Utente 183XXX
gentili dottori io e un mio amico l'altro giorno abbiamo verniciato alcune tegole di eternit al di sotto di esse e non sopra intendo la parte finale delle tegole che sporgevano sul balcone.Le tegole a prima vista non erano rotte solo sotto una di esse c'era una piccola crepatura. passando il pennello sotto di essa cadeva della polvere il lavoro è stato svolto dal mio amico mentre io assistevo. il fatto è che una volta finito mi passa il pennello col quale aveva verniciato ed era caduta sopra della polvere. io per dimenticanza avevo un dente dolorante per una carie e metto un dito in bocca per controllare. fattostà che subito dopo sento un bruciore in gola e tutto ad un tratto diventa secchissima tantè che inizio a fare una tosse talmente mi si era seccata la gola. Ora dato che mi hanno detto che basta una sola fibra per contrarsi un tumore dite che devo preoccuparmi? ho già fatto una radiografia al torace una settimana dopo ma niente di strano a detta del mio medico curante. Da un'altra parte leggendo in internet ho letto che dall'eternit non fuoriescono fibre se non assai malamente sollecitate con una smeragliatrice elettrica, e che tutto il resto è solo terrorismo mediatico... quindi il solo passare il pennello non dovrebbe essere pericoloso? potrebbe essere normale polvere accumulata? quanti rischi corro in futuro? ...attendo una risposta anche perchè sono una persona molto ansiosa e non faccio altro che pensarci. Grazie per l'eventuale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
CREDO PROPRIO CHE LA GOLA SECCA E LA TOSSE SIANO STATE DETERMINATE DALLA PAURA!
INTANTO LA FIBRA SINGOLA CHE DOVESSE PROCURARLE IL TUMORE DOVREBBE INALATA, ATTRAVERSA TUTTO L'ALBERO BRONCHIALE, ATTRAVERSARE L'ALVEOLO ECC.
E' CORRETTO CIO' CHE HA LETTO: IL TERRORISMO MEDIATICO GIOCA UN RUOLO FIN TROPPO IMPOPRTANTE SULLA EVENTUALITA' DELL'ASBESTOSI, DOPO CHE PER ANNI I LAVORATORI DELL'AMIANTO SONO STATI A STRETTO CONTINUO E PROLUNGATO CONTATTO QUOTIDIANO CON LE POLVERI SOTTILI (SI PARLA DI MICRON) DELL'AMIANTO, AMMALANDOSI.
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 183XXX

gentile dottore grazie per la risposta, quello che vorrei sapere però è se per caso per questa esposizione ho più probabilità di contrarre un tumore o se la casistica del mio caso sia irrilevante dato che credo che chiunque "credo" ha respirato delle fibre di amianto perchè penso siano sparse un pò d'appertutto addirittura un tempo era presente nei freni delle auto quindi ce n'erano a bizzeffe e quindi l'aria delle città ne era satura...secondo lei ho più probabilità di una persona che non ne è mai stata a contatto e che ne ha respirate disperse nell'aria?

[#3] dopo  
Utente 183XXX

oggi ne è successa un'altra praticamente la settimana scorsa sul cantiere dove lavoriamo hanno rimosso un tubo di eternit rompendolo in 2 poi l'hanno appoggiato a terra e lasciato li dopo una settimana siamo arrivati noi e domani vengono a ritirarlo siamo stati 2 giorni con questo tubo all'aperto e c'erano dei pezzettini di eternit a terra fortunatamente noi lavoravamo all'interno del palazzo e passavo in quel punto solo occasionalmente... solo che non sapendo ho spolverato anche su una finestra dove c'era della terra ma era vicino al luogo di rottura del tubo ma al momento non lo sapevo dice che mi devo preoccupare? io stò andando in paranoia con stò amianto. Qualche medico che mi risponde al più presto?