Utente 311XXX
Gentili Dottori, da circa un mese sto soffrendo di una strana ansia ingiustificata, nel senso che non ho alcun motivo reale di preoccupazione, anzi, questo in teoria dovrebbe essere il periodo più bello della mia vita dato che sto riuscendo a realizzarmi in ciò che ho sempre voluto.

Tutto è partito da un paio di notti in cui non sono riuscito a prendere sonno e ciò, nei giorni seguenti, mi ha portato un fastidioso stato di apprensione. Ho razionalizzato l'infondatezza della mia paura ma per giorni ho continuato ad avere un'ansia diurna terribile, passeggiavo e avevo l'ansia, cercavo di capire cosa mi stesse mettendo timore mentre tutto intorno a me stava andando per il meglio, cercavo di pensare positivo perchè in effetti avrei solo cose belle da pensare, ma niente, l'ansia persisteva. Di notte invece, anche in virtù del fatto che l'ansia stanca, andavo a letto piuttosto rilassato e dormivo.

Ho contattato una psicologa-psicoterapeuta, perchè al di la di questo periodo, riconosco di essere una persona ansiosa e pessimista. Il primo incontro è stato "conoscitivo" ed ho deciso di proseguire la terapia mediante una serie di incontri a cadenza settimanale.
Durante la prima seduta dalla professionista mi sono sfogato, ho pianto, cosa che non mi capitava da anni e subito ho notato che l'ansia diurna, almeno i sintomi più fastidiosi, non la percepivo più.

Da 5 giorni non ho ansia durante la giornata, riesco ad essere finalmente concentrato, ma è iniziata l'insonnia!!!
In pratica vado a letto senza essere particolarmente agitato, ma neanche rilassato al 100% e appena sento il sonno arrivare, proprio durante l'attimo di sonno-veglia che precede l'addormentamento, arriva una specie di sussulto che mi impedisce di addormentarmi. Altre volte ho delle palpitazioni, in pratica, proprio mentre mi sto per addormentare mi sale l'ansia.

La prima sera non ho chiuso occhio e nelle ultime 4 notti devo "combattere" almeno 2-3-4 ore prima di avere la meglio e addormentarmi.
Quando mi risveglio ho la sensazione che non siano passati neanche 5 minuti, invece è mattina.

Sono andato anche dal medico di famiglia, il quale mi ha consigliato il Sedator per una decina di giorni e vedere come va.

Nel frattempo mi sono iscritto in piscina per scaricare lo stress di questo periodo, vorrei anche affiancare dei corsi di rilassamento come lo Yoga o la meditazione, credete siano utili al mio scopo?

Sto cercando di reagire a questo brutto periodo, cos'altro potrei fare? sono circondato da persone meravigliose e non ho idea del perchè stia succedendo questo e neanche di cosa si tratta. Cosa sono questi attacchi di ansia proprio mentre mi sto per addormentare? Non mi capacito, sono sicuro in casa mia e circondato d'affetti.

Scusate la lungaggine.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ma se non è stata fatta una diagnosi, queste indicazioni di vario tipo che senso hanno ?
Chi ha detto che sia stressato ? Dice che è un buon periodo, quindi non vedo il senso del termine stress.
Ha un'insonnia ? La faccia inquadrare da uno psichiatra, in genere è un elemento di un quadro ansioso, o pre-depressivo, e può essere agevolmente trattato continuando a funzionare nella vita di tutti i giorni.

Il farmaco sedator mi risulta prodotto ad uso veterinario (?)
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 311XXX

Scusi ma ricordavo male il nome del farmaco SEDATOL, un integratore di erbe che favorirebbe il rilassamento e il riposo.

Indubbiamente ora come ora soffro di insonnia, ma è la modalità dell'insonnia che mi è nuova. Ho sonno e proprio mentre mi sto per addormentare parte una palpitazione, o un sobbalzo, che mi tiene sveglio.

Altre volte mi è capitato di avere qualche nottata in cui non riuscivo a dormire, ma era perchè non avevo sonno, oppure ero immerso nei pensieri... qui invece anche quando riesco a rilassarmi e sto per addormentarmi, un attimo prima scatta il meccanismo appena descritto che mi tiene sveglio.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è chiaro cosa debba integrare, diciamo che è un sonnifero. L'insonnia va inquadrata in maniera più precisa, in maniera da orientarsi verso il tipo di prodotti, non necessariamente sonniferi, che possono essere utili nel breve e nel lungo termine.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it