Utente cancellato
Gentili Dottori.
Vorrei porre un semplice quesito
da circa due anni mi e' stato diagnosticato un disturbo depressivo maggiore ricorrente.
ho eseguito le seguenti terapie in successione

DAPAROX 40 mg +REMERON 40 Mg per mesi 7(terapia cambiata per risposta insoddisfacente)
ZOLOFT 200 MG + REMERON 40 MG per mesi 7(terapia che ha dato un buon risultato sull'ansia ma ancora insoddisfacente per l'umore)

ZOLOFT 200 MG +REMERON 40 MG+LAMOTRIGINA 100 MG per mesi 2(buona risposta per l'ansia ,scarsa risposta per il tono dell'umore)
ZOLOFT 200 MG+REMERON 40 MG+GABAPENTIN (gabapentin sospeso per effetti collaterali)
Quindi si e' deciso di passare a
EFEXOR 150 MG sempre con Remeron 40 MG(sempre con scarsi effetti sull'umore)
da aggiungere che ho provato anche due terapie cognitivo comportamentali

Allorche' stasera il medico mi ha chiaramente detto che per lui io sono refrattario agli ssri,e che nel mio caso ogni approccio farmacologico risultera' sicuramente inutile e devo rassegnarmi.

Secondo voi,in pazienti che rispondo male agli ssri e agli snri,e' possibile che l'uso di antidepressivi triciclici di vecchia generazione possa avere effetto?

e' scientificamente provato che chi non risponde agli ssri sicuramente non potra' rispondere ai vecchi triciclici?
non so cosa fare,mi ha detto di sospendere ogni terapia farmacologica con gradualità,dicendomi che non esiste la pillola della felicità e che io probabilmente cerco quella.
sicuramente non sono cosi stolto da pensare che una pillora possa rendermi felice,essere depresso non vuol dire essere triste,vuol dire AVERE UNA PATOLOGIA.
il discorso e': nella vostra pratica clinica,chi non risponde agli ssri a dosaggio pieno puo' rispondere ai vecchi triciclici?

non voglio la pillola della felicità,voglio solo una qualita' della vita accettabile e non essere un invalido buttato su un letto in completa apatia

grazie


[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Non esiste alcuna dimostrazione che la Mancatabrisposta agli ssri sia predittivi di mancata risposta ai triciclici. Per inciso, esistono anche altri farmaci da poter associare agli ssri in caso di resistenza. Forse per lei è opportuno chiedere il parere di un altro specialista.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it