Utente 309XXX
buonassera gentili dottori , da 5 anni sofro di ansia e doc..gli inizi del mio disturbo era dismorfofobia e ipocondria,paura che non sono quello che devo essere,delle malatie ,guadravo sempre con dubio il mio corpo se ce qualcosa strana e sempre trovavo qualcosa che non mi piaceva ,cosi pian piano hp cominciato sentirmi in ansia e depressione.dopo un anno di malesere generale ho chiesto aiuto da un psichiatra specializata in psicoterapia, ho fatto la pcioterapia cognitivo comportamentale per un ano con solo miglioramenti parziali , mai liberarmi dall ansia e pensieri ossessivi..per 3 anni sono andatto avanti senza terapie e un anno fa ho avutto una ricadutta bruttissima che mi ha fatto cercare aiuto nell csm della provincia .la psichiatra dopo avermi fatto delle domande ha confermato il diagnosi ''ansia e depressione che nasce dall ansia e componenti assessivi'' mi ha prescritto sertralina che ho preso per 4 mesi fino al dossagio 200 mg pero sospeso perche non ho visto nessun miglioramento significativo sulla mia ansia ,la stesa cosa anche con il cipralex..adesso sto assumendo da 40 giorni il fevarin .prima sett 25 mg seconda 50 mg e sono salito nella dose 150 mg solo da una sett. per fortuna non ho avuto effeti collaterali ma purtroppo non vedo anche miglioramenti a parte che ho meno dificolta a adormentarmi e certe volte mi sveglio agitato.. dopo la psicoterapia i miei sintomi sono cambiate ad esempio non mi preocupa piu la dismorfofobia . mi acceto cosi come sono , non passo piu le ore d'avanti allo speccio per trovare i miei diffetti .non ho piu paura delle malattie , non ho ossessini pure, ma sento un malesere ,preocupazine generale per quando riguarda il mio stato d'anzia e malessere..pensieri negativi e angoscianti per il futuro , paura che non tornero mai quello di prima sensa ansie e ossessioni .. secondo vuoi il fevarin e un farmaco i scelta per questi disturbi ? dopo quanto tempo e qualle dosagio devo aspettare quelche effetto positivo?? grazie mille

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Le domande finali che pone sono appunto quelle che indica come manifestazione della sua ansia, e in effetti corrispondono a domande di tipo ossessivo. Questo tipo di dubbi non vanno discussi come fossero comuni domande, altrimenti si peggiorano. Così come chi ha la dismorfofobia peggiora se comincia a ragionare su cosa sia bello e cosa no, chi ha un disturbo ossessivo diventa più ansioso se comincia a porsi problemi generali (e senza risposta) come domande sul futuro, sulla prognosi. Lo stesso "ritornerò come prima" è una domanda che nasce già come ossessione, perché non si capisce di preciso cosa voglia dire, "essere come prima" è un concetto sempre molto relativo per tutti.



Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 309XXX

grazie mille Dr.Matteo Pacini.. ho capito che anche questi pensieri negativi sorgono o sono collegati dal doc.. quindi il disturbo di base e doc, e deve essere curato come doc?
il fevarin puo essere indicato al mio disturbo ?
la dose di 150 mg è sufficiente? ecco un altra domanda ossessiva, il doc si puo guarire con i psicofarmaci e tornare in una vita normale?
grazie ancora..

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il fevarin è indicato nel doc. I pensieri definiscono il doc, per la modalità con cui si formano e si ripetono, non per il contenuto.
Le dosi variano dai 100 ai 300. Il doc si può controllare, ne esistono diverse forme di cui alcune episodiche, che si spengono dopo un po', altre che ritornano a periodi, altre che se non curate tornano dopo poco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 309XXX

grazie dr.Pacini..sinceramente ti chiedo scusa per un altra domanda..
''Il doc si può controllare'' significa che solo puo essere tenuto sotto controllo solo con i farmaci,quindi appena togli la cura il doc ritorna?
io pensavo che con una cura indicata farmacologica si puo anche guarire.. adesso prendo da soli 3 giorni 200 mg.speriamo che negli prossimi giorni inizio a sentire qualche miglioramento.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Come dicevo nella risposta, il decorso è variabile (rilegga l'ultima parte).
La guarigione si definisce sempre a posteriori, non significa star bene, quella si chiama guarigione clinica, e può dipendere dalla cura in corso come essere periodicamente spontanea come definitiva, ma non c'è modo di dirlo prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it