Utente 164XXX
Salve a voi tutti. Ringrazio anticipatamente per chi risponderà al mio quesito.
Circa due mesi e mezzo fa ho avuto una mezza bronchite, cosi definita dal mio medico, l’ho curata con l’antibiotico;dopo circa dieci giorni,durante la notte,sono stata svegliata da un fischio.La mattina successiva mi sono recata dal mio medico e ho esposto il problema lui dice che ho un pò di brocospasmo dovuto probabilmente alla bronchite (questo è quello che aggiungo io ), quindi mi ha prescritto l’aerosol dove dovevo mettere la fisiologica,5 gocce di broncovoles e una boccetta di areolid e la cura era di 10 giorni e per 5 giorni fare due volte al di l’aerosol e per gli 5 farlo una volta al dì. Faccio la cura e dopo i dieci giorni riecco il fischio. Rivado dal mio medico e rifaccio la stessa cura per una settimana ma facendo l’aerosol solo una volta al di, però dopo una settimana che faccio la cura e mi passa l’effetto del brocodilatatore è tutto di nuovo uguale.
Ne riparlo col mio medico e lui crede che sia un’asma allergica mi prescrive il Ventolin e fare anche la radiografia al torace,nel fra tempo faccio la radiografia al torace e il risultato è: “
Non sono apprezzabili lesioni pleuroparenchimali a focolaio in fase di attività. Seni costo-frenici normo- espansi. Profilo cardiomediastico nei limiti della norma.”
Quindi a tal proposito vado dal mio medico a far vedere l’esito e vedendo ciò mi prescrive un altro inalatore il Foster, faccio anche quello ma non appena lo faccio mi sento il cuore accelerare penso sia una mia impressione ma dopo passate 8 ore e il mio cuore batteva sempre forte, ho deciso di misurare pressione e battito cardiaco e il risultato è stato 125 pulsazioni al minuto e pressione 134 la massima,d’urgenza corro alla guardia medica e mi dice che il problema sono il ventolin e il foster che non sono adatti a me e che il mio medico prima di dare certi medicinali doveva accertarsi se era asma o meno.
Dopo quanto accaduto rivado dal mio medico e spiego quant’è successo e lui mi manda a far una spirometria e visita pneumologica, premetto che ho sempre avuto il fischio non era permanente ma quando si faceva sentire era ed è insopportabile. Cinque giorni prima della visita io sono andata dal mio medico perché non resistevo più il forte fischio,vi era un sostituto, che mi ha prescritto del bentelan e fare l’aerosol solamente con le fisiologica e 5 gocce di brocovales; detto cio io 5 giorni dopo ho fatto la visita pneumologica e il risultato è stato: “spirometria semplice: Normale frequenza respiratoria,attualmente assenza di rumori respiratori e cio confermato anche dalla visita pneumologica.”
Ma la storia non finisce qui.
Il Pneumologo per togliersi tutti i dubbi mi prescrive da fare i test allergologici e il risultato è :”i prick hanno dato esito negativo.”
Quindi rivado dal mio medico di famiglia e faccio vedere i referti delle visite fatte,per quanto riguarda i test mi dice che sono un po allergica alle muffe cosa che non mi ha detto il pneumologo bensi che era tutto ok dentro di me!
Comunque sembra che tutto sia normale ma in realtà non lo è, il mio medico pensa che sia un fattore ansioso, ma non ho nessun motivo per esserlo,dopo qualche giorno risento il fischio in una maniera diversa da quello che ho sempre sentito, ho cercato di combatterlo per settimane pensando che fosse una cosa passeggera ma poi non ho più retto e sono riandata, per l’ ennesima volta dal mio medico, finalmente anche lui è riuscito a sentire il fischio perchè sino ad ora non ce l’aveva fatta. Questo fischio mi procura della tosse,forse dallo sforzo assaporo sangue, mi fa male il petto ma dovuto dallo sforzo presumo e ribadisco che il fischio non è frequente ma si fa sentire due tre volte la settimana, è fastidioso e sopraggiunge durante la notte.
Dimenticavo di dire come ultimo dettaglio che il medico mi ha prescritto un’antistaminico (Rupafin) per la poca allergia alle muffe ma è tutto sempre uguale.
Dopo cio finalmente riesco a trovare un centro specializzato dove il 25 Gennaio mi diagnosticano un BRONCHITE ACUTA ASMATIFORME, mi fanno fare una spirometria e il risultato è:”Modesti segni di ostruzione bronchiale migliorati dopo broncodilatatori(spiriva)La paziente riferisce intolleranza ai B2 stimolanti.” A questo punto mi prescrivono una cura quale:Ciproxin 500mg 1= x2 per 2v/die + Fluimucil 600 1 compressa/die , per 10 giorni.Deltacortene 25 mg 1 die per 4giorni poi a scalare meta sino a ¼ sempre per 10 giorni. Dopo questa cura ripresentarsi per un nuovo controllo tra 10 giorni!Il controllo è avvenuto oggi, premetto che il pneumologo non era lo stesso di 13 giorni fa, a parte cio non era abbastanza concentrato a parer mio e rileggendo tramite i vari fogli la mia diagnosi conclude che E.O. non sono presenti dei rumori e le sue conclusioni sono brochite acuta asmatiforme post influenzale. La sua terapia è Montegne 10 mg. 1compressa, Fluspirel 1 puff x2, al bisogno Ventolin 1 puff + Bentelan 1 mg per 3-4 giorni nell’evenienza di tosse e dispnea. Fra due mesi un controllo e ripetere i test allergologici, spirometria e visita allergologica.
Detto cio io son molto preoccupata perche gli inalatori come detto precedentemente mi hanno creato tachicardia, cosa devo fare?Scusatemi ma non ne posso piu, tutto cio va avanti da circa tre mesi perche non mi trovavano nulla in quanto ero sotto effetto di cortisone e i medici non tenevano in considerazione cio.
Mi scuso per essermi dilungata ma l’ho fatto per essere abbastanza chiara e non tralasciare nulla di quanto accaduto e ho fatto.
Ringrazio anticipatamente e Saluto.

