I primi attacchi

Ho iniziato due anni fa ad avere i primi attacchi di panico. Premetto che ho 46 anni e non ne avevo avuti mai prima. Il tutto credo sia iniziato a seguito di un periodo di stress e all'inizio della premenopausa.

Mi sono recata da una psichiatra perche' dopo varie sedute di psicoterapia stavo ancora male. Ho inizato una cura con Cilatopram (40mg) durata sei mesi. Ho deciso io di smettere dopo sei mesi perche' stavo meglio. Ora sto accusando di nuovi i sintomi di panico, noto che con l'arrivo dell'autunno e dell'inverno peggioro notevolmente. Sono un po' scettica sull'assunzione di farmaci anche se di nuova generazione e con pochi effetti collaterali non accetto il fatto di doverli prendere e questo mi crea maggiore ansia. Vorrei un consiglio se ci sono medicine alternative che posso seguire, integratori alimentari, ecc e quali sono le conseguenze a cui vado incontro se non decido di assumere farmaci.

Grazie per la collaborazione

Livia
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Gentile utente

i trattamenti farmacologici sono validati e sicuri.

Non assumendo una terapia appropriata può cronicizzare il disturbo nel corso del tempo.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la risposta. Avevo bisogno di essere rassicurata sull'assunzione di questi farmaci e sugli eventuali effetti collaterali o danni permanenti al cervello. Avevo paura che questi farmaci potessero avere col tempo effetti negativi sulla personalita' e cambiare in modo definitivo il mio modo di essere. Questa era il mio grande dubbio e la mia piu' grande paura.

Altra paura, l'aumento di peso. Sono abbastanza magra e non tendo ad ingrassare, ma durante l'assunzione mi ero completamente gonfiata. Non c'e' rimedio per questo??

Ho omesso di dire che sto assumendo anche una pillola anticoncezionale (Yaz). Posso prenderla contemporaneamente al Citalopram?

Grazie mille.

Livia
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Per il peso può associare dieta ed esercizio fisico.

Per la pillola dovrebbe chiedere al suo ginecologo se vi e' una riduzione dell'effetto anticoncezionale.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve,

sono state giorni fa dal mio medico e mi ha detto di provare a cambiare farmaco assumendo Cimbalta al posto del Citalopram. Mi dice che ha meno effetti collaterali in relazione soprattutto all'aumento di peso.
Mi ha prescritto 30mg al giorno.

Visto il mio scetticismo nel prendere farmaci mi ha anche detto di provare con il St john's Wort. Un rimedio naturale.

Cosa ne pensa?

Grazie


Livia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto