Utente 672XXX
cari dottori premetto che ho appena finito una cura per quanto riguarda problemi di reflusso. In questi giorni sto avendo dei problemi legati al respiro: in effetti sento come se respirassi ""un'aria fredda"che parte dal naso e la sento nella gola, e respiro affannosamente. Sento come un nodo alla gola come se ci fosse del muco. Per quanto mi riguarda non so se sono allergico a qualcosa. Ma in seguito a questi sintomi ho anche come una specie di capogiri. Premetto anche che soffro di sinusite. Ho 20 anni.
Rispondetemi gentilmente grazie.

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
in considerazione della Sua storia clinica (reflusso gastro-esofageo), alcuni dei sintomi riferiti potrebbero inquadrarsi come 'disturbi atipici' secondari alla patologia da reflusso.
Le consiglio, comunque, di sottoporsi a visita dal Suo medico di fiducia (obiettività del torace)al fine di attuare una diagnosi differenziale.
P.S. La diagnosi di reflusso gastro-esofageo è stata fatta dopo gastroscopia ?

Dott.ssa M.M.Morelli

[#2] dopo  
Utente 672XXX

Innanzitutto grazie della risposta cara Dottoressa. E comunque no non ho fatto nessuna visita ma ho esposto solo i miei sintomi al mio dottore di fiducia e mi ha prescritto così delle pillole contro il reflusso. Comunque se i fastidi continueranno e capirò che forse non è solo una mia questione psicologica allora provvederò come si deve. Grazie comunque ancora del consulto. Ma mi chiedo se potrebbe anche essere una questione allergica poichè spesso sento come un solletico nella gola e al palato specialmente dopo aver starnutito.

[#3] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
è proprio questo il dilemma !;
Per via telematica viene meno la possibilità di valutazione-visita diretta; A volte, come nel Suo caso, è possibile fare soltanto delle considerazioni di ordine generale. Come scritto precedentemente i sintomi riferiti potrebbero inquadrarsi sia come ‘atipici’ del reflusso che come ‘tipici’ da altra 'causa' (es. forme allergiche, sinusite, stato emotivo, etc..) (diagnosi differenziale).
Pertanto faccia quanto ha giustamente già affermato: “..se i fastidi continueranno e capirò che forse non è solo una mia questione psicologica allora provvederò come si deve..”.

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli