x

x

Tirosina

Gentili Dottori, essendo io un depresso in cura con 10 mg di vortioxetina, quando sfogliando un giornale ho visto un articolo nel quale si parlava di depressione e predisposizione ereditaria (fra le altre cose, mia madre è depressa pure lei fin da giovane) non potevo fare a meno di leggerlo.
Fra le altre cose ho letto che "Diversi studi indicano inoltre una ridotta presenza di tirosina, un precursore della dopamina, nel sangue e nel liquido spinale di persone depresse".
Ne vorrò parlare con la mia psichiatra per chiedere qualcosa tipo "se io assumessi 1 grammo di tirosina al giorno, potrei avere maggiori benefici sulla mia depressione oltre a quelli che mi da la vortioxetina e in più agendo la tirosina sulla dopamina potrei anche beneficiare di un aumento della libido?"
Essendo però la tirosina un aminoacido e non un farmaco "temo" che magari la dottoressa non sia informata e allora possa dirmi di non assumerla mentre forse assumendola potrei avere maggiori benefici sia sulla depressione che un aumento (per maggiore dopamina) della libido (visto che un altro psichiatra in passato mi aveva detto che quando gli ssri causano problemi sessuali si può intervenire con farmaci che si danno per il morbo di Parkinson che vanno ad agire appunto sulla dopamina).
Ora so che qui io non posso assolutamente chiedere se posso assumere o meno la tirosina ma, posso chiedervi:
- se la mia dottoressa mi dice di non assumerla (la mia intenzione è di 1 gr. al giorno) perchè non serve a nulla, già voi potete dirmi che è così o posso rivolgermi ad un altro specialista che magari è "più informato su questi studi di ridotta presenza di tirosina" ?
Naturalmente se la dottoressa mi dice che può farmi male perchè in contrasto con la vortioxetina o per altri motivi vuol dire che la tirosina fra voi psichiatri è conosciuta tanto quanto conoscete i farmaci e allora la cosa finisce lì.
Grazie e cordiali saluti
[#1]
Dr. Giovanni Portuesi Psichiatra, Psicoterapeuta 584 31 1
Essendo la tirosina un aminoacido è normalmente assunto dalla dieta. Non vedo però come l ' assunzione elevata di un elemento della dieta possa di per se aumentare la trasmissione dopaminergica . Non mi risulta che vi siano interazioni con la vortioxetina, ma per le interazioni con i farmaci vale sempre il foglietto illustrativo aggiornato. Tenga presente che la vortioxetina non interferisce con l'erezione e l ' eiaculazione.

Dr Giovanni Portuesi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta gent. Dr. Portuesi,
ma la vortioxetina non interferisce nemmeno sulla libido? Immagino che questo "pregio" sia dovuto al fatto che oltre che sulla serotonina agisce anche sulla dopamina, vero? Visto che il passato ho usato sia ssri/snri e gli effetti collaterali sessuali erano invalidanti.

Mi scusi, vorrei poterle chiedere un'altra cosa. Non sono sicuro se la mia depressione sia endogena/ereditaria (da mia madre o zii 1° grado) o reattiva dovuta al mio problema uditivo e altri problemi;
il punto è che io sto male da una vita e ciclicamente quando ho sospeso la cura (su indicazione) poi ci ricado.
Dato che lo specialista mi ha già detto che probabilmente avrò bisogno di assumere l'antidepressivo a vita, vorrei chiederle se su una depressione reattiva lei è d'accordo per una cura a vita.

2) Infine: se la mai depressione è endogena - mista - o reattiva dovuta a predisposizione più problemi uditivi - economici - un pò ambientali (riguardo cioè al luogo/paese dove vivo) - singletitudine ecc. ......
se adesso la cura col brintellix funziona (ad oggi sembra di si) e io sto bene, continuando la cura a vita è probabile che potrò continuare a stare bene a livello depressivo anche se i problemi sopra citati rimarranno sempre?

Grazie ancora e cordiali saluti

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio