Utente 484XXX
Buongiorno alla redazione di questo sito straordinario, un caro saluto ai Signori Medici, che mettono a nostra disposizione il loro tempo con grande professionalità, ed infine un saluto a tutti i lettori.

Sono un uomo cinquantenne, in cura da circa 25 anni, inizialmente per una forma di depressione maggiore, rettificata poi in disturbo bipolare di tipo II, e disturbo borderline di personalità con tratti narcisistici. Come da cartella clinica di una nota clinica italiana. Quasi mai ho raggiunto livelli di mania, mentre invece il mio malessere si attesta più verso il basso. Sporadiche forme di ipomania.

Nella mia vita posso dire di avere provato tante categorie di farmaci, e attualmente la mia cura, dettata ovviamente da una psichiatra, è la seguente:
ore 09,00: Efexor 225 mg. R.P.
Quetiapina 200 mg. RP
Carbolithium 300 mg.

ore 21 : Quetiapina 200 mg. RP
Carbolithium 300 mg.
Tavor oro 2,5 mg.

Il mio desiderio sarebbe quello di dimagrire, unendo ad un certo deficit calorico, del movimento fisico. Infatti ho provato a dimagrire, ma nonostante sia stato seguito da un endocrinologo/dietologo, non ho perso abbastanza peso.

La "mia" psichiatra partorirà tra un paio di mesi, e non so quando tornerà al lavoro.

Per cui, vorrei chiedere per favore, quale sia un metodo efficace per scalare la quetiapina, senza tuttavia avere dei problemi dovuti all'assuefazione.
Pensavo di togliere 50 mg. ogni settimana, portando il dosaggio dagli attuali 400 mg./die a 350, poi a 300/250/200/150/100, vedendo come sto nel frattempo. Approfittando anche del fatto che vivo un periodo in cui sono assenti problemi di natura esterna, che potrebbero alterare la situazione (depressione reattiva o esogena).

Ringraziandovi, colgo l'occasione per porgere

Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Non è possibile richiedere una indicazione prescrittiva on line, nè può autogestire il trattamento secondo le sue valutazioni personali.

Deve far valutare la situazione da uno specialista che stabilirà se e come ridurre la terapia attuale


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it