Utente 128XXX
Salve,
volevo da Voi un’informazione: sono già nell’ottavo mese di gravidanza e il parto si avvicina. Ho sentito parlare dello screening neonatale allargato. Nella mia città non è eseguibile, dovrei inviare il campione di sangue prelevato dal tallone della bimba e messo su 1 cartoncino all’Ospedale Meyer di Firenze ad esempio. Nella mia città eseguono solo lo screening per 3-4 patologie, non di più.
Vi chiedo: è utile eseguire lo screening allargato secondo Voi? In caso di risposta positiva mi potete dare informazioni in merito al centro più adeguato a cui rivolgermi per inviare il prelievo di sangue della bimba?
Inoltre Vi chiedo: ci sono dei criteri da seguire per inviare il cartoncino con il sangue o posso spedirlo tramite posta prioritaria? Mi spiego: deve venire in ospedale un corriere attrezzato al trasporto di questo materiale o non servono certe temperature e certi modi di trasporto?
Ho letto in internet dell’Ospedale di Firenze ma non ho conoscenze in merito.
Chiedo dunque a Voi, esperti in materia, un parere sia in merito all’utilità dello screening allargato, sia in merito alla struttura a cui rivolgermi.
Un ringraziamento

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile Signora
lo screening allargato è un progetto che si sta tentando di far passare in tutta Italia gratuitamente, ma al momento credo sia partito solo per la regione Toscana.
E' stato promosso per individuare precocemente tutte quelle malattie rare per le quali purtroppo le diagnosi sono sempre difficili e tardive. Certamente utile perchè purtroppo le malattie metaboliche rare si chiamano così sfuggendo alle comuni diagnosi.

Le fornisco il numero verde dell'AISMME Associazione Italiana sostegno malattie metaboliche 800-910-206
dove si possono chiedere tutte le informazioni necessarie.

Ci sono laboratori che non so per quale costo si preoccupano di mandare un kit, fornire istruzioni, venire a prelevare il campione ma rivolgersi ad un'associazione credo sia la cosa miglioree meno dispendiosa.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi