Utente 193XXX
SALVE,VORREI SAPERE ALCUNI CONSIGLI RIGUARDO A UNA DOMANDA DI ESONERO DALLA VISITA DI REVISIONE CON ALLEGATA TUTTA LA MIA DOCUMENTAZIONE CLINICA CHE CERTIFICA IL MIO STATO INVALIDANTE E I MIEI RELATIVI DATI ANAGRAFICI SPEDITA VIA FAX ALLA COMMISSIONE MEDICA INPS IN DATA 22/11/2011 CONVOCATOMI PER IL 05/12/2011 NON ESSENDO IN GRADO DI PRESENTARMI ALLA SUDDETTA VISITA IN QUANTO REALMENTE DIFFICOLTOSO E RISCHIOSO PER LA MIA SALUTE ESSENDO AFFETTO DA DISTURBO DI ATTACCHI DI PANICO CON ASSOCIATA FOBIA SPECIFICA E AGORAFOBIA QUINDI IMPOSSIBILITATO A POTER USCIRE DA CASA.POTREI DOPO QUESTO PROCEDIMENTO ESSERE EFFETTIVAMENTE ESONERATO DA ULTERIORI VISITE DI REVISIONE PER IL MIO STATO INVALIDANTE E PUO EVENTUALMENTE ESSERE INCLUSO NELL'ELENCO DELLE PATOLOGIE DEL DECRETO MINISTERIALE DEL 2007?IN ATTESA DI UNA VOSTRA RISPOSTA VI SALUTO E RINGRAZIO PER IL TEMPO DEDICATOMI

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il disturbo di panico è un disturbo spesso curabile. Lo sta curando ?

In secondo luogo, è inevitabile che debba essere visitato, può essere trasportato e assistito da un medico se è in relativa difficoltà o non autonomo negli spostamenti. In questo caso Lei fa riferimento ad un rischio reale per la sua salute. In che senso ? Quale rischio per la salute ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Se l'Inps dovesse accettare la sua documentazione che attesta l'impossibilità a recarsi a visita, nulla toglie che la stessa Inps non possa inviare i medici presso il suo domicilio. L'esonero dalle visite successive è regolamentato dalla legge e previsto solo per patologie estremamente invalidanti e senza possibilità di miglioramento clinico.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3] dopo  
Utente 193XXX

Grazie tante di avermi risposto,cmq si sto cercando di curarmi tramite un supporto psicoterapeutico e farmacologico ma fino ad ora non ho avuto nessun miglioramento,un rischio per la mia salute nel senso che vivo costantemente in uno stato d'allerta in costante terrore sia in casa che all'esterno perche il disturbo da attacchi di panico e devastante in quanto mi causa il blocco fisico delle braccia e delle gambe,fiato corto e affannoso,brividi di freddo e vampate di calore,tachicardia,perdita della parola e vuoti di memoria tipo amnesia;spesso si trasforma in crisi di rabbia e la sintomatologia e identica agli attacchi di panico solo che appunto mi succede perche non riesco ad uscire da casa e a stare sereno e tranquillo senza problemi per cui in quel caso e la rabbia che mi assale allo stesso modo della paura associata a una fobia specifica e all'agorafobia creandomi anche oltre quelle citate dolori intramuscolari al cuore e al torace con conseguente calo di peso per cui non e proprio facile conviverci dato che mi ha stravolto tutta la mia vita sia in campo familiare che relazionale e sentimentale.

