Utente 132XXX
Gentili dottori,

Premetto che soffro di ansia generalizzata da sempre (trattata dal 2007 al 2014) e che negli ultimi 4 mesi ho passato un periodo traumatico dal punto di vista emotivo. Conduco uno stile di vita attivo e stressante (risiedo a Londra), svolgo un'attivita' sedentaria full time e (seppur irregolare) attivita' fisica.10 anni fa ho avuto un incidente che mi ha provocato rettilineizzazione del rachide cervicale.

Dopo due forti stress emotivi ho iniziato a soffrire di:
1. Tensione e contrattura, con formicolio, parte alta centrale della schiena (intermittente, da 3 mesi)
2. Da Feb, sintomi gamba destra: sensazione di piccole morse superficiali, al polpaccio e quadricipite laterale, mentre cammino (non costanti ma strane), senza perdita di forza. Ho fatto Zumba ma cio' ha peggiorato questa sorta di contratture, ora meno frequenti. Settimana scorsa avevo un leggero gonfiore, con piccola ecchimosi, dietro al ginocchio (stiramento?), ora scomparso.
3. Formicolio ai piedi, quasi costanti da 1 settimana ma oggi (?) scomparsi, soprattutto da seduta, vagante da destra a sinistra, leggero ma come se avessi elettricita' alle gambe (mi permette di muovermi e non mi provoca parestesie).
4. Intorpidimento leggero glutei, gamba destra, bruciore a piedi e gambe, freddo interno gamba dx (sporadici)
5. Dolore cervicale e saltuario senso di vertigine
6. Formicolio tra pollice e indice destri (non costante)
7. Nelle settimane precedenti, senso di pressione a mandibola, naso e nuca (che mi generevano attacchi di ansia, al momento scomparsi)
8. 'Solletichi' interni braccia e gamba (ora sporadici)
9. Un mese fa (dopo lo sport) mi e' capitato di avere la sensazione che piede e caviglia dx fossero gonfi (formicolavano pure), ma non lo erano. E dovevo allentarmi le scarpe. Sono poi andata a fare trekking e stessa sensazione (senza diminuzione di forza).

Il mio medico mi ha prescritto analisi (diabete, emocromo, elettroliti - non magnesio - e tiroide). Tutto ok, tranne ferro (soffro di anemia). Mi ha fatto controlli neurologici, riflessi etc. Esclude problemi di questo tipo, anche se io li temo. Ho fatto 3 sedute dall'osteopata, che mi ha detto che ero molto contratta e che ho il bacino spostato verso destra. Anche lei ha effettuato esami riflessi, equilibrio, etc, nella norma.

Non so piu' che pensare. A volte credo sia tutto dovuto a un crollo da stress e alla postura di anni, a volte ho paura sia qualcosa di piu' serio, tipo sclerosi multipla (che il mio medico esclude). Io amo muovermi e mi ritenevo fino a pochissimo tempo fa una persona sana ma adesso tutti questi sintomi mi sembrano strani e, sebbene non invalidanti, mi deprimono.

C'e' da dire che sto passando un periodo molto incerto e sono in uno stato psicologico altamente ansioso e forse un po' depresso. Faccio uso di Xanax al bisogno (da 1 mese con frequenza quotidiana, max 1 mg/die).

Vi sarei grata se poteste darmi qualche consiglio o parere in proposito.

Sono davvero sfinita.

Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
in anteprima Lei dice di essere un soggetto ansioso e, francamente, buona parte della fenomenologia potrebbe essere appunto ascritta alla somatizzazione dell'ansia. Tuttavia, dal contesto della sintomatologia emerge parimenti qualche altro elemento che potrebbe essere a patogenesi autonoma, ossia non legata alla conversione somatica. In particolare darei risalto al pregresso trauma cui Lei fa riferimento. In ordine ad una chiarificazione del quadro, troverei indicato consigliarle di eseguire una Risonanza Magnetica della colonna in toto. Acclarata la assoluta innocenza delle vie nervose, allora è sensato lavorare sul problema emozionale.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 132XXX

Grazie mille per il suo riscontro!
Di cosa pensa possa trattarsi?
Il mio medico non vuole prescrivermi nessun esame a parte una visita fisiatrica...
Cosa devo fare?

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo di averle esposto con chiarezza la mia impostazione diagnostica: se la RM risulta negativa può fare di tutto. La visita del Fisiatra, col dovuto rispetto, in questa fase ancora nebulosa potrebbe anche creare indicazioni non rispondenti alla effettiva realtà clinica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 132XXX

Si', capisco perfettamente.
Il problema e' che dovrei farla a pagamento perche il mio medico non la ritiene necessaria, visti i miei sintomi. E il costo e' eccessivamente alto per me, senza prescrizione.
Capisco la limitatezza del consulto online, ma secondo lei di cosa potrebbe trattarsi?
Grazie ancora e non si preoccupi se non puo' rispondermi.
Leggo sempre anche con piacere i consulti del dott. Ferrarolo e mi piacerebbe sentire anche il suo parere, se fosse possibile.
Ma sono molto soddisfatta e grata per il suo e altri interventi se ne arriveranno.
Grazie