Utente 378XXX
Gentili Dottori,
Assumo Trittico rp 100mg e quetiapina rp 100 mg da un mese( il dosaggio di 100 di quetiapina raggiunto solo da 1 gg). Volevo sapere quanto dovrebbe durare una sospensione graduale di questi farmaci,considerando che li prendo solo da un mese.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

E' evidente che nessuno le ha detto di sospendere la cura, addirittura la dose è aumentata da ieri, quindi evidentemente ha ricevuto tutt'altre indicazioni.

Non si capisce quindi il senso della domanda.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 378XXX

Forse, anzi, molto probabilmente, fa parte delle mie oscillazioni di umore. .mi sono sentita meglio e ho pensato di potercela da sol. Vivermi come 'patologica' mi sembra che mi affossi sempre più. .del resto solo tre gg fa mi son fatta aumentare i dosaggi perché continuavo a pensare al suicidio.
Non so, quando sto male male a un certo punto .mi focalizzo su un fattore esterno come soluzione di tutti i miei mali e mi sento invulnerabile poi, rimanendo ovviamente delusa, mi sento peggio di prima...lo so ma ci ricasco sempre.
Per un disturbo borderline quanto dovrebbe durare, in linea di massima, la cura per essere efficace ?
Grazie per la risposta

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sì, il pensiero che se si sta meglio non c'è problema è in effetti un pensiero umorale, e uno dei due tipici errori di quando si cura un disturbo dell'umore.

Non si deve vivere come patologica più di quanto non farebbe se fosse allergica o diabetica. Quindi si e no, a seconda del senso che dà a questo "viversi". Sapere che è il caso di curarsi per star meglio è un modo corretto di viversi, per poi non incorrere in evitabili peggioramenti.

La cura per un disturbo borderline può funzionare anche da subito, il che non significa che non debba durare. Se l'effetto è di tenere in equilibrio un meccanismo che altrimenti prende una piega diversa, è anche possibile che poi la nuova piega presa si mantenga, ma di solito per i primi anni comunque la cura continua per evitare prevedibili riprese del problema.

Da come parla adesso ancora è in fase di prova di una cura, del resto è solo un mese che la prende e a dosi neanche elevate.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 378XXX

Grazie per la risposta tempestiva ed articolata.
Volevo chiederle, secondo la sua esperienza clinica, i pensieri suicidari ( che nel mio caso sono andati oltre al pensiero) in quanto tempo dovrebbero sparire?

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Ha già posto le stesse domande in altri due consulti.

Le sono già stati esplicitati sia i tempi che le dosi di trattamento.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 378XXX

Dott Ruggiero lo so che ho già posto queste domande ma lei mi ha risposto rispetto ai dosaggi ma la tempistica non l'ha specificata o io non l'ho capita. Vorrei solo non avere più certi pensieri.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#8] dopo  
Utente 378XXX

Gentili dottori,
Io ho provato a proseguire lacura e da una settimana sto prendendo trittico rp 150 mg e Quetiapina rp 100 mg ma sto continuando ad aumentare di peso lentamente e non sto introducendo più calorie di prima. ..com'è possibile che non siano i farmaci? ? In più dormo 10 h per notte...troppo!! sento anche una certa fatica a fare dei ragiionamenti che mi preoccupa visto che per lavoro dovrei mantenere una certa prestanza cognitiva..
Una sospensione graduale quanto dovrebbe durare?

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La sospensione va decisa dal suo psichiatra e le verranno indicati i tempi di sospensione.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#10] dopo  
Utente 378XXX

È corretto dire che trittico rp e quetiapina rp hanno, pur appartebendo a classi farmacologiche differenti, una funzione sedativa sovrspponibile? Se non prendessi piùla quetiapina ccambierebbe davvero qualcosa? E se si cosa?

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le chiarisco che le variazioni devono essere decise dal suo psichiatra.

Le sue domande vertono ad una sospensione arbitraria dei farmaci che sta assumendo, pertanto dovrebbe astenersi dal porre continuativamente domande di questo genere.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sono farmaci diversi, non paragnabili
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 378XXX

Gentile Dottore Pacini,
Immagino siano diversi come meccanismo di azione, intendevo similari per il tipo di effetto ricercato ( calmante e antidepressivo)...o sbaglio? Con lo psichiatra abbiamo deciso di togliere gradualmente quetiapina visto il probabile effetto sul peso e mi chiedevo rimanendo solo con trittico rp 150 mg cosa mi posso aspettare.
Grazie ancora

[#14]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Come già spiegato nel nuovo consulto che ha postato, il solo antidepressivo nel suo caso potrebbe non fornire effetti terapeutici efficaci.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Si sta ponendo domande che invece sono oggetto di ragionamento se mai per lo psichiatra.

Togliendo la quetiapina si può aspettare che venga meno l'effetto della quetiapina sulle diagnosi che rispondono alla quetiapina, e che non sono le stesse del trittico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 378XXX

Gentile Dottore Pacini,
Come ho scritto nell'ultimo consulto ho deciso di sospendere i farmaci perché non credo, a parte casi gravi che si debvano necessariamente assunere farmaci a vita...devo ammettere che mi sono stati utili per uscire dal vortice negativo in cui ero finita e che già riducendoli, mi sento più angosciata e irritabile. .può essere quello? Il problema è che la quetiapina mi ha fatto aumentare di peso e da ex bulimica la cosa mi terrorizza..esistono altri farmaci simili con minore effetto sul peso?
Volevo sapere anche se l'eventuale assunzione di cannabis in fase di sospensione potesse esere più pericolosa dell'assunzione della stessa senza assunzione di farmaci.
Grazie

[#17] dopo  
Utente 378XXX

Volevo anche sapere se il rallentamento metabolico indotto dalla quetiapina rientrasse con la sua sospensione

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sono suoi ragionamenti che evidentemente non sono in accordo con quello che le ha detto il medico, per cui non possiamo ragionarci come se fossero corretti o fondati.

Si inventa che i farmaci non sono necessari (se non per casi gravi etc), dopo di che già progetta di sollecitare il suo cervello con della cannabis. Il bello è che si preoccupa non che la cannabis possa far male, ma che faccia male a causa della sospensione dei farmaci.

Il problema è tutto spostato verso come togliersi la cura, errore di impostazione che in genere non conviene fare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it