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Ovviamente avrei bisogno di vederla ed effettuare una spirometria (IN ASSENZA DI TERAPIA con broncodilatatori e cortisonici) per esprimere un parere adeguato...
Intanto effettui abbondanti e ripetuti lavaggi nasasli con acqua salina ipertonica, seguiti da Rinofrenal 2 puffs e Syntaris 2 puffs per ogni narice: potrebbe trattarsi, semplicemente, di scolo retronasale di poche gocce di secrezioni che determinando lieve e banale flogosi faringo laringea le determinano quel sibilo, sopratutto in clinostatismo, molto fastidioso ma secondario magari solo ad una banalissima lieve rinite di cui potrebbe anche non accorgersi altrimenti. Dopo la detersione del naso, al ripresentarsi del sibilo e con spirometria positiva per broncoostruzione, si troverà un dosaggio adeguato di broncodilatatori e cortisonici TOPICI, che non le diano la tachicardia. Dovesse bastare la detersione completa del naso... tanto meglio!!!
Ci faccia sapere,
cordialmente
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 164XXX

Ringrazio per la sua risposta Dottor Di Cosmo, ho riferito tutto al mio medico di famiglia dopo l'ultima visita e lui mi ha consigliato di prendere soltanto il Montegen senza fare i puffs di Fluspiral; nel caso in cui ho una crisi asmatica fare i puffs di Ventolin e prendere il Bentelan.Ripetto che io non ho la piu pallida idea di cosa sia una crisi asmatica perche non son mai stata asmatica, in famiglia lo era mia bisnonna paterna,cio penso possa incidere ma relativamente credo.Ad ogni modo io ho preso il Montegen gia da 4 giorni,il sibilo e/o fischio non l'ho piu sentito,però il fischio non derivava dal naso lo sentivo dalla bocca per giunta mi son anche registrata;ora è da circa tre settimane che non lo sento solo leggermente alle volte ma poi svanisce.
Ascolti io prendo anche la pillola (Lybella) c'è qualche interazione con il farmaco Montegen?é Possibile che Montegen mi crei dei problemi allo stomaco?perche negli ultimi giorni ho sofferto di mal di stomaco,ed infatti per prevenire ho preso una protezione!
Ringrazio per la sua attenzione
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Il Montegen non ha grosse interazoni con farmaci e non da problemi gastrici. In merito al sibilo, NON ho mai detto potesse provenire dal naso!!! La rinite, però, con lo scolo anche di poche secrezioni retronasali, possono determinare flogosi faingea e laringea: il sibilo, eventualmente è prodotto dalla LARINGE dove arrivano le secrezioni delle rinite determinandovi infiammazione.
Il sibilo relativo ad asma, invece, è prodotto da piccoli bronchi abbastanza periferici nel polmone da non essere udibili dal soggetto che ne è portatore.
In tutti i casi, ora che non ha sibilo, effettui la spirometria in assenza, però, di tutti i farmaci antiasmatici: saprà, finalmente se è asmatica o meno e se è il caso di assumere farmaci come il Montegen.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#4] dopo  
Utente 164XXX

