Utente 477XXX
Salve,sono un ragazzo di 28 anni. Il mio calvario è iniziato cinque anni fa. Dopo esser andato a letto in una stanza con una presenza rilevante di muffa mi sono svegliato nella notte con i seguenti sintomi improvvisi:
-dolore diffuso alla schiena
-sensazione di bruciore e scosse in braccia e gambe;
-parestesie ai quattro arti, sopratutto alle braccia;-dolori articolari;
-senso di nausea e mal di testa;
-macchie rosse intermittenti su braccia e gambe;
-fascicolazioni.
-sinusite;
-mal di gola con placche;
-ronzii alle orecchie;
-sensazione di confusione mentale.
Premetto che anche la mia ragazza, con la quale convivevo, ha avuto dei sintomi che fecero dubitare al medico una meningite.Il medico curante invece mi mandò mi mandò da un neurologo che mi prescrisse, ipotizzando una fibromialgia:
EON: Limitazione del ROM del rachide cervicale in iperestensione e nelle rotazioni, ROT ipoevocabili ai 3 fulcri principali AASS. Contrattura diffusa dei muscoli paravertebrali e dei trapezi e dolore alla digitopressione sui processi spinosi dorsali.
Sirdalud 2 mg 1c ore 8-20 dopo i pasti per cicli di 7 giorni
Brioplus 1c ore 8-14 lontano dai pasti
Bioneurox 1c ore 9-19
Efexor 37,5 mg 1c ore 8
La sintomatologia è andata lievemente migliorando anche se avvertivo sempre delle scosse lungo le braccia sopratutto quando le mettevo sotto sforzo.Arriviamo così ad oggi, quando sono stato ricoverato in pronto soccorso per una forte ricaduta.
-storia clinica: In data 29/04 accedeva presso il nostro PS per la comparsa da circa una settimana di parestesie diffuse ai quattro arti, prevalenti a mani e piedi, insorte dopo improvvisa e transitoria sensazione di scossa elettrica lungo il rachide, avvertita nell'abbassarsi per sollevare un peso. Viene ricoverato per escludere patologie infiammatorie del SNC.
-EON all'ingresso: vigile e collaborante, NNCC indenni, Non deficit di forza e di sensibilità ai quattro arti. Prove di coordinazione ben eseguite. ROT normovivaci agli arti superiori, vivaci rotulei e sovrarotulei. Alluci muti bilateralmente.
-Esami ematochimici: nei limiti della norma
-esame delle urine: nella norma
- ECG ritmo sinusale. Ritardo della conduzione ventricolare destra
-EEG: tracciato privo di anomalie bioelettriche significative.
-RMN encefalo e cervicale con mdc (06/05): rettilineizzazione della fisiologica lordosi cervicale. A livello C4-C5 e C5-C6 si osservano bulging discali.
-RM encefalo nella norma.
-PESS: segnale di bassa ampiezza a livello degli arti inferiori:
-PEM: nella norma
-Visitica oculistica: nella norma
-EMG/ENG arti superiori ed inferiori: nella norma
Diagnosi: Parestesie ai quattro arti. Bulging discali C4-C5 e C5-C6. Disturbo d'ansia.
La muffa potrebbe creare un danno neurologico di tal genere invisibile praticamente agli esami strumentali? Ci sono esami che posso fare per verificare ciò?
Poi vorrei sapere secondo voi a chi dovrei affidarmi? uno psichiatra o un neurologo o un reumatologo?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Quando è avvenuto l'ultimo accesso in pronto soccorso?

Attualmente assume una terapia specifica per i suoi disturbi?

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Mi scuso se non l ho scritto prima ma non rientravo più nei caratteri consentiti. L ultimo ricovero è stato il 29 aprile 2017. Attualmente assumo Brioplus, nicetile, bioneurox e mag2. Sto cercando di far collaborare psichiatra e neurologo per capire dove potrebbe essere il problema (il neurologo voleva farmi tornare all efexor mentre lo psichiatra dice che per i miei disturbi dovrei prendere il cymbalta) e sto facendo anche un percorso di psicoterapia in quanto tutta questa situazione mi ha buttato molto giù.
Ora sono in attesa di una visita dal neurologo perché prima di prendere o l uno o l altro farmaco vorrei delle risposte. Sopratutto riguardanti queste scosse che non credo proprio abbiano origine psicosomatica.
La ringrazio per la celere risposta.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Lo aveva scritto ma sembrava strano che oggi facesse riferimento ad un episodio di 9 mesi fa.

Lei ha la convinzione di non avere fenomeni psicosomatici che invece sono tali e mentre i due professionisti si accordano sulla terapia lei resta senza alcun farmaco, così peggiora.

Semta il parere di un altro psichiatra.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 477XXX

Pensavo fosse opportuno raccontare tutta la storia. Perché secondo me è importante valutare anche l evoluzione dei sintomi.

Proprio per questo motivo non posso credere che siano somatizzazioni, perché un ragazzo non si sveglia nel cuore della notte con dolori lancinanti così all improvviso. Prima di allora non avevo mai fatto alcun esame. Neanche sapevo cosa fosse la cervicale.

Da cosa deduce che sono somatizzazioni? Dal fatto che ho scritto avvenimenti passati?

Lo psichiatra che mi ha in cura mi ha detto che non ha mai visto somatizzazioni del genere, che avvengono in una notte e che portano il soggetto ad avere parentesie. Per quello vuole che la situazione sia chiara con il neurologo.
Mi sembra troppo facile onestamente dare farmaci senza conoscere la causa reale dei problemi.
Anche perché come detto sono ststo in cura con efexor e le scosse continuavano ad essere presenti.

[#5] dopo  
Utente 477XXX

Attendo risposta