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

In che senso "supporto psicoterapeutico e farmacologico ?". Quali terapie ha provato per il panico, quale è in corso attualmente ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 193XXX

Dottore intendo dire che sono seguito presso il centro di salute mentale di sanluri nel medio campidano da una psichiatra e contemporaneamente privatamente quindi a pagamento anche da una psicoterapeuta e mi sto curando sempre col xanax da 15 gocce per 3 volte al giorno ma con scarsi risultati,percio dato che domani ho come suddetto questa visita mi potrebbe consigliare cosa e piu idoneo fare secondo lei?premetto che in quanto appunto affetto da disturbo di panico ho il terrore di affrontare non tanto la visita in se ma il viaggio per arrivarci dato che appunto il panico mi viene provocato tramite la vista o il solo pensiero audiovisivo di belle ragazze che il mio inconscio associa a situazioni legate a loro accadute in passato e di cui io mi rendo conto della effettiva paura immotivata e irrazionale ma al contempo non posso agire di conseguenza

[#6]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la terapia con solo ansiolitico non è risolutiva, quindi non sis ta facendo una terapia adeguata per il disturbo. Da quello che lei descrive mi sembrsa anche una sintomatologia atipica per un disturbo da attacchi di panico. E' sicuro che questa sia la diagnosi formulata?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#7] dopo  
Utente 193XXX

Dottore,non saprei perche l'ho saputo dal neurologo con cui son stato in cura anzi la neurologa per essere precisi e poi quei sintomi mi sono stati confermati come disturbo di panico anche dalle specialiste con cui sono ancora in cura e naturalmente ho trovato vari approfondimenti in tanti forum di medicina inerenti a questo disturbo

[#8]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Ad ogni modo, se questa fosse la diagnosi, il trattamento attuale è solo sintomatico, e può essere assunto solo per brevi periodi per evitare problemi di assuefazione o dipendenza.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#9] dopo  
Utente 193XXX

Dottore va bene ma mi e stata ordinata o meglio riconfermata dalla psichiatra con cui sono in cura presso il cim di sanluri la terapia farmacologica col xanax 15 gocce per 3 volte al giorno;cmq secondo lei considerando la mia attuale situazione abbastanza invalidante mi spetterebbe l'esonero dalla visita di revisione per il disturbo suddetto attestato col punteggio del 100% dallo stesso verbale di invalidita civile mandato dall'inps?

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questa terapia non è una terapia antipanico di prima scelta. Invalidità civile al 100% per un disturbo di panico praticamente non trattato ?

Si faccia indicare una terapia di base per il panico, dopo di che rivedrei la questione relativa all'invalidità.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 193XXX

Dottore fosse per me poco mi inporterebbe essere pensionato per invalidita civile,avrei preferito vivere senza questa patologia devastante che mi sta dando non pochi problemi in ogni campo

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

In tal caso come le dicevo, chieda un secondo parere perché esistono diverse cure per il panico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
non vorrei sembrare un "uccello del malaugurio", ma credo che non avrà l'esonero dalla visita. Se anche dovessero optare per una visita domiciliare, con molta probabilità la sua percentuale di invalidità potrebbe essere fortemente decurtata.
Se vuole ci tenga informati.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#14] dopo  
Utente 193XXX

Dottore capisco,ma senza la pensione non potrei nemmeno curarmi piu dato che pago la mia psicoterapeuta ogni settimana in quanto sono seguito privatamente cosi da evitare maggiori probabilita di incontrare le ragazze perche abbastanza isolato il suo studio diverso dal csm che e piu rischioso come la sede inps ecco perche ho fatto domanda di esonero

[#15]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

attualmente il suo trattamento non risulta essere risolutivo per il suo disturbo da attacchi di panico per il quale, in ogni caso, esistono terapie valide ed efficaci per la riduzione dei sintomi e per consentirle di lavorare in autonomia.

