Utente 329XXX
Buongiorno, in attesa che il mio specialista torni da un convegno, mi rivolgo alla Vostra professionalità per un quesito che mi assilla e che non riesco a spiegarmi,. Circa 20 giorni fa ai farmaci che già usavo (EN _7 gocce , 1 Citalopram ) mi è stata aggiunta una compressa di Olanzapina ( 2.5 mg). IMMEDIATAMENTE !!! ho iniziato a sentire effetti positivi a livello di scioltezza e flessibilità muscolare. Dopo 10 giorni sono tornata dallo specialista per una verifica e ,poiché gli effetti erano positivi, ma non completi ( perché all'aperto avevo ancora qualche difficoltà deambulatoria),mi è stata aggiunta una mezza compressa di Olanzapina , 1.25 . Dopo 2 o 3 giorni ho manifestato tremori diffusi e rigidità in tutto il corpo al punto da non riuscire a muovermi da sola, con una folle paura di cadere, paura da URLO !!! . COME SE FOSSI CHIUSA IN UN SACCO STRETTO DAL COLLO AI PIEDI!!!. Memore di un'esperienza analoga anni fa con un altro tipo di farmaco, il famoso effetto paradosso ! ho iniziato a scalare l'olanzapina gradualmente, attualmente sono ad 1/4, ma con risultati inadeguati. Vi chiedo se e come è stato possibile tutto questo. Che fare nell'attesa ? Mi appello alla Vostra consueta ed apprezzata professionalità. MILLE GRAZIE !!!!!.

[#1]  
Dr. Gianluca Rosso

20% attività
8% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
ORBASSANO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Buongiorno, bisognerebbe innanzitutto valutare se l'olanzapina é effettivamente indicata per i suoi disturbi. Detto ciò é verosimile che data anche la sua età, quando é stato aumentato il dosaggio del farmaco, si siano verificati degli effetti collaterali di tipo extrapiramidale (tremore, rigidità), peraltro reversibili alla sospensione del farmaco. Consulti il suo specialista di riferimento in merito all'opportunità di proseguire questo trattamento.
Cordiali saluti
Dr. Gianluca Rosso

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Andrebbe capita l'indicazione all'uso di Olanzapina nel suo caso, anche perché i dosaggi sono troppo bassi per avere effetti terapeutici.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
Utente 329XXX

Alla cortese attenzione del dott.Gianluca Russo.In attesa che il mio specialista rientri dal convegno, ho gradualmente ridotto la dose di Olanzapina. Ma dopo 4 giorni di interruzione totale ( pur continuando con gli altri farmaci ), non rilevo alcuna reversibilità dei sintomi , come dalle sue parole avevo sperato. Il mio corpo continua ad essere un blocco unico di rigidità, mi muovo solo con l'aiuto di qualcuno o appoggiandomi , talvolta addirittura aggrappandomi a porte e mobili. E' NORMALE TUTTO QUESTO ???? Gentillmente le chiedo se occorrono tempi più lunghi, forse settimane affinché questa sintomatologia almeno si riduca. Ringrazio e porgo cordiali saluti












[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non può fare riduzioni, variazioni o modifiche di qualsiasi tipo senza l'indicazione della visita diretta.

Non è detto che ciò che descrive siano effetti extrapiramidali, anche perché il dosaggio è talmente basso che dubito possa avere effetti terapeutici e collaterali di qualsiasi tipo.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5]  
Dr. Gianluca Rosso

20% attività
8% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
ORBASSANO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Sono d'accordo con il collega. Cordiali saluti
Dr. Gianluca Rosso