Utente 506XXX
Salve, ho un problema che mi perseguita da anni ormai.Tutto è cominciato da quando frequentavo il primo liceo, avevo sempre polluzioni notturne che ogni volta che avvenivano mi facevano sentire male, andavo in uno stato d'ansia e quando accadevano avevo difficoltà a provare emozioni,sensazioni (mi sentivo bloccato).La situazione migliorava se non avevo polluzioni o qualunque fuoriuscita di spermaper alcuni giorni.Nei vari anni sono così caduto in depressione diverse volte in cui mi rifiutavo di avere qualsiasi colloquio con un psicologo.Per due volte ne sono uscito fuori senza medicine sempre però con la paura delle polluzioni notturne perché non mi masturbavo mai a causa della mia paura di stare male dopo.La terza volta ho avuto bisogno di farmaci (sereupin) per riprendermi e questa volta però non avevo problemi di polluzioni poiché mi masturbavo senza problemi dopo.La quarta volta,due anni fa, sono andato da un neurologo che mi ha prescritto zarelis entact e depas e con questi piano piano mi sono ripreso fino a che però sono diventato sempre più nervoso e mi facevo delle convinzioni nella mia testa che non esistevano fino a che una sera sono andato in ospedale perché ero troppo nervoso al punto tale che mia madre si spaventò.Lì successe una cosa strana, dopo avermi dato un sedativo per farmi calmare prima ebbi un'allucinazione di brevissima durata dopo mi sdraiai sul letto ma ad un certo punto mi alzai e senza sapere cosa stavo facendo mi masturbai davanti al dottore e la sicurezza.Da lì mi vennero tolti i farmaci che prendevo e mi venne somministrata olanzapina.Io non accetai mai questo farmaco perché ero convinto che mi facesse stare male fino a quando (siamo fine 2017) lo psichiatra me la cambiò con aripiprazolo, successivamente mi aggiunse un antidepressivo che non funzionò.Poi me ne diede un altro (zarelis) che a sua volta non funzionò tanto che per 3 settimane andai in una clinica a ricoverarmi.Lì mi venne fatta una cura di abilify e deniban e sembrò ci fosse un miglioramento ma dopo un mese il mio psichiatra mi fece cambiare cura con abilify e anafranil(prendo quasi la dose massima) ma non è avvenuto nessun miglioramento, mi sento bloccato e soprattutto spento a livello sessuale,cioè se mi masturbo non traggo nessun piacere e dopo non mi sento soddisfatto (non raggiungo neanche l'erezione massima) come invece avveniva almeno prima.Non riesco a venire fuori da questa situazione e non riesco a capire cosa mi è accaduto e se è qualcosa che si possa risolvere.Il mio psichiatra mia ha detto che si tratta di disturbo schizotipico di personalità.Le scrivo perché vorrei un altro parere in tal proposito,grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La diagnosi è prerogativa della visita diretta per cui se vuole un parere deve per forza farsi visitare.

Non è detto che dalla visita possa scaturire una diagnosi differente da quella che ha ricevuto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it