x

x

Depressione e solian

Salve, purtroppo sono ancora qui a stressarvi con una delle mie richieste.
Dal 10 Febbraio ho cambiato terapia passando da sereupin ad amisulpride 50mg perchè il mio medico mi ha proposto questa cosa dopo avermi diagnosticato la distimia. Sono stato molto bene fino a un mese fa circa (25 aprile) ora da un mese vado avanti fra alti e bassi... ma i sintomi sembrano molto cambiati. Mentre quando ero in cura con sereupin a farla da padrona era soprattutto l'ansia, ora a farla da padrona è la tristezza, malinconia, nessuna voglia di fare niente. Sembra proprio depressione! Mi alzo già dalla mattina con pochissime energie e nessuna voglia di andare a lavoro. Allora vi chiedo se è possibile che la terapia con amisulpride possa non essere più corretta per me? Ripeto, l'ansia mi si è placata, ora mi addormento abbastanza facilmente(visto che il mio problema principale era l'insonnia iniziale), ma durante il giorno da ormai più di un mese mi sento una terribile depressione addosso, con i sintomi che ho già descritto sopra. Per favore consigliatemi qualcosa, quando ero in cura con sereupin avevo forti ricadute a causa dell'ansia, soprattutto negli ultimi tempi che hanno portato il mio medico a pensare alla distimia e cambiarmi la cura, ora l'ansia è sotto controllo, ma mi sento depresso. Nemmeno gli integratori di magnesio mi hanno migliorato la situazione, il mio medico di base me li aveva consigliati per il cambio di stagione.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Da quanto tempo non fa il controllo dallo psichiatra?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Beh sono stato visitato a fine gennaio, poi ci sentiamo telefonicamente come da accordi presi con lui ogni circa 2 o 3 settimane.... ma voi da quello che vi ho descritto mi sapete spiegare che cosa mi sta accadendo? Fino al 25 aprile la cura sembrava andare benissimo, poi mi è sceso terribilmente il tono dell'umore, è una sensazione molto strana anche difficile da spiegare. E' come se non avessi più voglia di far nulla, ho sempre sonnolenza e fiacca, sono a lavoro ma scapperei, il caldo mi infastidisce in modo incredibile...non so nemmeno io cosa mi capita. Riesco ad addormentarmi abbastanza bene, ma mi sveglio sempre un'oretta prima della sveglia e appena mi sveglio mi inizia questa specie di angoscia, come se avessi una forte pressione allo sterno e un magone incredibile... anche in questo momento che scrivo mi verrebbe voglia di piangere. Non è che l'amisulpride non funziona più? Voi cosa ne pensate?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Ieri ho telefonato al mio medico e mi ha detto da oggi di prendere una pastiglia da 50mg anche dopo pranzo. Oggi comunque complice anche il fatto che ieri sono andato ad allenamento mi sento un po' meglio. Ora vediamo come andrà aumentando il dosaggio, speriamo non ci siano effetti indesiderati con l'aumento del dosaggio. Posso chiedervi cosa ne pensate dell'amisulpride, leggendo qua e la mi sembra di capire che sono pochi quelli a favore del suo utilizzo, anche perchè se ne parla poco... mi sembrano molto più gettonati gli ssri.
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
A mio avviso, una sola visita senza controlli successivi non è un modo corretto di procedere per una valutazione appropriata successiva alla prima visita, nè la prescrizione telefoica può essere considerata una metodologia corretta per procedere alla considerazione degli effetti del farmaco su di lei che, comunque, ne da una descrizione personalizzata non suffragata dalla visita diretta che può, invece, rilevare elementi di miglioramento o peggioramento a lei non visibili.

Sarebbe opportuno valutare con il suo curante la possibilità di fare visite dirette a breve distanza e, comunque, non superiori a 8 settimane per volta.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Purtroppo non so cosa dirle, faccio ciò che il mio curante mi ha detto di fare ovvero dopo la visita telefonate ogni due o tre settimane oppure come ho fatto ieri chiamarlo subito in caso di peggiormento della situazione. Ad ogni modo i miglioramenti sembrano esserci stati perchè l'ansia si è notevolmente ridotta. Il fatto di dormire senza più dover ricorrere a volte all'EN per me è già un buon risultato. Il problema è che fino al 25 aprile stavo benissimo, il giorno dopo (26 aprile) ho avuto un netto cambiamento, come se di colpo mi fosse scoppiata la depressione. Ho dovuto prendere EN per dormire il 26 aprile e da quella data continuo ad avere incredibili oscillazioni dell'umore che controllo solo facendo attività fisica (che non posso fare tutti i giorni, ma due volte alla settimana). Mi aveva già proprosto di aumentare all'inizio di maggio, ma poi un po' ho stretto i denti e un po' sono migliorato allora decisi di evitare(ovviamente sempre daccordo con lui). Ora visto che ho nuovamente passato tre giorni terribili mi ha riproposto di aumentare e da oggi voglio provare. Volevo chiederle cosa ne pensa lei dell'amisulpride, lei la prescrive o la esclude a priori dal trattamento della distimia o depressione? Preferisce altri farmaci? Inoltre volevo sapere fino a che dosaggio l'amisulpride è consigliata per la depressione?
Grazie tante dottore per l'aiuto.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto