Utente 978XXX
Buongiorno,
vi spiego brevemente la mia storia; da circa un anno ho disturbi somatici a causa dell'ansia (cosi mi hanno riferito).
durante una visita con il mio ex neurologo (trasfertosi ormai non mi ha più in cura) ho esposto questi miei problemi (difficoltà respiratorie , bisogno di continui respiri profondi , attacchi sporadici nei quali il bisogno d'aria è insaziabile e mi causa situazioni di "panico") e per ovviare mi ha prescritto Deniban 50 mg 1 compressa al giorno , chiedendomi di effettuare comunque una visita da uno Psichiatra , secondo lui più preparato per affrontare questi casi.
Da luglio 2014 assumo quindi questo farmaco e ad oggi non sono ancora riuscito ad effettuare la visita consigliata dal neurologo.
Volevo sapere , dato che sono diversi mesi che assumo questo farmaco , è possibile che stia maturando una dipendenza? anche un assuefazione dato che non sento più i benefici di inizio trattamento?
Grazie per le risposte

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La visita psichiatrica le era stata consigliata per approntare una terapia più adatta al suo caso.

Dopo quasi due anni forse è il caso di andare da uno psichiatra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 978XXX

Buongiorno,mi accorgo di avere sbagliato la data,intendevo luglio 2015.
Potrebbe darmi un responso alle domande sopra?
Grazie

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il responso solitamente è ciò che dice la cartomante quando vengono letti i tarocchi.

Dal punto di vista clinico, la situazione non cambia, fortunatamente sono passati poco meno di sei mesi ma il neurologo le aveva consigliato la visita psichiatrica per ricevere un trattamento più appropriato per i suoi disturbi ed un inquadramento diagnostico più specifico.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 978XXX

Dottore io la ringrazio per le risposte,ma un responso alle domande scritto sopra non mi pare simile alla lettura dei tarocchi...
L'unico dato certo che ho sull'assunzione di questo farmaco è che essenzialmente ho avuto un miglioramento iniziale,ma che alla lunga sembra andare sciamando(da qui la mia richiesta di assuefazione)e in secondo luogo se il farmaco può causare una dipendenza.
Non le chiedo se il farmaco causa aumento di peso perché di quello ne sono certo,ma non mi pare di chiedere informazioni alle quali una risposta di un esperto in materia sia impossibile.
Ribadisco comunque che mi sto adoperando per poter effettuare questa visita.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il farmaco non riduce di efficacia nè porta dipendenza, semplicemente sembra non essere adatto alla sua situazione.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 978XXX

Grazie dottore,secondo quello che ha potuto capire,che tipo di terapia dovrebbe essere più indicata?

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#8] dopo  
Utente 978XXX

Buonasera,torno a scrivere dopo aver effettuato la visita psichiatrica;mi è stato prescritto il citalopram, mezza compressa al giorno per i primi 8 giorni e poi 1 intera,alprazolam al bisogno(20 gocce) e un uscita a scalare con il deniban in questi primi 8 giorni,mezza pastiglia al giorno.
Tra circa 1 mese e mezzo avrò un altra visita per verificare la funzionalità della terapia.
Volevo chiarire alcune cose;sto cercando di evitare le benzodiazepine ,ma nel caso in cui dovessi prenderle ,devo allontanare l'assunzione del deniban e del citalopram?
Soffro alle volte anche di emicrania che sedo con difmetre'.nel caso in cui debba per forza di cose assumere il difmetre',devo allontanare l'assunzione del citalopram?
In fine ,quanto ci mette il citalopram a mostrare beneficio?tenendo conto del fatto che tra 3 giorni sospenderò il deniban e sarò tra virgolette scoperto da un farmaco con effetto immediato (seppur moderato).

Grazie mille

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le benzodiazepine le deve assumere secondo le indicazioni ricevute.

La terapia funziona dopo circa 3-4 settimane a dose piena.

Difmetrè non può essere utilizzato con questi farmaci per alcune possibili interazioni.

Tutti i farmaci di questa classe possono interagire, quest'ultimo maggiormente. Deve cambiare il farmaco.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#10] dopo  
Utente 978XXX

Interazioni di che tipo?
In passato ho provato altri farmaci tipo maxalt ma l'effetto era pari a zero,il difmetre ad oggi è l'unico funzionale.

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Se utilizza un prodotto sempre più potente, avrà bisogno di aumentare sempre le dosi.

Proprio con il difmetre vi sono delle interazioni a livello epatico, deve cambiare prodotto sulla base di ciò che le consiglierà il suo medico di famiglia.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#12] dopo  
Utente 978XXX

Bene,ne parlerò prima con lo psichiatra,ma che rischi corro assumendolo in contemporanea con la terapia?anche perché mi è già capitato...

[#13] dopo  
Utente 978XXX

Buonasera,ho chiesto informazioni allo psichiatra presso il quale sono in cura,ma secondo lui non sono riscontrate interazioni tra difmetre' e citaopram.
Vorrei capire a questo punto capire di che tipo di interazioni si tratta,cosa rischio?
Cosa intende con "prodotto sempre più potente"?io ho sempre utilizzato difmetre una pastiglia al bisogno.
Grazie

[#14] dopo  
Utente 978XXX

Correggo,lo psichiatra mi ha richiamato perché è vero,difmetre potrebbe avere delle interazioni di tipo emorragico con il citalopram.
Devi sentire il medico di base per capire cosa posso prendere al suo posto.
Su che categoria di farmaci dovrei indirizzarmi?

[#15] dopo  
Utente 978XXX

Buongiorno, chiedo cortesemente un consulto sul tipo di farmaci da poter utilizzare associati al citalopram per tenere a bada l'emicrania.
Proprio oggi ho un forte attacco che ho cercato di sopprimere con tachipirina da 1000 (come concordato con il medico di base) ma non funziona.
I triptani (ho auradol in casa) possono essere associati?
Grazie