Utente 271XXX
Buongiorno,
assumo entact gocce da ormai quasii 10 anni, a dicembre avevo avuto degli episodi in cui il mio pene non raggiungeva piu' l'erezione, poi su consiglio del mio psichiatra ho aumentato la dose di entact da 14 a 18 gocce e nel giro di una ventina di giorni ho risolto il problema.
Nel mese di giugno sempre su consiglio del psichiatra ho diminuito nuovamente la dose scalando piano piano fino a 14 gocce.
La scorsa settimana hanno iniziato a ripresentarsi questi problemi, ho iniziato a sentirmi un po' giu' di morale e vulnerabile, ho fallito nel rapporto una volta e da li sono ricominciate tutte le mia paure e domande.
Ora il mio psichiatra mi ha detto di riportare la dose a 18 gocce.
Ho comunque paura che la cosa non si risolva.
Premetto che ero gia stato a dicembre dall'urologo e mi aveva detto che non ho nessun problema.
Non contento ero andato anche da un sessuologo(sempre a dicembre), il quale voleva immediatamente farmi delle punture e ordinarmi cialis, dicendomi che l'entact causa questi disturbi e che solo il cialis avrebbe potuto risolvere il problema,ma ho rifiutato e me ne sono andato molto preoccupato.
Sono stato dall'urologo il quale mi ha detto che non ho nessun problema dal punto di vista fisico.
Premetto che sto molto bene con la mia ragazza, andiamo d'accordo, mi piace molto come persona e mi attrae molto fisicamente.
Ho seguito anche una psicoterapia per tempo ma non mi ha mai giovato per i mie problemi.
Ora mi chiedo se questi problemi li risolvero' un giorno del tutto anche senza piu' medicinali ammesso che ora questa crisi mi passi.
Voi dottori cosa ne pensate di tutto questo?
Vi ringrazio anticipatamente delle vostre risposte.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Se l'erezione migliora con una dose piena di entact, presumibilmente la questione sarà che quando è ansioso e/o depresso, tra i vari sintomi c'è anche la peggiore resa sessuale, che include anche la minor facilità ad avere un'erezione.
La questione del sapere come andrà nel tempo, cioè la prognosi, è relativa alla diagnosi, per cui se vuole avere un'idea generale di come evolve il disturbo che ha, gli va dato un nome e po forse esistono delle statistiche. Non che questo le risolva la domanda "come andrà il mio caso nello specifico", che secondo me è una domanda influenzata dall'ansia attuale, e altrimenti risolvibile con un "si vedrà".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 271XXX

Grazie per la risposta, ma come faccio a distogliere il pensiero dal problema che causa la mancata erezione?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Curandosi sicuramente. E per il momento può darsi che non ci sia metodo migliore, ma è comunque una fortuna averne uno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 271XXX

Buon giorno dottori, sono a 10 giorni dall'aumento della dose di entact da 14 a 18 gocce come indicatomi dal mio psichiatra.
Le cose a livello dell'ansia vanno un po' meglio anche se il fatto di provare una scarsa erezione manuale mi porta a ricreare ansia!
Secondo voi è ancora troppo presto?
mi si insinuano paure di poter perdere tutto a causa di questo problema,la ragazza e tutto cio' che negli anni mi sono costruito, mi assilla il fallimento.
a dicembre con l'aumento della dose in una quindicina di giorni a vevo risolto ora?
E' possibile che il farmaco questa volta non mi guarisca?
grazie per le risposte.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si sta ponendo domande avendo come elementi di giudizio la precedente esperienza sulla terapia. Quindi ne sa di fatto più Lei di persona.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 271XXX

Cerco solo delle risposte perchè non è facile vivere queste situazioni.
tutto qua

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto. Le domande sul futuro sono espressione si uno stato di ansia per il futuro, ma svolgerle come se ci fossero delle risposte da fornire non è costruttivo, anzi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 271XXX

Lei cosa ne pensa dottor Francesco Saverio Ruggero?

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non funziona così. Se Lei scrive nel consulto il nome del collega, non gli arriverà alcun segnale di ciò. Arriva a me che ho già risposto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 271XXX

Dottore buon giorno ho aumentato da 14 a18 gg nel giro di tre gg e sono arrivato a 18 gocce il 27 agosto , l'ansia persiste è il mio pensiero fissò è che non raggiungo l'erezione! È ancora troppo presto? O le gocce non mi bastano per il problema?

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non l'aiuta fare domande in questa fase. Più risposte ha, peggiore è l'attesa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 271XXX

Cerco solo un parere un qualcosa che possa tranquillizzarmi , ne uscirò mai?

[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non ha bisogno di questo, ma di una cura per il suo disturbo che eliminerà anche questo tipo di bisogno, stando meglio. La sta seguendo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 271XXX

Buon giorno dottore e grazie per la sua risposta e per la sua pazienza,
allora ho risolto il fattore erezione mercoledi',finalmente qualcosa è tornato a funzionare!
Ora sono un po' piu' rilassato, anche se non vedo totalmente la luce perche' ancora non mi sento come prima di star male , mi manca quel po' di felicita' e tranquillita' che le cose normali prima mi davano!
Questo è stato il decorso con l'aumento dell'entact
24 agosto 15 gocce
25 agosto 16 gocce
26 agosto 17 gocce
27 agosto 18 gocce
1 settembre 19 gocce
11 settembre 20 gocce
La mia dose nelle ricadute per uscirne sono sempre state
18 gocce e ne sono sempre uscito nel giro di 2/3 settimane!
questa volta le cose si stanno allungando e mi spaventa un po' questo.
Ora puo' essere che abbia alzato troppo il farmaco che non raggiungo il pieno benessere?
La mia paura piu' grande è di stare nuovamente male con quella sensazione di pensieri ossessivi!
Secondo lei è questione di giorni e superero' tutto?
Leggo in alcuni suoi articoli

[#15] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non c'è niente che non vada nella cura. Ripeto, la ripetizione di richieste di rassicurazione non fa altro che "impallare" la persona in un momento in cui non è detto che debba variare alcunché, ma magari solo aspettare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 271XXX

Ok dottore ma secondo lei perché i tempi questa volta sono più lunghi?

[#17] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quel che importa è che ad un certo punto il medico le dirà di cambiar cura se non va, o starà meglio. I tempi li saprà lui, e sono quelli standard. Poco senso ha chiedersi perché un po' di più o un po' di meno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 271XXX

Ok grazie per la risposta comprensione e gentilezza

[#19] dopo  
Utente 271XXX

Buon giorno dottore,ho risolto in parte il problema ma non sono ancora pienamente sereno e felice come ero prima, riesco ad avere il rapporto anche se mi disturba ancora la paura che il problema possa ripresentarsi.
Lunedi' sono stato dalla psichiatra la quale mi ha ordinato samyr in supporto all'entact perchè dice che rinforza il lavoro dell'entact e non vuole cambiarmi il farmaco perche' ritiene che per me non sia il momento giusto!
cosa ne pensa del samyr?
grazie

[#20] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Che poiché probabilmente lei fa presente al medico che non sta ancora bene, le ha prescritto un secondo farmaco. Non ha senso esprimere alcun parere a vuoto sulla terapia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#21] dopo  
Utente 271XXX

Grazie della risposta dottore, ma l'assunzione di samyr puo' essere che finche non viene assimilata aumenti ansia e mi crei iperattività?
a volte ho come la sensazione mi stia anche per venire da piangere.
Grazie

[#22] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il samyr è un antidepressivo come categoria, e come tutti può aumentare l'ansia, cosa che tuttavia succede anche per altri fattori. Non è un farmaco antiossessivo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 271XXX

ok ma ci vuole sempre un certo periodo come l'entact perchè faccia effetto?
Lo assumo in compresse da 400 una volta al giorno.
Grazie dottore che è sempre molto disponibile

[#24] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, più o meno lo stesso periodo, però ripeto, non è un farmaco antiossessivo, per cui su quello non si prevede faccia effetto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#25] dopo  
Utente 271XXX

Dottore il Samyr mi da un senso di attivazione molto forte! Non riesco a stare fermo e ho sempre bisogno di fare e muovermi e questo mi crea ansia! Come devo comportarmi? Secondo lei entact 20 mg a dose piena da ormai 30 gg non dovrebbe già aver fatto il suo effetto?
leggo in internet che il Samyr associato all’entact non conta a nulla.. cosa ne pensa?

[#26] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non si può dare alcuna indicazione sulla terapia. Come le dicevo prima il Samyr non è un farmaco antiossessivo, tutto qui. Il fatto che crei ansia nei primi tempi dopo l'assunzione (giorni) è comunque comune a tutti gli antidepressivi, anche quelli antiossessivi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#27] dopo  
Utente 271XXX

Dottore la psichiatra mi aumentato l’entact a 25 gocce cosa ne pensa, ora che ho aumentato la dose sto ancora peggio

[#28] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non si può capire bene. Il fatto che inizialmente peggiorino i sintomi aumentando le dosi è possibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#29] dopo  
Utente 271XXX

Ma anche con solo qualche goccia in più?
Cosa pensa dell’aumento del dosaggio?

[#30] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In genere si rimane entro le 20 gocce. Un tempo si usavano anche dosi più elevate come queste.
L'aumento è comunque un aumento reale, questo farmaco si usa in dosi di poche gocce.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#31] dopo  
Utente 271XXX

Ma poi come si farà a tornare indietro quando starò e se starò meglio?
Grazie sempre della sua disponibilità!

[#32] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dove deve tornare ? Intende a ridurre la dose ? Non c'entra, la riduzione delle dosi di per sé dipende dalle condizioni in cui uno la fa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#33] dopo  
Utente 271XXX

Intendevo se un giorno tornerò a star bene anche se non vedo più via d’uscita come farò a ridurre il farmaco? Siamo a livelli altissimi se penso che qualche anno fa stavo bene con 10 gocce

[#34] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cosa vuol dire "siamo a livelli altissimi" ? E che c'entra questo con la riduzione, mica è una scala ? E comunque, non vedo il grande problema.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#35] dopo  
Utente 271XXX

Nel senso che 25 gocce sono tante e ho paura che se mai starò meglio non riuscirò più a toglierle, ho paura che mi ritornino i problemi sessuali con l’aumento dell’entac! Ho paura di non uscire più da questo tunnel oscuro dottor Pacini..
lei ha sempre guarito tutti?

[#36] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi pare un ragionamento senso una logica precisa, se non quella di dire che "tanto" è preoccupante, e che togliere una dose alta è un problema, ma queste sono cose che ha pensato Lei, non credo che il medico le abbia detto così.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#37] dopo  
Utente 271XXX

No in effetti no, ma secondo lei ci sono delle vie di uscita? Rettifico che la dose è 23 non 25 come avevo scritto.
Scusi

[#38] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il suo medico la sta cercando la via d'uscita potenziandole la cura. Tenga presenta che ci sono anche altre alternative oltre l'entact.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#39] dopo  
Utente 271XXX

Si ma significa ripartire con tutti gli effetti collaterali del caso?

[#40] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non saprei a quali si riferisce, non è che ci debbano essere per forza effetti collaterali.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#41] dopo  
Utente 271XXX

Buon giorno dottore allora le riassumo un po' tutto, 24 agosto entro in crisi a causa della mancata eiaculatione , la conseguenza è ansia e mancata erezione:inizio a aumentare la dose di entact in questa maniera:
fino al 24 agosto assumevo 14 gocce
25 agosto 15 gc
26 agosto 16 gc
27 agosto 18 gc
1 settembre 19 gc
11 settembre 20 gc
12 settembre21 gc
20 settembre 20 gc
Inizio a sentirmi meglio, ma con il morale un po' basso.
Vado il 26 settembre dalla psichiatra che mi ordina samyr 400 una compressa al giorno,le assumo per otto giorni durante i quali vedo regressione stato di iperattivazione, chiamo la psichiatra che mi dice di sospenderlo perchè significa che ho una forte sensibilita e mi consiglia di portare entact a 23 gocce.
3 ottobre 21 gocce
5 ottobre 22 gocce
8 ottobre 23 gocce
Sabato e domenica sto molto male con pensiero ossessivo
di non guarire.
Lunedi' il pensiero cambia e ritorna sul problema dell'errezione.
Ho le mani che sudano molto.
non capisco cosa mi stia accadento e se sia l'entact che mi fa questo effetto paradosso.
l'unico momento della giornata che sto' bene è alla sera dalle 8 in poi.
Stamttina ho avuto un conato di vomito.
Guariro'?
il samyr secondo lei è ancora in circolo?

[#42] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ha aumentato una cura e attende che questa sia valutabile, mi riferisco all'entact. Il resto sono i sintomi che ha già espresso, non è paradosso l'effetto di iniziale aumento dei sintomi dopo inizio o aumento della dose di un farmaco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#43] dopo  
Utente 271XXX

Cosa significa dottore .....non è paradosso l'effetto di iniziale aumento dei sintomi dopo inizio o aumento della dose di un farmaco.
La mia psichiatra mi ha detto che il farmaco ad ogni aumento non ha più effetti collaterali!
Gli effetti collaterali si hanno solo quando si inizia da zero con il farmaco

[#44] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non stiamo parlando di effetti collaterali, ma dell'aumento dell'ansia. Non è un effetto paradosso, è l'aumento dei sintomi che segue l'inizio o aumento di un antidepressivo, prima dell'effetto terapeutico.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, no, non sono solo all'inizio, possono anzi comparire in maniera dose-dipendente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it