La richiesta di non poter effettuare una visita di revisione non è comunque accettabile da un paziente della sua età e lei stesso dovrebbe puntare alla risoluzione della sintomatologia per il suo futuro piuttosto che pensare che la sua unica soluzione sia quella di avere la pensione, che tra l'altro non dovrebbe comunque essere considerata per il suo disturbo.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#16] dopo  
Utente 193XXX

Doc sono il primo apparte la mia famiglia e le persone a me care che non mi interessa nulla di percepire la pensione di inabilita pero ancora oggi da tanti anni che sono in cura presso il centro di salute mentale del mio paese non ho avuto nessun miglioramento,per quanto mi sforzi a casa da solo di tentare di affrontare il problema non sono mai riuscito ad avere altro che fallimenti per cui mi hanno consigliato questa strada che ripeto non credvo possibile mi confermassero l'invalidita nella prima visita,cio che mi spaventa ora non e l'esito se mi leveranno l'invalidita o la pensione in se ma il viaggio per andare sul posto;anche oggi che avevo la 18esima seduta con la specialista rientrando sembravo tranquillo ma e bastato che vedessi solo di scatto 2 ragazze e sono entrato nel panico paralizzandomi dal terrore e infatti mi son ripreso solo poche ora fa considerando che e stamattina che mi e venuto

[#17]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Purtroppo, lei scrive due cose che sono completamente in dissonanza tra esse:

- la prima è che non le interessa della pensione
- la seconda è che senza la pensione non può pagare le sedute.

Ora, deve fare chiarezza con se' stesso su quali sono realmente i suoi obiettivi personali dopodiche' intraprendere anche un trattamento psichiatrico realmente incisivo sui sintomi.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#18] dopo  
Utente 193XXX

Doc si ho fatto un po di confusione mi scusi,volevo dire che percepire la pensione non sarebbe tanto fondamentale se non fosse che e l'unico modo per poter continuare ad affrontare la psicoterapia in quanto come le ho spiegato e a pagamento quindi per sicurezza da un privato e naturalmente per sopravvivere dato che il disturbo di panico non mi permette di fare altrimenti,pero mi comporta troppi rischi per spostarmi sia per fare la terapia che quando devono convocarmi a visita i medici inps,questa e la mia reale paura

[#19] dopo  
Utente 193XXX

Nel senso che vorrei piu di tutto avere una vita normale piuttosto che convivere con questo tormento infernale per me e rinuncerei in tal caso volentieri alla pensione

[#20]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Quindi lei chiede allo Stato, e quindi alla collettività, un aiuto economico perchè vuole curarsi da un privato, mentre rifiuta di curarsi in un servizio pubblico. Forse in questo ragionamento cì'è qualcosa che andrebbe rivisto.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#21] dopo  
Utente 193XXX

Cioe penso di dovermi spiegar meglio: il mio disturbo di panico con tutti i derivati sintomi a seguito non sono causati in modo generico ma motivato dalla sola vista o senzazione audiovisiva di una o piu belle ragazze,ovvero e associato alla fobia delle suddette fin dal 2004 causata da tante delusioni in ogni campo con loro,piu il non aver potuto avere il supporto della mia famiglia dovrebbe aver inciso ulteriormente,cosa ne pensa a riguardo doc?

[#22] dopo  
Utente 193XXX

Si Doc perche come spiegai anche alla psichiatra del cim con cui sono in cura quindi in una struttura pubblica questo fatto che mi sento piu al sicuro da un privato in quanto il posto e piu isolato e sono protetto e tutelato diciamo cosi dalla psicoterapeuta per il quale faccio terapia ogni settimana,dalla psichiatra del centro di salute mentale mi e stato acconsentito solo un primo incontro ma avrei preferito fosse lei stessa a farmi anche la psicoterapia invece e piu che altro per il controllo farmacologico,per questo motivo dato che la stessa psichiatra mi ha detto di aver bisogno di un supporto anche psicoterapeutico e psicologico ho deciso di andare da un privato per il motivo spiegato in precedenza,spero possa essere stato piu chiaro ora perche non saprei come spiegarmi meglio.

