmacia mi hanno dato due tipologie di gocce da mettere nell'orecchio (uno è antibiotico), sia al mattino sia alla sera.
Dovrò proseguire fino a martedì e, se non dovessi notare miglioramenti, passare agli antibiotici per bocca.
A quel punto, se ancora non ci fossero miglioramenti, dovrei andare da uno specialista ma qui uno "bravo" che parla inglese pare esserci solo in ospedale quindi spero di non arrivare a tanto.
Ovviamente non vado più in piscina, non mi bagno la testa in generale, ma mi fa male continuamente a parlare, a muovere la mandibola (quindi anche a masticare, senza però mal di denti) eccetera.
Riesco a dormire, stando girata sull'altro lato.
L'ibuprofene non fa niente (Oki Task e simili non esistono qui).
Siccome sono in un Paese in cui il sistema sanitario lascia un po' a desiderare vorrei l'opinione di un professionista italiano.
Sto facendo tutto bene?
Ci sono altri accorgimenti che dovrei avere?
Devo semplicemente pazientare sperando che la fase acuta passi in qualche giorno?
A quel punto, mi consigliate di prendere comunque gli antibiotici da bocca per debellare del tutto l'infezione?
Grazie!
ps: non so se influisce ma qui fa davvero caldo e l'umidità è sempre altissima.
Soffro di turbinati ingrossati però ne soffrivo anche fino a 2 gg fa e non avevo questo problema.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33.8k 1.2k
Deve iniziare subito una terapia antibiotica per via orale, per una durata di una settimana in tutto, e continuare con le gocce auricolari per 10 giorni . Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore. Ieri il dolore era incessante e molto forte allora sono riuscita a trovare un otorino cambogiano che mi ha prescritto la seguente cura da fare fino a sabato prossimo:
- primalan 5mg
- doliprane 1000
- masfixim DT-200

Non so se questi prodotti ci sono anche in Italia ma sono un antidolorifico, un antinfiammatorio e un antibiotico. Per le gocce, l'otorino mi ha detto di smettere perché l'orecchio è già eccessivamente bagnato all'interno ( si chiamano Polydexa e Ciprofloxacin), devo ricominciare? I primi 3 farmaci li devo prendere tutti una volta al mattino e una volta la sera. L'otorino ha detto che l'orecchio sx ha otite esterna, che dentro è eccessivamente bagnato e fuori (si vede anche a occhio nudo) è un po' gonfio e arrossato nella parte inferiore. La cosa strana è che da oggi varie volte ho prurito e fitte anche all'altro orecchio e se lo guardo è leggermente gonfio e arrossato negli stessi punti del sinistro.
Ho iniziato la terapia ieri sera quindi mi rendo conto che è ancora presto, tuttavia, ho notato dei miglioramenti e anche quando finisce l'effetto dell'antidolorifico l'orecchio è "pesante" e ovattato ma il dolore è molto meno di ieri. Sono onesta, il mio dubbio è: l'otorino cambogiano mi ha dato la terapia giusta? Secondo lei va bene e cosa devo fare con le gocce? Grazie mille
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33.8k 1.2k
Immagino che l'antibiotico sia stato prescritto ogni 12 ore per almeno 6 giorni. L'antinfiammatorio, lo prenderei mattina e sera a stomaco pieno, mentre l'antidolorifico solo al bisogno

Dr. Raffaello Brunori

[#4]
dopo
Utente
Utente
Sì devo fare la cura per una settimana, lui mi ha detto tutti mattina e sera. In effetti l'antidolorifico l'ho preso stamani ma stasera non ne ho bisogno, il dolore è più un fastidio. Quindi conferma anche lei niente gocce? Grazie davvero del suo aiuto.
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33.8k 1.2k
Confermo la cura prescritta. Cordialmente

Dr. Raffaello Brunori

[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore, mi scuso se la disturbo di nuovo, domanda veloce. Negli ultimi 3-4 gg ho preso antibiotico e antidolorifico solo una volta alla sera invece che anche al mattino come prescritto perché, nonostante abbia regolarmente preso l'Enterogermina, ho avuto episodi di mal di pancia con crampi e diarrea causati, probabilmente, dall'antibiotico (mi era già successo quando lo presi per i denti del giudizio). Oggi sarebbe finita la settimana di cura ma ovviamente ho ancora qualche antibiotico e antinfiammatorio solo che non so se continuare a prenderli o no. Il dolore lancinante all'orecchio sx è passato circa 48 ore dopo l'assunzione del primo antibiotico, ora ho soltanto dei fastidi/prurito qualche volta durante il giorno e un senso di orecchio ovattato molto saltuariamente (tra l'altro, dal giorno della visita con l'otorino di qui, è venuto un gonfiore anche all'orecchio destro, nello stesso punto del sx ma senza dolore). Entrambe le orecchie sono leggermente gonfie in basso. Siccome tra qualche giorno sarò di nuovo in viaggio, sempre nel sud-est asiatico, vorrei evitare crampi, corse in bagno e affini. Ho letto su Google che, lasciandola stare, l'otite esterna guarisce da sé ma ci mette più tempo (io non l'ho proprio lasciata stare). Il mio dubbio è se è vero (non vorrei che peggiorasse) o se lei mi consiglia di continuare e finire la scatola di antibiotico anche se rischio di nuovo di star male di intestino (che è da sempre il mio tallone di Achille). La ringrazio
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33.8k 1.2k
Non so che dirle, non potendo effettuare un esame clinico. Se proprio ha questi effetti collaterali con l'antibiotico, allora prosegua solo con l'antinfiammatorio. Per la prossima volta, si ricordi di dire al Medico la sua intolleranza a questo antibiotico.

Dr. Raffaello Brunori