Utente cancellato
Gentili medici,

Assumo Seroquel rilascio immediato per un lieve disturbo borderline con ansia e disturbi del sonno e cali di umore. Non ho psicosi e non ho disturbo bipolare.
Il dosaggio stabilito dal mio curante è 50 mg suddiviso in due somministrazioni.

Per adesso sono ferma a 25 mg la sera.
Ho già visto dei miglioramenti sul sonno anche se faccio sei sogni vividi.

Però avverto tachicardia anche a riposo. E la cosa mi spaventa infatti non riesco ad aumentare il dosaggio.

Il mio curante dice che è un effetto collaterale comune e che si attenuera' fino a scomparire...
Mi ha anche proposto di cambiare la formulazione del farmaco quindi assumere il rilascio prolungato da 50 mg.
Dice che questa formulazione da meno effetti collaterali.


Vorrei un altro parere.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La tachicardia è legata all'ipotensione? Cioé, il Seroquel le abbassa la pressione?
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#2] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il preparato a lento rilascio dovrebbe andare meglio, il suo medico ha ragione
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#3] dopo  
483450

dal 2018
Salve Dottor Savino

Allora io già di costituzione soffro di pressione bassa solitamente 90 la massima e la minima sui 60 o a volte 50. Quindi prima del ciclo o d'estate ne risento ancora di più.

Con l'assunzione del seroquel però ho notato che la pressione si alza un pochino pur rimanendo sempre bassa tipo sui 110/70.
E il battito è accelerato sui 95.

Prima di iniziare la cura non avevo questa tachicardia se non quando capitava qualcosa che mi dava nervosismo ma poi passava subito. Invece qui dura tutto il giorno.
Quindi per me è proprio il farmaco.

[#4] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
E' verosimilmente il farmaco, tuttavia la tachicardia non è elevata e la formulazione retard potrebbe essere la scelta migliore.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com