Dopo tre mesi rieccomi a scrivervi...
Il problema sopracitato sembrava ormai passato sino ad oggi,invece è dalla scorsa notte che si è ripresentato pimpante piu che mai...
Dove mi hanno prescritto le ultime cure,ossia il Montegen che ho preso per due mesi;sembrava che il problema fosse risolto,non avevo piu fastidio ne fischio ne respiro strano;solo alcune volte ma leggero.Da un mese circa non ho piu preso il Montegen perchè dovevo fare le prove allergiche,ho fatto prima quelle riguardanti i pollini, peli di animali etc ed il risultato è stato negativo,oggi ho fatto invece quelle riguardanti muffe etc ed ugualmente il risultato è negativo.Oltre a ciò ho fatto anche la visita allergologica e ,dopo tutto,si presume sia esofagite da reflusso!In famiglia ne soffriva mio nonno materno, ed anche mia madre,ma alla descrizione di mia madre,riguardo i sintomi, io non ho nessuno dei sintomi che ha lei.L'allergologa mi ha dato le dritte su gli alimenti che non mi procurino questo e cosi pure le dritte per quanto riguarda l'elevazione della testata del letto,a parte cio, mi ha detto se voglio di fare una gastroscopia cosi saprò se sarà di certo esofagite da reflusso altrimenti di fare questa cura:Pantecta(o qualcosa del genere perche non capisco la scrittura!)40 mg a digiuno la mattina,peridon 10 mg pranzo e cena;Asmanex 1 aspirata al di da 400 mg.Tutto cio per due mesi e il prossimo controllo tra un'anno!E se non è esofagite?io oggi che ho di nuovo la tosse e il cosi tanto odiato fischio che si sta ripresentando che devo fare?il ventolin?dimenticavo quando ho fatto i primi test piu di 20 guorni fa ho fatto anche la spirometria e il risultato è stato:Scarse modificazioni rispetto all'esame precedente, vi è sempre un'ostruzione ma di cosa?
Ringrazio per l'attenzione e chiedo un consiglio...
non so piu che fare..
Grazie

[#5] dopo  
Utente 164XXX

Tutto il giorno con questa tosse secca, ora non ce la faccevo piu è ho fatto 2 puff di Ventolin...Speriamo bene e sopratutto che non mi venga la tacchicardia!

[#6] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
POSSO SOLO RIBADIRLE IL CONSIGLIO DI EFFETTUARE I LAVAGGI NASALI CON ACQUA SALINA IPERTONICA (OVVERO SALATA COME QUELLA DEL MARE). LAVAGGI NASALI, MAGARI SEGUITI DA SYNTARIS 2 SPRUZZI PER NARICE PER UN PAIO DI VOLTE AL GIORNO E UN COLLUTTORIO SPRAY (ES. FROBEN SPRAY 2 SPRUZZI IN OROFARINGE), IL TUTTO PER 1 SETTIMANA CIRCA: SE IL SIBILO, LA TOSSE SECCA ECC. PERSISTONO, EFFETTUERA' LA GASTROSCOPIA (MEGLIO AGGIUNGERE LA pH METRIA ESOFAGEA), PER LA DIAGNOSI DELL'EVENTUALE REFLUSSO GASTRO ESOFAGEO, CUI SEGUIREBBE UN'ADEGUATA TERAPIA. DOVESSERO BASTARE I LAVAGGI NASALI E IL COLLUTTORIO SPRAY, PERO', RISOLVEREBBE IL PROBLEMA NELLA MANIERA PIU' SEMPLICE POSSIBILE!
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#7] dopo  
Utente 164XXX

Salve Dott. di Cosmo,ho continuato ad usare il cleniilex 2 puffs prima di andare a lettoi e la mattina, ma ultimamente la mattina non lo sto piu faccendo!Nel fratempo ho fatto la gastroscopia e il referto è stato: "Agevole introduzione dello strumento fino alla seconda porzione duodenale.Esofago regolare fino alla linea Z scompaginata.Cardias intratoracico ampiamente beante.Cavita gastrica di normale morfologia,lago mucoso biliare,mucosa di aspetto regolare.Piloro centrale,continente.Non lesioni del bulbo e di D2.
Diagnosi:Cardias Beante. Reflussi biliari duodeno gastrici.
Terapia Consigliata:Pariet 20mg 1cp 30 minuti prima di colazione per tre mesi.Noremifa sciroppo un misurino dopo i pasti e la notte prima di andare a letto.
Si consiglia eseguire ecografia addome superiore"
Ho eseguito anche l'ecografia all'addome superiore e il risultato è stato: "Fegato nei limiti per morfovolumetria ed ecostruttura, in assenza di evidenti lesioni focali. Colecisti distesa, aliastica. V.B.P, Pancreas e milza nei limiti. Reni nei limiti per morfovolumetria ed ecostruttura. Non dilatazione delle vie escretrici intrarenali. A dx minuti spot iperecogeni verosimilmente da riferire a microlitiasi"
Questo è tutto! di cio che avevo paura non me ne son scampata, riguardo il reflusso, del resto non son pratica dei termini medici e perciò leggo ma non capisco!;)...Da oggi ho iniziato la cura e speriamo bene, ma il mio dubbio è:è possibile che il reflusso mi faccia venire questo fischio e il respirO pesante?secondo lei è bene che continui a prendere il cleniilex ,2 puffs, prima di andare a letto?
grazie tante per l'attenzione, aspetto suoi consigli...
grazie ancora...

[#8] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
"Diagnosi:Cardias Beante. Reflussi biliari duodeno gastrici."
Sembra NON parlare di reflusso gastro efofageo.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#9] dopo  
Utente 164XXX

Mi scusi per l'ignoranza, quindi di cosa si tratta?io i gerghi medici non li capisco...