x

x

Cipralex aiuto

Salve gentili dottori,
io sono ormai in cura con cipralex 20 mg da 9 mesi o piu.Crescendo con la dose sono arrivato a 20 mg sei mesi fa.I primi 4 mesi sono stato benissimo come mai prima,e dopo questi ogni tanto avevo un po d ansietta ma niente di che.Un mese fa ho avuto un minuscolo attacco di panico passato subito e quasi irrilevante e ogni tanto sensazioni brutte alla testa cioè sensazioni di ansia e forse di derealizzazione;mentre ieri ho avuto un attacco di panico fortissimo che mi ha fatto passare le due ore piu brutte della mia vita!Ho avuto bruttissimi sintomi fisici e mentali!é da qualche mese che ho una percezione del mio stato mentale tale da farmi pensare che questa dose non mi basti piu!Cioè sarà possibile che ancora ora con la dose massima dopo tanto tempo io abbia ancora questi brutti attacchi??La mia sensazione è proprio come se l'effetto della medicina si fosse attenuato e non funzionasse piu come all'inizio!C'è anche da dire che questa medicina mi fa assorbire passivamente tutte le brutte esperienze senza permettermi ne di piangere ne di angosciarmi per queste,e poi mi fa scaricare il tutto all'ultimo con questi brutti attacchi!Ora mi chiedo,come è possibile abbia ancora attacchi di panico con la medicina a piena dose???E soprattutto vorrei sapere in linea generale se è possibile prendere una dose maggiore a 20mg di cipralex(ovviamente sotto controllo del mio psichiatra),dato che ho letto che non ci sono stati studi su tale farmaco per una dose maggiore e quindi non si sanno gli effetti che porebbe avere!oppure dovrò cambiare molecola??Per favore vi prego di rispondere a tutto perchè l'appuntamento con lo psichiatra ce l'ho tra un mese e vorrei chiarirmi un po prima le idee!!Grazie mille!Cordiali saluti
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,5k 868 56
Gentile utente,

un unico episodio di attacchi di panico non può essere considerato significativo per una variazione del farmaco, la posologia non può essere aumentata secondo indicazioni ministeriali.

Se ritiene di dover fare un controllo sarebbe opportuno che prenda un appuntamento prima dell'appuntamento che avrebbe già preso tra un mese in modo da discutere con il suo psichiatra anche degli altri aspetti relativi all'uso di cipralex.


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
Dr. Stefano Garbolino Psichiatra, Psicoterapeuta, Sessuologo 2,5k 36 3
Gentile utente,

personalmente utilizzo posologie anche superiori ai 20 mg/die, magari anche in associazione con altri farmaci.

Il punto potrebbe però essere un altro: come già espresso dal collega non è di per sè significativo un episodio per dedurre che il trattamento non è adeguato; d'altra parte, la terapia farmacologica è stata considerata quale unico strumento del percorso di cure?

Inoltre, quale è esattamente la diagnosi?

Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#3]
dopo
Attivo dal 2011 al 2021
Ex utente
Inanzitutto grazie mille per le risposte che sono state molto chiarificatrici!E comunque è già da un mesetto che a intermittenza ho qualche ansietta e attacco di panico lievissimo che mi passa subito,e solo ieri l'altro ne ho avuto uno fortissimo da starci veramente male!Invece ieri notte ho avuto un episodio di derealizzazione evidente(credo di non averlo mai avuto) che mi ha innescato parecchia ansia!Quindi ho come la percezione che la dose non mi basti piu,perchè sto mooolto meglio rispetto a quando non prendevo la medicina,ma ancora ho episodi di ansia forte e attacchi!La mia diagnosi è stata ATTACCHI DI PANICO CON AGORAFOBIA,TRATTI DI DOC,LIEVE FOBIA SOCIALE;mi è anche stato detto dal mio dottore di fare psicoterapia sempre con lui.Vorrei sapere se questi episodi di leggera/forte ansia sono normali con la medicina a peno regime(e anche se facessi terapia psicologica)???Grazie ancora per le vostre celeri ed esaurienti risposte!Con il vostro lavoro aiutate moltissimo le persone in difficoltà come me,complimenti!Cordiali saluti
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,5k 868 56
Gentile utente,

in presenza di correttezza di diagnosi, il farmaco anche a dose piena potrebbe non trovare indicazione per alcuni dei suoi sintomi.

Attualmente, il dosaggio del farmaco risulta massimo ed andrebbero utilizzate altre strategie terapeutiche in aggiunta o in sostituzione di quella attuale.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio