Tensione,tremori interni e difficoltà deambulatorie

Sono in trattamrnto da oltre un mese per crisi di panico ed ansia con 5gocce di En,20 mg di Citalopram e 10 mg di Sereupin da una settimana , perché 20 mg di quest'ultimo mi davano crisi ancora più violente.
Anche dopo questa riduzione continuo a star male: soprattutto ho tremori interni agli arti , instabilità nel camminare e totale blocco negli spazi ampi, interni ed esterni. In pratica mi sento un'invalida reclusa ed esco solo se accompagnata. Vi chiedo gentilmente un consiglio ed un chiarimento. Esiste un PRODOTTO ALTERNATIVO al farmaco chimico da poter abbinare ? Grazie-
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Può specificare con precisione da quanto tempo assume la terapia farmacologica?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie anzitutto per la pronta risposta. Quanto alla domanda che lei mi fa, cercherò di essere più precisa. DA OLTRE UN MESE assumo 5 gocce di En, 20 mg di Citalopram (già usati in passato per qualche anno con buoni risultati, poi interrotti con conseguente ricaduta) Questa volta lo specialista OLTRE UN MESE FA mi ha aggiunto 10 mg di Sereupin (blando effetto dopo circa 20 giorni )e quindi aumentato a 20 mg. DOPO UNA SETTIMANA a 20 mg. ho avuto 2 crisi di panico sconvolgenti. La dose quindi è stata ritenuta eccessiva e riportata a 10 mg che attualmente assumo da 6/7 giorni. insieme agli altri farmaci,Come dicevo nella mail precedente continuo ad avere tremori interni e difficoltà ambulatorie soprattutto negli spazi ampi.. Le chiedo anche se nell'omeopatia o nella fitoterapia esistono prodotti antiansia da abbinare a quelli che già assumo.Grazie di nuovo.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Scusi forse non mi sono spiegato bene ma "oltre un mese" non è un periodo valido per il una qualsiasi considerazione, dovrebbe specificare meglio i tempi ed i dosaggi in modo che le si possa fornire una risposta appropriata.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, ci riprovo.
Alla fine di Novembre ho ripreso la vecchia terapia iniziata due anni fa - con buoni risultati a suo tempo - e interrotta due mesi prima , con conseguente ricaduta: 5 gocce di En e 20 mg di Citalopram. Nessun miglioramento.
Il 20 Dicembre sono andata dallo specialista che mi ha AGGIUNTO un quarto di Sereupin per circa una settimana, da portare a metà per una quindicina di giorni, e poi rifare il punto della situazione.Modesto miglioramento .Intorno al 20 Gennaio ho ricontattato il medico che mi ha prescritto un'intera pillola di Sereupin. Non solo non ho visto miglioramenti , ma dopo una decina di giorni ho avuto un attacco di panico molto violento: urla di paura , tremito generalizzato Ho richiamato lo specialista che mi ha detto che probabilmente per me era una dose troppo alta e mi ha fatto ritornare a metà pillola. Da una settimana quindi assumo 5 gocce di En, 20 mg di Citalopram e 10mg di Sereupin. Risultati molto modesti, quasi nulli finora. Forse per ritornare al normale equilibrio occorrono tempi più lunghi? Quello che non accetto è il tremore interno e la rigidità generalizzata che mi ostacolano il movimento e mi bloccano del tutto negli spazi ampi. Mi sento un'invalida. Le chiedo un'opinione ed un consiglio su farmaci omeopatici o fitoterapici da eventualmente abbinare. Mille grazie.
[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Gentile utente

La associazione di due antidepressivi della stessa classe farmacologica è da considerarsi una pratica non corretta.

In evidenza di un mancato miglioramento sarebbe stata opportuna una variazione appropriata per cercare un miglioramento.

È probabile che la reintroduzione possa perdere di efficacia e una variazione avrebbe potuto dare risultati più apprezzabili.

Non è possibile suggerire prodotti omeopatici o fitoterapici in associazione in quanto essi non sono stati testati in associazione ai farmaci che assume ed attualmente ne è sconsigliata l'aggiunta.

Il morbo di Parkinson è una malattia degenerativa che colpisce il Sistema Nervoso Centrale. Sintomi, cause, fattori di rischio e farmaci per la qualità di vita dei malati.

Leggi tutto