Utente 487XXX
Buonasera dottori, è la prima volta che scrivo. Sono una ragazza di 21 anni e sono in cura da Ottobre con degli psicofarmaci. Ho preso il Cipralex per circa un mese, poi il mio psichiatra mi ha cambiato la terapia con due pastiglie di Xanax da 0,50 al giorno e una pastiglia di Maveral la sera da 100. Volendo intensamente smettere di prenderli, lunedi scorso ho cominciato a diminuire il Maveral a mezza pastiglia e lo Xanax a una pastiglia e mezza. Da giovedì sono cominciati i giramenti di testa, ma erano ancora abbastanza gestibili. Entro domenica ho smesso di prendere tutto (sbagliando me ne rendo conto), e i giramenti di testa sono diventati così forti da non riuscire più a stare in piedi. Oltretutto é da lunedì che ho i battiti cardiaci a 124 e mi sento veramente malissimo. Lunedì sera per sicurezza sono andata dalla guardia medica che mi ha fatto una piccola visita neurologica, mi ha misurato la pressione e controllato i battiti. Tutto apposto, apparte i battiti molto accelerati. Ieri sono andata in farmacia per un elettrocardiogramma ed é risultato che il mio cuore é apposto apparte la tachicardia sinusale. Ho chiamato il mio medico di base che ha reintrodotto lo Xanax, ma non l'antidepressivo. Da ieri ho ricominciato quindi a prendere lo Xanax, ma la situazione non sembra migliorare. Continuo ad avere i battiti accelerati e i giramenti di testa. Ho provato a chiamare lo psichiatra ma non mi risponde. Come posso fare? Lo Xanax può metterci un po' prima di ricominciare a fare effetto? O dovrei ricominciare a prendere anche l'antidepressivo? Sono impanicata, ho paura di avere qualcosa di brutto e che non sia solo colpa della sospensione. Mio padre ha la sclerosi multipla e ho tanta paura di averla anch'io. Lo psichiatra non mi risponde, non so cosa fare e sono terrorizzata.
Vi ringrazio in anticipo, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Attualmente deve far gestire la situazione dal medico di famiglia e poi ricontattare lo psichiatra al più presto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it