[#23]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
si è già spiegato bene. Se vuole ci aggiorni in futuro sull'evoluzione della sua vicenda.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#24] dopo  
Utente 193XXX

Certo doc,per il momento ora che ho chiarito meglio la mia situazione come attesta lo stesso certificato medico con relativa documentazione clinica in possesso dell'inps pensa che abbia qualche possibilita di avere qualche alternativa per non essere costretto col terrore di recarmi sul posto per effettuare la visita di revisione?ripeto anche oggi ho avuto 2 attacchi di panico di seguito mentre rientravo dalla visita con la psicoterapeuta al mio paese trovandomi 2 ragazze nei dintorni,percio si figuri in un posto a me sconosciuto e grande come la citta di cagliari

[#25]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
dopo i suoi chiarimenti personalmente resto della stessa opinione. Ma ai fini della sua vicenda, la mia opinione non conta. Conterà l'opinione e il giudizio dei medici dell'Inps.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#26] dopo  
Utente 193XXX

Per ora la ringrazio doc per le sue risposte e ai suoi colleghi specialisti,vi faro sapere qualcosa appena l'inps mi informera sull'andamento della mia situazione,cordiali saluti.

[#27]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Mi sembra ci sia un po' di confusione. Lei riferisce un problema di panico. Il disturbo di panico è un disturbo curabile, non occorrono sedute frequenti né supporti aspecifici, occorrono cure che di per sé costano poco una volta impostate, anche perché i farmaci sono mutuabili. Per quanto riguarda le psicoterapie, non è detto che siano indicate.
Poiché il trattamento attuale non sembra portare benefici sostanziali (al punto che non riesce neanche a concepire di andare ad una visita inps) non capisco perché continui a ragionare come se la priorità fosse proseguire questa cura e con questa modalità.

Non è neanche chiaro, visto il riferimetno alla sua paura di essere notato, se poi la diagnosi sia effettivamente stata definita, o se vi siano invece altre componenti di ansia e evitamento sociale che non dipendono dal panico ma da un problema di contatto con gli altri
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#28] dopo  
Utente 193XXX

Dottor Pacini capisco che e incomprensibile da spiegare,ma il panico ripeto mi viene causato dalla vista delle belle ragazze ovvero ho il terrore della bellezza femminile,e conosco ragazzi nella mia stessa situazione ma in stadio iniziale della fobia perche di questo si tratta ed e cio che mi scatena il panico,ma a differenza loro io di casa nonostante mi sforzi in tutti i modi possibili non riesco ad uscire e sono seguito contemporaneamente sia da una psicoterapeuta che da una psichiatra;in effetti non ho avuto successo percio lei cosa mi consiglia?io non so piu a chi rivolgermi ho gia cambiato tanti specialisti.

[#29]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quel che dice non ha niente a che vedere con il concetto di panico. La diagnosi non è assolutamente chiara. Lei non sta assumendo praticamente nessuna terapia, qualunque sia il suo problema. Chieda un secondo parere ad uno psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#30] dopo  
Utente 193XXX

Dottor Pacini,la ringrazio di avermi risposto cmq il problema mi e stato confermato come disturbo di panico con sindrome di fobia sociale come attesta la certificazione medica prescritta dal dipartimento del centro di igiene mentale di Sanluri,dai vari psicospecialisti consultati precedentemente e perfino dallo stesso verbale di invalidita civile indetto dall'inps e tutt'ora sono sotto le attente cure e controlli delle specialiste citate ovvero sia dalla psichiatra che dalla psicoterapeuta ogni settimana.

[#31]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La fobia sociale è già una seconda diagnosi, ma anche in questo caso non credo potrà essere accettato il fatto che non si presenti alla valutazione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#32] dopo  
Utente 193XXX

Dottore forse generalizza l'inps e anche il cim chiamandola sindrome di fobia sociale per non entrare nello specifico perche certificare che soffra di fobia della bellezza femminile potrebbe risultare ridicola come diagnosi ed io stesso me ne rendo conto a mente lucida ovviamente,cmq mi hanno confermato che verranno a domicilio su preavviso pero dato che appunto non ho una patologia medica comune ma rara puo consigliarmi come dovrei comportarmi in tal caso?